Perchè usare Twitter?

twitter-new-look

Twitter ha cambiato la sua homepage che ora appare come sopra: per vederla basta che ti disconnetti dal tuo account. Che te ne pare?
Sinceramente sono rimasto un po’ deluso, mi aspettavo grossi cambiamenti. Mi chiedo: quanti arrivano all’homepage e la utilizzano?
Secondo una recente ricerca comunque il 41,6% delle persone che utilizzano Twitter lo fa per restare in contatto con gli amici e familiari (ma qui si scende al 23%), il 29% per fare l’update del proprio status e ben il 25,8% usa Twitter per informarsi.
Sono convinto che a Twitter intendono spingere proprio sul consumo delle notizie: d’altronde molti bloggers e celebrità pubblicano foto, video, documentano con gli status la propria vita. Eppure, su di un campione di 2,025 adulti intervistati, il 69% non conosce abbastanza bene Twitter per commentare e dare un giudizio e solo il 12% crede che il microblogging sia il futuro ed il presente della comunicazione.

Mentre per Facebook è forse più facile ed immediato, se dovessi convincere un tuo familiare o amico ad utilizzare Twitter, alla domanda – “perchè dovrei farlo?” – cosa gli risponderesti?

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

5 thoughts on “Perchè usare Twitter?”

  1. Quoto Attilio. :)
    Meemi rappresenta il punto di forza del social-µblogging, dove condividere contenuti istantaneamente tra bella gente e con un’ottima piattaforma, molto più completa di quelle offerte da altri servizi come Twitter o similari ;)

  2. Mi accodo ad Attilio. Per il semplice fatto che io mi trovo su entrambi i SN che hai descritto.
    Twitter, secondo me, ha perso la connotazione e la finalità per cui era nato. 140 e poco altro ora non basta più considerando che oramai su TW si linka qualsiasi cosa, ma che, noiosamente ti obbliga a finire su altri servizi (vedi foto e video).
    Di Facebook sono on line dal 2007 prima della nevrastenica pandemia collettiva che ha colpito gli italiani. Trovo l’interfaccia (nonostante i cambiamenti) confusa come se il servizio non sapesse dove dirigersi. Inoltre tutti quei poke e quiz hanno veramente rotto!!

    Invece Meemi ha in se una potenzailità quasi infinita; devi provare a poter scrivere un post senza limitizioni di caratteri, oppure postare un video di youtube e aggiungere la tua descrizione (senza limiti di caratteri!) o solamente postare una foto (anche da iPhone o smartphone), postare citazioni… insomma è Twitter+Tumblr+Facebook al cubo.

    Inoltre è un progetto tutto italiano, iscrivetevi e troverete @capobecchino (CEO di Meemi) pronto ad accogliere i vostri feedback. Il primo social network che se parli con i suoi ideatori ti rispondono in tempo reale.

    Fatevi un giro e iscrivetevi… non ve ne pentirete!!

  3. Se vuoi una bella ed utile novità, lascia perdere Twitter e vieni su Meemi :P

    Li c’è il vino buono :D

    1. Di servizi di microblogging ce ne sono diversi. Twitter, Meemi, non fa differenza riguardo il discorso che facevo (certo,anche io tendo ad essere campanilista): perchè dover usare il microblogging?

  4. Perchè dovresti usarlo, vediamo, sicuramente posso risponderti io visto che ho creato meemi e sto continuando il suo sviluppo.

    Il microblogging come lo stiamo intendendo noi ti permette di avere vari vantaggi che sono:

    – la comunicazione tra 2 persone (come twitter in sostanza)
    – lo stimolo della discussione
    – le idee che possono nascere da esso
    – la condivisione di informazioni
    – la condivisione di emozioni

    In azienda o in un gruppo di lavoro invece i vantaggi sono:

    – il brainstorming (cosa che ultimamente è di moda su meemi)
    – la discussione di un’idea
    – la condivisione in un gruppo
    – affiatamento del gruppo di lavoro
    – restar sempre in contatto
    – organizzazione

    Se metti che il tutto lo puoi fare in totale libertà dalla piattaforma / strumento che usi e restar sempre connesso, vedi che i vantaggi si moltiplicano.

    Come suggeriva @fokewulf, ormai Twitter deve innovarsi se vuole andare avanti, la semplice condivisione di un testo di 140 caratteri non permette di esprimere l’emozione ;)

    Logicamente io parlo per meemi e per quello che stiamo studiando / notando intorno al suo universo ;)

Comments are closed.