Facebook permetterà di inviare messaggi privati alle Pagine?

Lo sapevo che Facebook stava lavorando all’introduzione di novità importanti per le pagine da quando lo scorso Settembre ha chiuso la possibilità di inviare un messaggio a tutti i “fan” di una pagina attraverso il Send Update, l’aggiornamento.
Inside Facebook segnala che il social network sta lavorando a una sorta di Private Messages for Pages ossia alla possibilità degli utenti di inviare messaggi privati alle Pagine di Facebook come fossero dei profili.

Wearesocial scrive un lungo post su questa funzione con alcuni screenshot che vanno confermati. A quanto pare le Pagine potranno soltanto rispondere ai messaggi inviati dalle persone privatamente o sulla bacheca (una risposta privata ad un messaggio pubblicato in bacheca invece sembra una funzione interessante) ma non potranno contattarli direttamente ad esempio per fare SPAM. Non si potrà chattare direttamente con una Pagina ma chissà che non sia possibile in futuro.

Intanto queste novità potranno aprire nuove strade ai brand e agli amministratori di una pagina che già vedo lacrimare per le eccessive richieste in privato: aumenteranno i costi all’ora per chi vuole occuparsi per bene di una pagina Facebook e di una campagna sui social media. D’altronde quanto ti fai pagare ora per gestirne una?

Il palco di Jovanotti, i service, la sicurezza sul lavoro ed il sommerso

Ho già scritto che non si può morire di lavoro e non mi stupisce che il ragazzo che è morto per il crollo del palco di Jovanotti guadagnasse 5 euro l’ora (sembra invece fosse 13,5). Chissà se erano rispettate le norme sulla sicurezza.

Siamo sicuri che, come dice Jovanotti, fossero tutti operai specializzati? Ho fatto anche io questo mestiere tantissimi anni fa. La paga era di circa 40 euro a fine serata e la tipologia di persone che faceva questo mestiere si divideva in due: giovanissimi che invece di fare il cameriere alzavano funi e pesi, 40-50 enni magri e forzuti ma tutti con il segno del tempo di un mestiere duro, faticoso. Continue reading

La minigonna di Internet

Se su Internet una donna esprime le proprie opinioni vengono viste e valutate diversamente rispetto ad un uomo? Bel pezzo della giornalista Laurie Penny tradotto su Internazionale:

Se vogliamo costruire uno spazio veramente equo e vitale per il dibattito politico e gli scambi sociali, online e off­line, non basta lasciar cadere nel vuoto le molestie subite da donne, omosessuali, trans­gender e persone di colore che osano avere delle opinioni. Libertà di espressione significa essere liberi di usare la tecnologia e partecipare alla vita pubblica senza paura di ritorsioni. E se le uniche persone che possono farlo sono maschi bianchi eterosessuali, internet non è così libera come ci piacerebbe credere.

Marchionne sul TIME

Marchionne come Jobs? Come segnala sempre l’ottimo Nomfup, Sergio Marchionne è nella copertina del TIME di Europa, Asia e Pacifico del Sud mentre quella degli Usa è diversa. Più che questa strana scelta editoriale ci sarebbe da chiedersi se si è guadagnato veramente la copertina del TIME dopo aver salvato la FIAT e Chrysler, la terza azienda americana nel settore auto.

Perchè se il 2011 è stato il suo anno i risultati del lavoro di un manager si vedono sempre nell’anno che verrà e soprattutto in quelli a seguire. D’altronde in copertina è seduto in una 500 e sembra che le vendite di questa vettura non siano andate proprio bene.

Ora porto il mio culo all’estero magari finisco sul Time.

Google+ serve solo a fare SEO?

Mentre molti si sono cancellati da Google+ ho scelto di usare poco e niente il mio profilo Google+ ma di aprire una pagina Google+ dopo il lancio di quelle aziendali.

Non ne sono pienamente convinto perchè ho imparato che più di due social network ovvero Twitter e Facebook non riesco a gestire per questioni di tempo, comodità, ottimizzazione. Per questo da tempo mi chiedo: a che serve Google+? Continue reading