Dove eravamo rimasti?

Giuseppe Verdi, Piazza della Scala, Milano, 1900
Giuseppe Verdi, Piazza della Scala, Milano, 1900
  • Mi sono trasferito, ho lasciato Caserta. Ora lavoro a Milano, almeno fino a Febbraio, per Halldis: mi occupo di SEO, dei Social Media e visto che c’ero ho fatto anche il corso “Come funziona Google” di Enrico Altavilla, persona competente e disponibilissima. La giornata mi ha consentito di rimettere in sesto un po’ di teoria e approfondire con Enrico alcune tematiche legate ai motori di ricerca.
  • Sto rifacendo la mia identità online (incluso il logo di questo blog, che un logo vero non l’ha mai avuto) e le business cards partendo dal monogramma del mio nome. Quale ti piace tra i due, il primo o il secondo?logo dario salvelli
  • Leggo ancora dibattiti sugli “influencer” o sulla fiducia verso i blog e non so se ridere o piangere. E’ almeno dal 2009 che se ne parla e già allora mi chiedevo se non dovevamo superare questo ragionamento e parlare ad esempio di microsfera.
  • Non ho mai incontrato Luca Dello Iacovo ma ci leggevamo da anni. Da blogger ho cominciato a scrivere qualcosina su Nòva 24 grazie al concorso aperto Open Nòva che Luca De Biase lanciò anni fa, nello stesso periodo in cui credo cominciasse lui.
    Coetanei, lui di vicino Benevento ed io di Caserta, una passione per i temi della società dell’informazione che Luca coltivava meglio e più di me. Non conoscevo Luca, non ho mai lavorato a stretto contatto con lui ma da ieri mi pervade un senso di impotenza e un gran silenzio.
    Questo è l’ultimo pezzo che ha scritto e mi pareva doveroso ricordarlo così, con le sue parole e la voglia di raccontare, con precisione e senza clamore, l’innovazione.
  • Tommaso Cestrone, l’angelo della Reggia di Carditello, se ne è andato per un infrato. Aveva 48 anni, era un volontario della Protezione Civile, aveva una azienda agricola proprio vicino la Reggia ed era stato nominato dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere come custode della Reggia.
    Con la sua roulotte, la proteggeva dagli infami. L’ha difesa fino alla fine: Tommaso è stato l’unico che abbia davvero amato e difeso quel bene (che è di tutti noi) senza mostrare alcun interesse personale, trascurando negli ultimi anni la sua famiglia ed i suoi cari, lasciato solo da politica, istituzioni ed a volte anche dalla cosiddetta società civile. 
    Negli anni ha subito diverse intimidazioni e – come ho scritto a Massimo Bray – spero che venga ricordato e abbia un riconoscimento per il suo valore civile. E’ una gravissima perdita per tutti noi.
  • E’ stato il primo anno che non ho partecipato per motivi di lavoro a Buy Tourism Online ed ho perso tanta roba. Fatemi dire però che il nuovo design del portale del turismo Italia.it non mi piace, lo rende più anonimo di prima.
  • Non so se avrò più tempo per scrivere su Usernet, voglio riprendere in mano il mio blog ed è il primo buono proposito del 2014, anzi una promessa.

Intanto tra qualche giorno pubblico un post dove cerco di capire dove sta andando la tecnologia su questa tèra. Lascia l’email così ti arriva e non lo perdi.

MUBI, lo Spotify per i film, non mi ha convinto

mubi homepage
mubi homepage

Ogni giorno viene presentato un film ed hai 30 giorni di tempo per guardarlo. Grazie al link fornito da Filippo mi sono iscritto alla prova gratuita di Mubi: se non conosci Netflix, Mubi è una sorta di cineteca o per farti capire ancora meglio, di Spotify per i film.

Continue reading “MUBI, lo Spotify per i film, non mi ha convinto”

Carditello e i Testimonial per il turismo

Quel giorno che mi telefonò il Ministro dei Beni Culturali
Quando ero piccolo mio padre mi accompagnava prima a farmi vedere lo stato in cui versavano i Regi Lagni, una serie di canali che attraversano tutte le province della Campania, poi mi mostrava una bellezza nascosta nelle campagne di San Tammaro: “questo è il cancello di Carditello”. Solo moltissimi anni dopo, grazie alle aperture straordinarie, ho visto da vicino quella tenuta.

Qualche giorno fa a Carditello sono crollate delle tegole ed un abbaino ed ho pensato di segnalare nuovamente l’accaduto: Continue reading “Carditello e i Testimonial per il turismo”

Ti racconto l’Internet Festival

scarfo

Questi giorni racconto sul blog, su Usernet (ovviamente su Twitter e Facebook) l’Internet Festival che si terrà a Pisa da oggi fino al 13. Faccio parte del Social Media Team, ringrazio l’organizzazione che mi permette di seguire i tanti temi interessanti di questa manifestazione.

Continue reading “Ti racconto l’Internet Festival”

Da AdBlock ad AdTrap, il device che cambierà Internet

adtrap

AdTrap è il device che cambierà Internet ha scritto la CNN: chi bazzica Kickstarter l’avrà già visto ma AdTrap ad Agosto è entrato in commercio.

AdTrap è in sostanza la versione hardware di AdBlock, una scatolina che collegata alla connessione Internet è in grado di bloccare tutta la pubblicità sui siti web (che tu sia via desktop o smartphone) e proteggere la privacy. Puoi caricare YouTube oppure Hulu senza essere disturbato da nessun pre-roll, stesso discorso nel caso di utilizzo di una mobile app al costo di 139$.

Continue reading “Da AdBlock ad AdTrap, il device che cambierà Internet”

NOAH: il cortometraggio ambientato sul Mac, con Internet e Facebook sempre aperti

NOAH è un cortometraggio presentato allo Short Cuts Canada ed è ambientato completamente sullo schermo di un computer: mostra la vita di un teenager alle prese con il suo Mac, sempre connesso e con la finestra di Facebook perennemente aperta. Tra gattini, YouPorn, Skype, Chatroulette, giochini, un concentrato di stereotipi e attività che forse possono sembrare banali – uno spot per Apple e altre company – ma che in fondo un po’ fanno riflettere.

Continue reading “NOAH: il cortometraggio ambientato sul Mac, con Internet e Facebook sempre aperti”

C’era una volta il Social Media Manager: è giunta l’ora dei Social Media Expert?

social media expert

Nell’ultimo anno abbiamo assistito ad una evoluzione delle professionalità degli addetti che lavorano nei Social Media e che andavano sotto il titolo di “Social Media Manager”. Finalmente le aziende – dopo gravi errori – stanno comprendendo che forse è il caso di affidarsi a professionisti gestendo gran parte del budget dedicato ai Social Media attraverso una figura interna, più in grado di lavorare non soltanto sul marketing ma anche sulla comunicazione rendendo l’impresa veramente “social”.

Continue reading “C’era una volta il Social Media Manager: è giunta l’ora dei Social Media Expert?”