Obama day: welcome to the change!

Un altro modo carino per salutare G.W. Bush è il riassunto del video sopra: 8 minuti per riassumere gli 8 anni dell’amministrazione Bush. Probabilmente Bush Joker non mancherà a nessuno.
Dalle 16 alle 18 ora italiana di oggi Barack Obama giurerà come Presidente degli Stati Uniti. Pubblico una sorta di live coverage ed una lista di cose da fare/vedere, ciò che accadrà durante tutto il giorno. Segnalami nei commenti ciò che ti piace e trovi interessante. Segui il post sarà in continuo aggiornamento!

LIVE VIDEO

– Il live migliore forse è quello della CNN che ha lanciato anche uno speciale su Facebook: eccolo. Ci sono live coverage anche video su: Washington Post, Wall Street Journal.
Per la prima volta sarà quasi un giuramento a blog unificati: qui la diretta di Hulu.
Ustream.tv e Mogulus invece ci vengono in aiuto per le dirette in streaming video. Ecco un live da Mogulus (clicca su “Turn me on” ed alza il volume con il +):

– Le dirette delle Tv italiane: il TG1 con uno speciale, RaiNews 24 (dalle 16 anche sul sito mentre alle 16 e 30 c’è lo speciale di Salva con Nome dal titolo “Yes, web can”), Sky Tg24 (live sul Web dalle 17:45), La7 (dalle 17 sul Web).

– Per i giornali italiani: Repubblica Tv, Corriere, La Stampa.

– Il sito ufficiale dell’evento è il Pic2009: c’è anche una sezione dedicata alle notizie dai Tumblr.
Molti hanno pubblicato le liste per seguire in diretta anche da Internet l’inaugurazione: quelle internazionali che ti consiglio sono qui, qui e qui. Un dato tecnico: è curioso come molti useranno Silverlight per lo streaming.

– Non solo dirette televisive seguiranno l’evento ma anche social media come Twitter e Flickr. Puoi guardare l’Inaugural Stage in 3D su Google Earth. Cercherò di seguire oltre la diretta video il racconto di Enrico su Current Live.

– Suggestiva questa foto di Current Tv: tutti a lavoro per controllare i tweet, i messaggi attraverso Twitter.

LIVE BLOGGING, TWITTER AND PEOPLE IMPRESSIONS

– Bello lo speciale di Dipity che fa un grafico in tempo reale dei Tweet e dei post sui social media: Barack Obama’s Inauguration. Anche Tweetgrid Inauguration 09 tiene traccia dei messaggi di Twitter.
– Help bush Back: aiuta Bush a fare le valigie! Ahaha!
– Ecco i nemici di Obama, cosa dovrà affrontare il nuovo Presidente.
– Dice Paola che sono circa le 5 del mattino a Washington e le persone sono già in marcia verso il Lincoln Memorial.
– Direttamente sul sito di Barack Obama la community può discutere attraverso il thread sull’Inauguration Day.
– Su Backwardsbush c’è il countdown per la dipartita di Bush!
– Fatacarabina ha visto il TG1 che afferma: “anche Obama è alle prese con l’incubo di tutto gli uomini. La suocera”.
– Alcuni tweets storici di Barack Obama!
– Bush ha lasciato sulla scrivania della White House un bigliettino ad Obama come nella più classica tradizione dei Presidenti Usa. Chissà se oltre i saluti ed il buona fortuna cosa c’è scritto…
– Obama Day è un evento senza precedenti. Il numero di gente stimato davanti al Lincoln Memorial è impressionante: pare che solo 409828 persone abbiano preso la metro e si siano svegliati prestissimo
– Sono le 15:45. La folla, circa 2 milioni, applaude. Obama sta per partire per andare alla Casa Bianca:

barack-obama-inaugiration-day.jpg

– Un altro report è disponibile su Inauguration Report 2009 mentre il live blogging del blog The Caucus del NYT è certamente uno dei migliori.
– Michelle Obama è vestita d’oro mentre Hillary sembra un po’ nervosa. Anetha Franklin ha uno stupendo fiocco in testa. Ecco Dick Cheney sulla sedia a rotelle. Niente di preoccupante: è mal ridotto a causa di un tremendo mal di schiena causato dal trasloco dei suoi mobili. Curioso, eh?

dick.jpg

– Accidenti! Obama sembra tranquillissimo, non so come faccia ad essere così sereno pensando all’enorme folla che lo inneggia (sarà abituato?) ed al pesante compito che ha. A me tremerebbero le gambe!
– La senatrice Dianne Feinstein parla di una visione che porti ad un cambiamento che deve avvenire attraverso una unità di tutti:

dianne-feinstein.jpg

– Dopo la preghiera di un pastore ecco la performance di Aretha Franklin:

aretha-franklin.jpg

– Non sono filo americano ma credo sia un giorno importante per tutti. Tra un po’ ci sarà il giuramento di Barack Obama!!!
– Ecco il momento del giuramento del 44 esimo presidente degli Usa:

barack-michelle-obama-giuramento.jpg

– Comincia il discorso di Obama. Obama inizia ringraziando velocemente Bush, tiepidi applausi. Poi si rivolge a tutti:

“”In questo momento l’America è portata avanti dalle capacità delle persone. Tanti hanno perso casa e lavoro. Sanità ed educazione costosa, problemi energetici. Siamo venuti per proclamare la fine di false promesse che per troppo tempo hanno perquisitato i nostri politici, che la nostra nazione rimanga giovane (cfr. “The time is come” sembra il nuovo slogan di Barack)
Tutti sono uguali, liberi, tutti devono poter perseguire la propria felicità. Rimbocchiamoci le maniche e facciamo risalire l’America: c’è lavoro da fare sull’economia con un azione. Agiremo creando posti di lavoro e nuove possibilità. La nostra tecnologia ci dovrà aiutare a percorrere questa strada: useremo l’energia solare, eolica, trasformeremo le nostre scuole ed industrie verso una nuova era. Sono grosse ambizioni.

Il successo della nostra economia è sempre dipeso dall’estendere la capacità a tutte le persone di buona volontà, è il modo migliore per costruire un bene comune.””
Obama difende la carta dei diritti americana: “”l’America è amica di tutte le nazioni, tutti noi vogliamo un futuro di pace e sicurezza. Abbiamo affrontato fascismo, comunismo, missili e carrarmati: il potere e la potenza militare non possono proteggerci ma crescere sulla forza dell’esempio, sulle qualità dell’umiltà e della forza interiore.
Vogliamo affrontare questi grandi sforzi con cooperazione e comprensione fra le varie nazioni: pace in Afghanistan, in Libano, in tutti gli altri Paesi, affrontare la sfida nucleare ed i problemi del pianeta. Ai terroristi dico che vi sconfiggeremo perchè sappiamo che la nostra eredità è basata sulla nostra debolezza, una nazione di cristiani, musulmani, ebrei, non credenti. Abbiamo sperimentato la guerra civile, la segregazione e ne siamo venuti fuori: il nostro odio antico non può vincere.

Non possiamo più essere indifferenti verso i problemi del Sud, il mondo è cambiato e dobbiamo cambiare con il mondo. Ricordiamo con umiltà e gratitudine gli americani che hanno attraversato deserti, montagne, gli eroi che hanno sussurrato i segreti della nostra storia e custodito la nostra libertà. E’ questo spirito che deve abitare in tutti noi: per quanto il Governo possa fare solo la determinazione del popolo americano, l’ospitalità nei confronti degli immigrati, la capacità di essere solidali nei confronti di chi perde il posto di lavoro, la capacità dei pompieri, dei genitori di occuparsi dei propri bambini. Onestà, tolleranza, curiosità, lealtà, sono antiche ma vere. Ed hanno portato avanti il progresso: bisogna rivolgersi a queste verità. Dio ci benedica, Dio benedica gli Stati Uniti d’America””.

– Altra benedizione poi l’inno degli Usa e la fine dell’Inauguration 2009. Ecco Barack Obama e famiglia che salutano Bush. Goodbye W. Bush:

adieu-w-bush.jpg

capture.jpg

– Il sito The White House è finalmente attivo ed online e c’è anche un blog. Collegati anche tu alla Casa Bianca.

L’INAUGURAZIONE ALLA PRESIDENZA: reazioni, curiosità

– Belissima l’infografica del NYT: Inauguration Day.

– Torna alla ribalta il famoso discorso di Martin Luther King, “I have a dream“. Un sogno che si avvera. Non c’entra molto però è curioso come qualcuno abbia trovato quasi un emoticon in un discorso di Abraham Lincoln nel lontano 1862. A proposito di storia: il New York Times ha stilato dal 1789 ad oggi le parole chiave dei discorsi di tutti i presidenti degli Usa. Quale saranno le tag/keyword di Obama? Eccole!

– In tempi di crisi si polemizza già sui costi della cerimonia che si attestano a circa 170 milioni di dollari. In realtà contrariamente a Bush, Obama non ha accettato i finanziamenti di lobby e corporation ma solo le donazioni dei singoli ed i soldi raccolti con la vendita del pre concerto dell’inaugurazione.
The Big Picture ha già qualche foto dei preparativi: all’inaugurazione canterà anche Aretha Franlink.

– Il New York Times ha chiesto ai lettori di inviare foto via email di questo giorno. Da un’altra parte invece racconta del rischio che le linee mobili impazziscano a causa dell’invio mediante i cellulari delle foto dei festeggiamenti dell’inaugurazione di Obama.
Inoltre: secondo Verizon aumenterà di molto il volume delle telefonate tanto che consiglia, per non intasare le linee, di inviare solo contenuti testuali e non fare telefonate.
Anche i social network come Facebook e Flickr riceveranno molto traffico oggi: il fondatore di Twitter prevede un volume di dati 10 volte superiore a quello medio. Quale (se succederà) crollerà per prima?

– Un pezzo d’Italia in questo Obama day. Altro che Giovanni Allevi! Stasera in uno dei concerti di festeggiamento suonerà l’italiano Francesco Cafiso (ascolta questo), uno dei sassofonisti più bravi al mondo.

– La lista del programma dell’Inauguration Day prevede anche una selezione musicale a cura di John Williams.

– C’è già un’anteprima della prossima e divertente puntata di South Park dove ci sarà anche Obama: About Last Night. L’ho già messa a registrare: guardala domani su MTV Italia dalle 22:00.

THE FUTURE AND THE CHANGE

– Obama arriva in un periodo di merda, bisogna dirlo. Il suo mandato è forse uno dei più difficili, complicati. Ed allora il Guardian, quasi fosse un eroe della serie tv “Heroes”, gli concede 4 anni per salvare la terra.

– Wired scrive un lungo speciale dove si chiede se Obama riuscirà a cambiare la White House. Intanto già si è notato un cambiamento: basta leggere la lista di strumenti utili agli americani ed ai curiosi per mettersi in contatto con l’amministrazione Obama.
Il sito Change.gov cambierà in White House.gov.

– Ecco una analisi in termini di numeri di ciò che ha fatto Obama attraverso la Rete.

– Guardare al passato per non sbagliare. Ecco tutti i fallimenti dell’amministrazione Bush mentre c’è pure una lista in termini di numeri.

– Di seguito le parole chiave del discorso di Obama mentre queste quelle di Bush nel 2005:

Wordle: Barack Obama Inaug09

– Per concludere: le parole del discorso di Obama sottoforma di albero e The Obameter che controllerà se le promesse fatte da Obama saranno mantenute.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

13 thoughts on “Obama day: welcome to the change!”

  1. Pingback: La diretta dell’insediamento di Obama
  2. Qualcuno può recapitare questa al ministro Brunetta? “The question we ask today is not whether our government is too big or too small, but whether it works – whether it helps families find jobs at a decent wage, care they can afford, a retirement that is dignified. Where the answer is yes, we intend to move forward. Where the answer is no, programs will end.”

Comments are closed.