Una musica può scadere

La SIAE torna sulla qestione dei trailer a pagamento e sembra fare un passo indietro in questa intervista a Stefania Ercolani di Punto Informatico. Dico “sembra” perchè ci ho capito poco e niente: il motivo del contendere riguarda il diritto d’autore delle musiche presenti nei trailer in quanto le licenze per le colonne sonore sono già pagate dai produttori ma non per quanto riguarda i trailer.

Il ragionamento SIAE è: poichè chi usufruisce della musica nei trailer sono i siti che li diffondono (e che quindi guadagnano introiti pubblicitari su questo) sta a loro dover corrispondere i diritti ai compositori, non a chi ha prodotto il film e quindi anche le musiche. Se questo vi sembra già assurdo c’è un’altra chicca che segnalo ed è contenuta in questa frase:

La musica è soggetta a logorio più si utilizza più bisogna corrispondere il dovuto importo agli autori

Chi non conosce il famoso logorìo della musica moderna?

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

2 thoughts on “Una musica può scadere”

  1. A me onestamente non sembra per nulla un passo indietro, ed il fatto che si paragoni un embed DI UN TRAILER ad uno che compra un CD e lo fa ascoltare in un locale mi fa veramente innervosire perchè dimostra la totale cecità della SIAE

  2. Già Paolo ma deve essere così che fanno alla SIAE: la policy è dare sempre risposte confuse in modo che non ci si capisca mai nulla e possano fare ciò che vogliono.

Comments are closed.