Ma riformista de che!?

Qui sopra una diretta improvvisata della Fondazione Daje mentre Walter Veltroni fa il suo discorso d’addio (credo tra un po’ pianga): “non cambiare il Governo ma cambiare l’Italia“. Ecco perchè l’opposizione è assente!!

Scherzi a parte: non so a te ma a me ha stancato il termine “riformista”. Avete rotto le palle con questa favola!!! Se il PD fosse stato davvero riformista avreste fatto un emendamenti contro, proposto soluzioni sensate, messo in difficoltà seriamente la maggioranza anche durante l’ultima campagna elettorale.
Il PD, come il PDL, non è un partito riformista, non c’è alcun grande statista (e basta con l’illusione che Berlusconi sia la persona giusta) in grado di avere la forza delle idee ed una visione concreta e reale del Paese e della società seguendo l’interesse del cambiare veramente l’Italia senza la corsa al potere. Sarà perchè la classe politica italiana si forma ed arriva ormai esclusivamente dall’alta borghesia?

Ciao Walter, voglio ricordarti così, coi tuoi discorsi pieni di nulla, di demagogia e noia. Mentre, dall’altra parte, gli intrecci vanno avanti, l’informazione mediata spinge più forte delle parole di un leader mai stato veramente leader. Mi riferisco ovviamente anche a questo:

david-mills.jpg
Via [Hellzabloggin]

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

4 thoughts on “Ma riformista de che!?”

  1. adesso sul sito di mediaset il primo risultato è…

    >Silvio Berlusconi non avrebbe mai fatto nessuna regalia di 600 mila dollari
    all’avvocato inglese David Mills come contestato dai magistrati milanesi che …

Comments are closed.