Liquida Network: online advertising per pochi ma non per tutti?

liquida network pubblicità online

Anticipo un tema che potrà essere discusso oggi pomeriggio (io non ci sarò…) a Milano in un incontro tra Liquida ed alcuni blogger italiani: Liquida ha appena lanciato il Liquida Network, un “circuito di affiliazione pubblicitaria dedicati ai blog italiani che si distinguono per notorietà e visibilità”.

La piattaforma di advertising si basa su Banzai ADV, la concessionaria di Liquida. Liquida Network funziona in questo modo:

Il blog che aderisce al network include nelle proprie pagine posizioni pubblicitarie fornite da Liquida. Sui blog del network verrà proposta la stessa pubblicità presente su Liquida, che acquisterà l’intero bacino di traffico disponibile su ogni blog, garantendo al blogger un “ricavo fisso” per pagina.

L’offerta non è quindi legata alle usuali formule di valorizzazione, quali la quantità di click generati, ma solo al numero di visualizzazioni delle pagine su cui sono presenti i formati pubblicitari di Liquida. Non è prevista nessuna esclusiva e l’affiliato potrà ospitare altre forme di pubblicità fuori dagli spazi dedicati a Liquida.

Liquida ha fissato dei criteri molto selettivi per garantire la “qualità” degli aderenti, fra questi: il blog deve essere d’opinione e/o informazione, deve risultare competente nella gestione dei suoi contenuti, pubblicare contenuto originale, essere “attivo” da un minimo di 6 mesi, superare una certa soglia di traffico medio al mese. (Per conoscere tutti i parametri: network.liquida.it/liquida-network-faq/)

Il meccanismo è quello delle impressions e riguarda l’RPM (ti ricorda qualcosa l’eCPM?) il ricavo per migliaia di pagine: più visitatori fai, più alto è l’RPM più soldi ricavi. Leggendo le FAQ scopro che la selezione è ristretta a pochi blog:

liquida network advertising

Niente blog che fanno parte già del nanopublishing (e che quindi già guadagnano con altri network), 2 post per settimana e soprattutto una base di 30 mila pagine viste al mese (come per la maggior parte dei piccoli-medi blog italiani anche questo blog non arriva a farne 30 mila ma si ferma a circa la metà); per fortuna per i blogger interessati Liquida si riserva di valutare ogni caso singolarmente.

Liquida Network mi ricorda un po’ l’esperimento Metafora AD Network lanciato da Apogeo qualche tempo fa con (scarsi?) risultati. E’ comunque un segnale positivo per il mercato dell’online advertising italiano, una ventata d’aria fresca (e di soldi) non fa mai male. In bocca al lupo quindi a Liquida ed ai blogger di Liquida Network.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

4 thoughts on “Liquida Network: online advertising per pochi ma non per tutti?”

  1. Ciao, sono Andrea di Liquida. Come tu giustamente osservi, ad oggi abbiamo dovuto fissare un limite minimo a 30.000 pagine viste mese come soglia di ingresso al Network perchè la gestione (in questa fase di test che ci auguriamo vada alla grande ;-) è fatta manualmente (questo include per intenderci: invio contratto, tag, pagamenti …), tu capisci che con una RPM (ricavi che ricosciamo ogni 1.000 pagine viste) “garantito” di 0,5 euro, un blog che fa ad esempio 20.000 pagine viste al mese guadagna 10 euro al mese. Noi paghiamo a trimestre e dovremmo quindi seguire 4 pagamenti da 30 euro l’anno a mano. Purtroppo come capisci è assolutamente anti economico. Già con l’RPM fissato e le soglie messe per Liquida è una bella sfida che speriamo di vincere. Le soglie dipendono solo da questo. Se il Network andrà bene vogliamo automatizzarne il funzionamento e a quel punto potremmo “volentieri” eliminare le soglie di traffico di ingresso.

  2. interessante opportunita’ comunque per il mondo dei piccoli operatori.
    Non ho capito se un affiliato ad sense (ad esempio come il tuo sito) puo’ ospitare anche la proposta liquida contemporaneamente.

  3. Ciao Dario,
    in effetti Metafora è in fase di riflessione per capire la strada da prendere, visto che l’incoerenza dell’usare il banner per qualcosa che col banner c’entra molto poco va superata definitivamente. Va quadrato un po’ il cerchio, diciamo.

    Un po’ il percorso di riflessione è stato documentato: abbiamo in programma altri due, tre post entro il 15 marzo per chiudere le fila e vedere cosa emerge alla fine.
    -> Da Metafora AD Network a Metafora

    Ovviamente in tempo di crisi di tutti i modelli di business legati alla creazione dei contenuti online e offline, siamo tutti nella stessa barca .)

    Il nostro account FriendFeed sta tenendo traccia del resto:
    -> Metafora su FriendFeed

Comments are closed.