L'evoluzione dei pagamenti online: Paypal e Postepay

Non lo so: trovo ancora molte persone restìe nel volere utilizzare i metodi di pagamento online quasi come se non avere a disposizione la banconota sottomano fosse sintomo di insicurezza, poca affidabilità. Se ci si affida ogni giorno alle banche (il che è tutto dire) perchè non farlo allo stesso modo per i pagamenti online?

Webnews ha segnalato qualche giorno fa la partnership tra PayPal e PostePay, un accordo che consentirà di utilizzare entrambi i sistemi con maggiore libertà specie da parte di chi utilizza in maniera massiccia eBay: sarà possibile usare PayPal come mezzo di incasso del denare e la PostePay come strumento di pagamento. Ovviamente questo accordo tende a scoraggiare l’utilizzo delle carte prepagate e di PostePay come metodo (tra l’altro neanche sicurissimo) per accumulare ed incassare credito.

C’è un’altra notizia che fa ben sperare per chi utilizza di frequente PayPal: di solito chi apre un nuovo conto su questo sistema è sempre avvisato dagli amici che lo consigliano “ehy, non tenerci troppi soldi lì sopra!“. Forse anche per le cattive esperienze passate da alcuni o perchè il noto metodo non è supportato dal sito web.

Da domani PayPal attraverso la funzione PayPal Secure Card permetterà (inizialmente solo per i cittadini degli USA) di generare per ogni acquisto un numero di carta di credito univoco per effettuare la transizione verso chiunque accetti carte del circuito MasterCard. Quindi sarà possibile usare PayPal anche laddove finora non era possibile: tutto ciò grazie ad un plugin (per Firefox ed Internet Explorer) da scaricare compatibile per ora soltanto con Windows (ma immagino si affretteranno anche per gli altri sistemi operativi).

E Google Checkout il sistema di pagamento di Google che segnalai oltre un anno fa? Ne ho sempre sentito parlare poco, non so quanti lo utilizzino ed i reali vantaggi ma pare che dal 2008 ci sia un aggiornamento delle tariffe per le transazioni che si avvicineranno a quelle di PayPal.

Lascio agli esperti un confronto tra i fees dei diversi sistemi ed una valutazione finanziaria e del mercato dei sistemi di pagamento online: sarebbe interessante saperne di più non solo in termini di numeri.

[UPDATE November 27]

– A proposito di Poste Italiane dimenticavo di segnalare nell’ambito degli Operatori Virtuali di telefonia (MVNO) il debutto di Poste Mobile con le prime anticipazioni sulle tariffe e questo (file .PDF) comunicato stampa sul lancio del servizio.

– E’ online il sito ufficiale di Postemobile.

– Interessante X.com il laboratorio di Paypal dove vengono sperimentati nuovi servizi.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

1 thought on “L'evoluzione dei pagamenti online: Paypal e Postepay”

Comments are closed.