Lava, asciuga e stira senza connessione

Ha ragione Guido Scorza quando dice che questo Paese è fermo ancora all’era degli elettrodomestici degli anni ’70 che Totò e Peppino ci hanno raccontato così bene nel film “Totò Peppino e le Fanatiche”. Lo scarso utilizzo degli incentivi non è da addebitare soltanto alla classe politica ma anche e soprattutto ai cittadini:

Su 420 milioni di euro complessivamente stanziati solo 20 milioni sono riservati ad incentivi all’attivazione di nuovi contratti per la fornitura di connettività a banda larga, limitatamente, peraltro, a contratti da intestarsi a giovani tra i 18 ed i 30 anni e per 50 euro ciascuno. Sono, invece, 60 i milioni di euro dedicati alle cucine componibili e 50 quelli per gli elettrodomestici.

Su 24 mila richieste pervenute solo 2500 hanno avuto ad oggetto gli incentivi per la banda larga per un importo che costituisce il fanalino di coda tra tutti gli altri importi finanziati.

Come stupirsi se poi il Golf è tra le misure strategiche per risollevare l’economia?

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

2 thoughts on “Lava, asciuga e stira senza connessione”

  1. ho più di 30 anni, mi piacerebbe fare cose diverse ma non ho i requisiti, i sotto 30 studiano o cercano un lavoro per mantenersi,scrivete di banda larga, nuove realtà televisive ma nessuno del grosso pubblico ne è al corrente, perchè attraverso i FB o analoghi non spiegate in soldoni di cosa state parlando?

    1. @daniela: Non ho capito il tuo commento. Non ho parlato di realtà televisive ma di incentivi per la banda larga ovvero dei contributi elargiti dallo stato per avere uno sconto dai provider che forniscono l’accesso domestico alle connessioni Internet veloci. C’è purtroppo un limite d’età per l’erogazione del contributo per altro abbastanza basso. Ti invito a proporre temi e dubbi, scrivendo cosa non ti è chiaro così che chiunque possa rispondere.

Comments are closed.