La sindrome del multitasking: come curarla?

In un articolo sul Corriere si parla del multitasking, la nuova malattia causata dalle nuove tecnologie che ci costringe ed abitua a fare più cose contemporaneamente. Non c’è cosa peggiore che dilatare e disperdere la concentrazione e le energie del nostro cervello.

Se prendi una settimana di pausa dal multitasking con delle precise e rigide regole scoprirai alcune cose interessanti. Il rimedio e la cura è evitare le interruzioni e le distrazioni (fare delle cose la mattina presto), prendersi il tempo giusto per fare le cose aumenterà anche la produttività. Molti stanno usando la tecnica del Pomodoro ideata da un italiano e sembra funzionare bene.

Questa voglia di avere sempre più tutto sotto controllo ed essere bombardati sta affliggendo anche i quotidiani: il nuovo sito de Il Sole 24 ore ad esempio ha una homepage lunghissima, bisogna essere campioni mondiali di scrolling per leggere tutto oltre al fatto che quel nero non si può vedere, non solo perchè visivamente stanca ma anche perchè fa perdere l’identità con il cartaceo. Per non parlare delle immagini in movimento che visualizzate contemporaneamente rischiano di bruciare qualche sinapsi.

La soluzione al multitasking è in una frase che Stefano Quintarelli mi scrisse via email tre anni fa quando gli chiesi un contatto IM: Ho bisogno di essere asincrono per riuscire a vivere.

Io partecipo al concorso del nuovo ilsole24ore.com

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me