La sicurezza di Google

Sembra che cercando su Google la parola Benazir (in relazione ai recenti fatti) tra i primi risultati della ricerca ci sia un sito che contiene codice malevole (di quelle pagine che ti infettano il pc con malware e virus) secondo quanto riferito dai laboratori di Websense.
Ho provato a cercar la Benazir “cattiva” ma non ci sono riuscito: immagino che qualche editor di Google abbia già svolto il suo faticoso lavoro per bannare il sito web in questione.

Situazioni del genere comunque fanno riflettere soprattutto dal punto di vista della sicurezza di un motore di ricerca: mi chiedo infatti come (e se) avvenga la scansione di tutto ciò che lo spider di Google visita ed indicizza.

Via [Tentativi]

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me