1 thought on “La dialettica politica del pir(l)ata”

  1. Ma perché la discussione deve sempre avvenire tra Tecnolesi?! Rispondere “Anche per strada tu sei sempre riconoscibile e identificabile, ma questo non ha mai impedito ai pedofili di “operare””… Inoltre se il ragazzo su Facebook viene adescato senza proposte oscene ma con domande semplicissime, come pensano di distinguere tra un adulto che, spacciandosi per bambino, chiede che scuola fai, ed un bambino vero che fa la stessa domanda per curiosità? Con controlli incrociati sulle identità dei vari Social Network e la reale identificazione che i Provider, neppure Dio sa come, dovrebbero poter fornire?
    La Carlucci… La Carlucci poi… Ma se ne tornasse a salvare le Balene dall’annegamento!!!

Comments are closed.