Il cellulare tatuato che si alimenta con il sangue

greener_gadgets_01_sm.jpg

Vabbè, che le Telco vogliano il sangue degli utenti non è una novità, tra misteriose tariffe per i cellulari e flat dati ancora inesistenti in Italia ce ne siamo accorti tutti.
Però questa del cellullare che ha una “Digital Tattoo Interface” mi è nuova: in pratica, come ben vedete dalla figura, Jim Mielke ha presentato alla Greener Gadgets Design Competition 2008, questo concept ovvero l’idea di un cellulare che venga inserito come un tattoo in maniera sottocutanea nella pelle e si alimenti con il sangue dell’ospite, il possessore di questo possibile cellulare dotato anche di 3G e Bluetooth.

Ovvio che ai miei occhi una cosa del genere sembra sia per ora solo una bufala ma ti immagini in un futuro prossimo di dover sostituire il tuo amato orologio con una cosa del genere?
Non lo farei neanche morto, devo dire che in questo caso sarei davvero poco tecnologico.

Ovviamente per chi volesse rilanciare la notizia è aperto il meme, vi sfido ad inventare un gadget altrettanto particolare. Siete pronti, cervelloni d’Italia?

Via[Tecnocino]

[UPDATE Febbraio 29]

– A proposito di strani cellulari oggi Punto Informtico segnala un cellulare biodegradabile.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

2 thoughts on “Il cellulare tatuato che si alimenta con il sangue”

  1. O__O
    ossignur..ste cose son tremende!
    alimentato con il sangue?e quindi a noi donnine per un pò di giorni al mese questo cellulare sarà scarico :P
    cmq..ok la tecnologia..però qui forse siamo un pò troppo sull’assurdo ;)

  2. Ma scherziamo? Secondo me è solamente una bufala! E se poi si rompe qualcosa? Ci si stacca un braccio e lo si manda in assistenza? ahahahah ma daiiii! E poi a questo punto, se si vogliono fare le cose per bene, tanto vale inserirlo direttamente dentro il cranio e collegarlo al cervello..così quando si vuole fare una chiamata non c’è bisogno di premere tasti o pelle…ma basta il pensiero!!!

Comments are closed.