I soliti equivoci sul peer to peer

Che noia! Ormai quasi ciclicamente sui media escono notizie riguardo il p2p, il peer to peer, che prendendo spunto dalle più disparate sentenze (come questa di ieri che minacciava anche eMule Italia) urlano alla legalità.

Per fortuna ci pensa Punto Informatico a chiarire per l’n-esima volta la faccenda: l’eterno equivoco si gioca sul fatto che il peer to peer è legale in Italia. E’ illegale invece scaricare materiali protetti da diritto d’autore (film, canzoni) e con l’attuale legge diventa addirittura penale la condivisione (con i programmi peer to peer) di questi contenuti con altri.
Se invece metti su un forum o un sito web che parla di peer to peer e segnala link a risorse, secondo quanto ne esce fuori dalla sentenza di ieri dovrebbe essere perfettamente legale. Capito tu che cerchi scaricare dal peer to peer senza essere toccato!?

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

2 thoughts on “I soliti equivoci sul peer to peer”

  1. E’ quello che in eMuleItalia cerchiamo di dire da sempre.
    E’ ripetuto fino allo sfinimento nei post, è riportato nel regolamento generale, nell’aggrement di registrazione.

    Veramente non capisco perchè ci abbiano tirano in mezzo.

Comments are closed.