I blogger, l’etica ed il conflitto d’interessi

A quanto pare in Usa la Federal Trade Commission (non so quale sia il corrispondente italiano) sta approvando delle nuove linee guida con le quali intende monitorare i blog ed i rispettivi proprietari rispetto a ciò che scrivono e soprattutto a quanto e come guadagnano dalla pubblicità online e dai retailer, dalle recensioni di prodotti, da soldi che ricevono come regalo o prestazione occasionale.
Ciò che preoccupa la FTC non è tanto come viene gestita la fiscalità di questi “profitti” ma l’etica del blogger, se ciò che scrive sul blog è trasparente oppure inquinato. Non conosco come funziona negli Stati Uniti ma questo ragionamento non avviene mai per la carta stampata dove l’etica del giornalista è troppo spesso sottintesa:

If the guidelines are approved, bloggers would have to back up claims and disclose if they’re being compensated — the FTC doesn’t currently plan to specify how. The FTC could order violators to stop and pay restitution to customers, and it could ask the Justice Department to sue for civil penalties.
Any type of blog could be scrutinized, not just ones that specialize in reviews.
Mandatory disclosures could change how reviews are perceived online because many Internet users might never imagine that bloggers get compensation.

E qui in Italia? Si penserà presto a questo “conflitto d’interessi” dei blogger prima che a sistemare quello dei pesci più grossi?

email

4 thoughts on “I blogger, l’etica ed il conflitto d’interessi”

  1. è davvero ridicola sta cosa… perché non controllare allora l’etica dei cantanti, degli scrittori, degli elettricisti o degli idraulici…. ma per favore

Comments are closed.