Hanno bucato il GSM?

Nonostante i suoi 21 anni d’età, il G.S.M. è l’algoritmo attualmente più diffuso nella telefonia mobile: in tutti i Paesi del mondo miliardi di persone usano cellulari con lo standard GSM.
E’ proprio con il GSM che ci fu un importante switch verso il digitale: gli SMS insieme alle SIM card si sono diffusi proprio grazie al GSM.

Il New York Times segnala che Karsten Nohl, computer engineer, è riuscito a decifrare il codice del GSM ed ha pubblicato su alcuni circuiti come i BitTorrent il code book dell’hack (voi lo trovate? io ho trovato solo alcune slide di Nohl sul RFID). Nohl avrebbe crackato il codice binario del GSM riuscendo ad identificare le chiamate addirittura in poche ore grazie all’utilizzo di hardware e software open source.
E’ tutto da dimostrare. Il lavoro di Nohl però porterebbe alla realizzazione di un software di intercettazione più efficiente e veloce di quello attuale e ad un miglioramento della sicurezza dell’algoritmo.

La parola agli esperti. Sarebbero graditi i pareri di: Stefano, Alfonso, Michele Favara Pedarsi, Andrea e Matteo.

[UPDATE]

– Sembra sia possibile fare un encrypt del 3G GSM in meno di 2 ore.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

1 thought on “Hanno bucato il GSM?”

Comments are closed.