Guadagnare con i videogiochi

Zynga è l’azienda che sviluppa Farmville e vale 4 miliardi di dollari, un business prepotente che smentisce chi ha sempre sostenuto che con i videogame non si fanno soldi. Eppure quest’ultimo è un mercato che compete benissimo con il mondo del cinema.

Ad un livello più alto c’è da chiedersi: ma i videogiochi sono arte e quindi vendibili in dinamiche simili oppure lo diventano solo quando sviluppano un business del genere?

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

1 thought on “Guadagnare con i videogiochi”

  1. I Videogiochi non sono mai stati arte, e mai lo saranno.

    Possono esistere alcuni titoli di sicuro livello, che possono anche rientrare nella definizione di forma d’arte. Sicuramente si. Ma non possiamo applicare questa definizione a tutti i Videogames, perche’ sarebbe assolutamente falso.

    Saitarium puo’ essere definito arte? Forse si. Grim Fandango? Pure. Heavy Rain? Puo’ darsi. E pure uno Zelda od un Mario, a sforzarsi.

    Ma non potra’ di certo esserlo un qualsiasi FIFA, un qualsiasi Need for Speed, uno dei tanti FPS o RTS tutti identici fra loro, o un Resident Evil, o un GTA, o un Granturismo, o un… [prosegui pure con titoli a piacere per i prossimi 12MB di testo] :D

Comments are closed.