Google+ serve solo a fare SEO?

Mentre molti si sono cancellati da Google+ ho scelto di usare poco e niente il mio profilo Google+ ma di aprire una pagina Google+ dopo il lancio di quelle aziendali.

Non ne sono pienamente convinto perchè ho imparato che più di due social network ovvero Twitter e Facebook non riesco a gestire per questioni di tempo, comodità, ottimizzazione. Per questo da tempo mi chiedo: a che serve Google+?

Secondo me Google+ è utile a fare SEO e poco altro così come il magico bottone +1: la tendenza che si sta sviluppando non è come quella del Like o dello Share di Facebook con un reale desiderio di esprimere un apprezzamento o condividere un contenuto che gradiamo ma di usare questi mezzi per tirare su nei risultati di ricerca dei Google i propri siti web.

Insomma Google+ potrebbe diventare l’inferno e il paradiso per i SEO sempre che non sia già accaduto. E in un web sempre più social centrico risulta fondamentale per i motori di ricerca e per gli utenti capire quale social media veicola SPAM e quale invece porta veramente contenuti di qualità.

Non so se il pulsante -1 Minus One così come per il Dislike possano essere una soluzione ma sicuramente il lancio dell’importare i social network in Google Analytics (nella lista di quelli già supportati se ne aggiungeranno altri, magari Twitter e Facebook) potrà essere un ottimo strumento.