Google Insights for Search

Google ha lanciato un’estensione del suo Google Trends e del programma Adwords: Google Insights for Search è uno strumento di ricerca utile soprattutto (ma non solo) per SEO, publishers e advertisers con il quale puoi analizzare una o più parole. Ovviamente devi avere un account Google.
La possibilità di ottenere i risultati in maniera grafica tracciandoli per regione geografica, tempo ed in maniera verticale con l’uso di categorie (eh lo so, fanno tanto directory 1.0) risulta abbanstanza interessante.

Se ne vuoi sapere di più puoi leggere le FAQ. Invece di inserire qualcosa riguardante ad esempio, che ne so, la felicità, ho provato con la parola “esercito” ispirato dagli avvenimenti degli ultimi giorni:

google-insights-for-search.jpg

Dal 2004 fino ad oggi nel database di Google la città più “militare” è Taranto mentre proprio nel 2004 pare che si parlasse molto d’esercito.
Ed allora ho pensato che anche Google, come per YouTube, racconta in qualche modo la nostra storia; una memoria storica di piccoli e grandi eventi attraversa le nostre vite e continua a vivere sulle pagine digitali. Sarebbe stato bello o quanto meno suggestivo avere uno strumento del genere nel ‘700 o anche all’inizio del ‘900.

Ora esagero e scrivo qualcosa un po’ novel style, non farci caso, è estate e fa caldo. Pensa se un giorno Internet si fermasse o accidentalmente bruciasse l’enorme quantità di dati di Google, il suo immenso database.
E noi lì, fermi, angosciati da quella luce che lampeggia lenta. Ci gireremmo indietro e scopriremmo che in fondo non abbiamo perso i nostri ricordi, che forse sono in quei libri, quel quadro che non guardi più ed in quella foto che nel 1990 non potevi ancora uploadare su Flickr e condividere.

Già, la condivisione. Rischia di mangiarci consumando pian piano le nostre emozioni, banalizzandole, drogandoci di quell’esibizionismo inutile che nonostante ogni giorno ci colleghi con gli altri svuota l’anima. Forse il segreto è coltivare quei segreti che non metteresti mai sul tuo blog (e dunque Google). Come i nomignoli o le parole intime che si sussurrano a letto.

Via [Inside Adwords]

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me