I click del +1 di Google in vendita

Per chi fa SEO e ha a che fare con l’ottimizzazione dei motori di ricerca gli algoritmi cambiano in continuazione per adeguarsi e plasmarsi sui social network: ad esempio Google sfrutterà i click sui pulsanti +1 per valutare il gradimento di un sito e il suo posizionamento nei risultati di ricerca di Google.
Tagliaerbe non ci vede nulla di male sul fatto che la ricerca sia influenzata dai click del bottone +1 di Google.

Nell’era in cui il PageRank di Google e il suo brevetto un po’ muoiono, in assoluto costruire il rank di un sito web diventa più complesso e in certi casi anche inutile se consideriamo che la ricerca dei motori diventa sempre più personalizzata sulle nostre esigenze.

C’è sempre però l’annoso problema dell’alterazione dei risultati delle SERP: dalla vendita dei fan di Facebook alla vendita dei voti di Google+ il passo è stato breve: non so se sia peggio illudersi di comprare le persone o acquistare i click a pacchetti come faceva Google quando ingaggiava personale per alcuni lavori.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me