Google bombing ed altre storie

Forse non tutti sanno il significato di “Google bombing“: pare infatti tornato all’attualità,giusto a qualche giorno dalle elezioni politiche. Voi direte,cosa c’entrano le elezioni politiche con il Net ?
Leggo su Repubblica che addirittura l’authority sta costituendo una commissione per indagare con la Polizia Postale sul famoso fenomeno della Google bomb dal nome “miserable fallimento” associata all’attuale presidente del Consiglio. I link e la bomba risalgano per chi bazzica un po la rete a davvero molto tempo fa,più di un anno: come mai solo ora si indaga e si cerca di spendere soldi su una questione del tutto futile (tra l’altro il “giochetto” funziona anche se si ricerca failure,in tal caso probabilmente il risultato sarà il presidente Bush) quando online ci sono ben più gravi problemi e crimini ? A voi la risposta.

[UPDATE] –> Tempo neanche di scrivere il post,e sabato mattina era già non più disponibile la bomb: se ora cercate su Google miserabile/fallimento non avrete più la biografia di Berlusconi. Certo che si sono dati da fare: rimane comunque la bomb su Bush,se cercate failure avrete ancora la sua biografia. Conclusioni: quando si è in campagna elettorale e quando ci son certi poteri le cose le si fanno per bene,e subito.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

5 thoughts on “Google bombing ed altre storie”

  1. quanto dici è perfettamente corretto, ma come mai certe indagini di altro genere e di segno opposto vengono tirate fuori ad arte pochi giorni prima del voto? il mondo è Paese…

  2. Ciao Dario, non credo ci sia nessun potere di mezzo, è una questione di tag: il perché l’ho spiegato qui:

    e qui:

    e fa anche abbastana ridere. Si sono tolti da Google ma non da Yahoo.
    Bush ha preferito rimanere visibile, anche a costo di prendersi la miserable failure.

  3. @Riccardo:
    Per poteri forti intendevo forti spinte affinchè ci si interessi proprio ora di questa buffonata. Si,hanno soltanto cambiato i tag in modo che lo spider di Google non trovi la pagina,ma la questione che mi interessava (più che quella tecnica) era che è davvero buffo: Bush come dici non si è mai lamentato (e forse neanche Berlusconi),ma non erano amici ? ;)

Comments are closed.