Gmail Backup

Perchè fare un Backup della mail su Gmail ? La risposta è: se non l’avete fatto, sbrigatevi. Nessun allarmismo sia chiaro, fare un backup della posta, compreso la rubrica ed i contatti IM è un abitudine che tutti dovrebbero avere, ma anche Gmail non è perfetta: pare infatti che alcuni utenti abbiano perso nel loro account di Gmail tutte le email, i contatti, le mail inviate, insomma di tutto di più. Ho affermato poco tempo fa che Gmail è quasi perfetta e vengo in parte smentito: secondo la policy di Google infatti una volta che le mail sono state cancellate è impossibile recuperarle.
Fare un backup ogni tanto ci mette al riparo da questi incovenienti: la soluzione più semplice è attivare il download della Gmail via Pop 3 sul vostro mail reader. C’è questa piccola e semplice guida che consente di fare il backup su Outlook ed usare anche uno storage online come Box.net anche se il consiglio è quello di fare un backup in locale (si rischia di creare un gatto che si morde la coda).
Per i più esperti poi c’è la possibilità di fare un backup via linea di comando in Linux utilizzando mpop (ci sono istruzioni qui) mentre qualcuno sta scrivendo gmail-backup, un set di scripts in Python che consente di fare il backup dei contenuti della Gmail e di manipolarli.
In Italia ne parla anche Giovy mentre su Downloadblog una piccola guida con le immagini.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

5 thoughts on “Gmail Backup”

  1. @Gio: A parte scaricare la posta via pop3,quindi offline, ho segnalato nel post eventuali script e programmi: se leggi con attenzione puoi seguire il link di mpop,fà proprio ciò che richiedi.

  2. ciao!
    ho installato mpop sulla mia debian e l’installazione non mi ha dato problemi, ma quando lancio il comando:
    mpop -C mpop.conf
    mi da il seguente messaggio:
    mpop: mpop.conf: must have no more than user read/write permissions
    qualche idea?

Comments are closed.