Gli appunti di Silvio che mi ero perso

Giuro,cercherò di parlare sempre meno di politica,le elezioni (almeno quelle governative) sono terminate,però io questi appunti di Silvio per l’ultimo duello me li ero persi.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

8 thoughts on “Gli appunti di Silvio che mi ero perso”

  1. @irago: Ciao. E’ possibile fare una web radio senza spendere un centesimo,è vero,basta mettere musica copy-left,sul net ci son siti con tanta roba,quindi non è questo il problema: se leggi bene l’idea che avevo era completamente diversa. Se vuoi chiacchierare su questo ed altro mi fa piacere,puoi mandarmi una mail in uno dei contatti o in alternativa aggiungermi tramite un im,anche quei contatti sono presenti sul blog alla sezione about. Ho visitato il tuo blog e lo streaming non parte. See u. :)

  2. Ciao, ho notato con piacere che sei di Caserta, proprio come me. Ho letto il tuo articolo sulle web radio e commenti annessi. Personalmente gestisto una piccola web radio sul mio blog, priva di contenuti SIAE e completamente indipendente riguardo a diritti d’autore di terzi. La mia è una radio del tutto amatoriale, ma è interessante sapere che, nonostante la quasi totale assenza di musica coperta da SIAE,la radio, seppur “piccola” è molto seguita dai miei utenti. Attualmente ho anche aggiornato il DNS e sono in procinto di effettuare un nuovo streaming con trasmissioni del tutto nuove. La particolarità di tutto questo è che non ho speso un solo centesimo! Questa mania di dover trasmettere a tutti i costi musica via web è secondo me ridicola per chi “vuole solo divertirsi”…Basta avere qualche idea originale e il gioco è fatto! Niente moduli da compilare o diritti da rendere! Il discorso cambia se vuoi metter su una radio con un palinsesto musicale ben definito. Da musicista so perfettamente cosa voglia dire sentire il proprio pezzo riprodotto senza ricavarci praticamente nulla…! Si, è vero, le regole in merito ci sono e spesso sono anche parecchio confuse a dir la verità. Ma un modo per non essere regolati c’è: essere originali. Ti aspetto sul mio blog…concittadino! Alla prossima!;)

  3. Eccomi di nuovo qui:) Ti ho aggiunto tra i miei contatti MSN. So bene che la tua idea è completamente diversa, ma quell’idea prevede dei costi non piccoli. Se è vero che ci sono gruppi emergenti in cerca di “gloria”, è anche vero che gli stessi sono timorosi di furti…ed è comprensibile. Quindi cmq ci sarebbero delle spese…che da soli è difficile affrontare. A meno che non sei figlio di Berlusconi!:D
    Lo streaming nel mio blog non parte perchè ci sono dei palinsesti prestabiliti. Non è una radio 24h/24h. Avviso gli ascoltatori tramite news letter o tramite posts che avvertono del giorno e dell’orario della messa in onda, che sia in diretta o meno. Alla prossima trasmissione ti avviso!
    Passa quando vuoi!…

  4. @Irago: Ho visto,aggiunto :) Immaginavo non fosse in streaming,ciò che fai in tal caso si chiama Podcast,e ti assicuro che la Siae tassa anche quello (ma solo se i brani che metti coprono piu del 20 percento ed altre cose,ho scritto un post a riguardo su questo blog). Per quanto concerne la mia idea è complessa ed ovviamente dispendiosa,più che per eventuali furti (spesso i gruppi iniziano col suonare cover) ci sono i costi della pubblica diffusione e dei diritti d’autore: per farti un idea ti consiglio di visitare il sito della Wra (www.wra.it) l’associazione delle Web Radio in Italia.

  5. @Irago: Si,una sorta,molti fanno così,anche chi soltanto vuol far ascoltare qualche song ai propri amici online,se proprio vogliamo essere pignoli nella definizione è una sorta di on demand,anche se sei tu il demand in tal caso. ;)

  6. Cari amici casertani vi invito a visitare il nostro sito http://www.radioradicchio.it . Credo che la nostra esperienza vi possa interessare. E perché no vi invito anche a portare un contributo alla nostra radio in termini di idee e non solo.
    dario….troverai una mail che ti attende con alcune domande…
    a presto

Comments are closed.