From Spamming to Mini-Spamming

Twitter for iPhone

Uno screenshot dell’interfaccia di Twitter per l’iPhone, Thincloud , raccontata da Laughingsquid

Di questo e di altre abitudini degli Internauti Douglas Coupland ne dà un ritratto divertente nel suo JPod.
Di cosa parlo? Tutti conoscete l’odioso Spam: che colpisca i vostri siti web o la vostra email con oggetti del tipo “enlarge penis” è una pratica abbastanza fastidiosa. Spesso viene fatta anche da blogger: il che è tutto dire.

Il Mini-Spamming invece fa parte di quella tendenza nell’usare i nuovi servizi, quelli relativi ai mini-post (messaggi che hanno un limite massimo di caratteri, come per gli Sms) come Twitter, Jaiku ed altri: Delymyth parlava già in questo post del giusto utilizzo di strumenti del genere e della trasformazione (grazie ai replies) del chiacchiericcio che avviene ogni giorno su Twitter o su Pownce in delle vere e proprie chat.

Stan Schroeder che utilizza tutti questi servizi, incluso Tumblr, ha riscontrato la necessità di postare ed inviare nello stesso istante di tempo gli stessi contenuti ed informazioni su questi quattro servizi diversi: Twitter, Pownce, Jaiku e Tumblr.
Questo utilizzo può essere travisato e considerato come mini-spamming, quasi una nuova frontiera dello spam: esiste per altro la possibilità di importare in questi servizi un Feed Rss preciso o creare dei mix con Yahoo Pipes! che sembra entrato nel dimenticatoio di tutti.

Giuseppe Granieri lo sta invece usando intelligentemente nella creazione di un Live Blogroll: l’idea mi piace e vorrei portarla avanti in futuro su queste pagine. Ma questa è un’altra storia.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

1 thought on “From Spamming to Mini-Spamming”

Comments are closed.