Fare business su Internet? Se sei in Italia…

Bakeca è un sito di annunci gratuiti online che nacque un po’ come Craigslist in versione italiana. Ho sempre avuto insieme ad altri una considerazione di Bakeca non proprio altissima: a partire dagli annunci liberi legati alla prostituzione che ci sono, in maniera però decisamente più soft, anche sui giornali.
E’ che ascoltando i numeri citati nel servizio su Bakeca del TG3 viene qualche dubbio riguardo il fare business su Internet in Italia: Bakeca produce 2 milioni di euro di fatturato con una previsione di 5 per il 2009. Il sito web sviluppa 4 milioni di utenti unici al mese con 150 milioni di pagine viste e sta progettando di offrire nuovi strabilianti servizi come una specie di reality game che ho già segnalato qui sul blog in un Feedmastering.
Il business di Bakeca è legato agli annunci pubblicitari il cui inserimento per i privati è gratuito mentre la promozione legata ad aziende e l’aumento della visiblità con la pubblicazione fanno parte di servizi PRO a pagamento. D’altra parte c’è una buona dose di pubblicità online con link sponsorizzati (niente AdSense) spesso molto in target con i contenuti degli annunci C’è anche una sezione riguardo i Link Utili che Bakeca suggerisci: in quella blog non c’è ad esempio nessun famoso blogger “consigliato” il che mi fa sospettare che siano link amici o ancora peggio in vendita. Ovviamente sono solo suggestioni (la categoria “vacanze e turismo” ha ben 76 link esterni).
Bakeca non è propriamente (anche se bisognerebbe definire finalmente cosa voglia dire) un servizio “2.0” e forse per questo fa soldi: ha i feed RSS mentre non sono riuscito a trovare una versione per dispositivi mobili.

Non è mia intenzione fare le pulci ad una azienda italiana che fa mercato, crea occupazione e valore ma vorrei rispondeste alla domanda: quale azienda e servizio (non ditemi Virgilio vi prego) che usa esclusivamente Internet in Italia ottiene ricavi del genere?