9 motivi per passare da Facebook a Google+

Google sembra sia intenzionato ad acquistare Hulu mentre grazie a Skype sarebbe imminente il lancio della videochat su Facebook. E se è possibile trasformare l’interfaccia di Google + in quella di Facebook ci si chiede perchè cominciare a usare Google Plus invece di Facebook: il post di Robert Scoble è critico ma usa argomentazioni banali come il fatto che tua madre non userà mai Google+ e forse è meglio che resti su Facebook. Probabilmente è vero, non lo nego.

Dall’altra parte invece PC World fa un elenco di 9 motivi per usare Google Plus invece di Facebook che riassumo in breve:

    1) L’integrazione con i servizi di Google (Gmail, Google Docs, Google Search, YouTube, Picasa)
    2) La gestione degli amici: da una parte le Cerchie di Google favoriscono e aiutano il lavoro di condivisione mentre dall’altra i recenti Gruppi di Facebook non sono ancora comodi.
    3) Applicazione mobile: l’app di Google + per ora è basilare ma si integra bene sui dispositivi Android e quindi può essere un vantaggio forse più per Google per contrastare Facebook che per gli utenti.
    4) La ricerca degli argomenti. Se non hai proprio nulla da dire e condividere evidentemente Sparks (Spunti) è ciò che fa per te ed è una mossa furba perchè consente a Google di portare i dati del suo motore di ricerca all’interno di Google Plus facendo ciò che finora non ha fatto ancora Facebook. Il dubbio ora è: una rete sociale è anche e soprattutto un search engine oppure si rischia di fare confusione?
    5) Dammi i miei dati subito o cancellali per sempre. Facebook ci ha messo del tempo per capirlo: con lo strumento Data Liberation Google invece permette facilmente di salvare tutto ciò che vuoi.
    6) Il sistema di tagging. La privacy delle persone che vengono taggate nelle foto di Google+ è diversa: Plus avvisa che stai taggando una persona e che gli darai accesso alla foto e all’album. Inoltre non c’è una tecnologia di Facial Recognition ossia riconoscimento facciale.
    7) Le chat di gruppo. Plus parte più ‘social’ di Facebook: la funzione Hangouts facilita le chat di gruppo rendendole divertenti e piacevoli perfino in un social network pieno di persone. E con Huddle attraverso l’applicazione mobile fare si possono fare chat testuali con più persone.
    8) La privacy dei contenuti. Con Google Plus non ci sono delle impostazioni di Privacy generali per ciò che si condivide ma in funzione di quello che vogliamo pubblicare possiamo scegliere a chi mostrarlo.
    9) I personal data. Google protegge i nostri dati meglio che Facebook perchè è una azienda più matura (credo sia una affermazione azzardata).


Mark Zuckerberg su Google+

All’elenco aggiungerei anche che Google+ ha 3 cose che trovo positive: una gestione delle foto (sempre in primo piano) più usabile soprattutto per leggere i commenti, uno Stream dove i contenuti aggiornati di recente sono sempre in primo piano anche se c’è stato un commento nel post precedente (un po’ come era su Orkut), un sistema delle notifiche più gradevole e funzionale.

Alla lista hai qualche altra motivazione da aggiungere? Non dimenticare di suggerire spunti anche per il prossimo post: 9 motivi per usare Facebook invece di Google Plus.

[UPDATE]

– Mi ero perso Circle Hack: alcuni sviluppatori di Facebook hanno realizzato un tool che simula le Cerchie di Google+.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

7 thoughts on “9 motivi per passare da Facebook a Google+”

  1. Aggiungerei il fatto che Hangouts non è solo una chat ma dà la possibilità di fare video conferenze fino a 10 persone °___°
    ed è anche possibile vedere insieme i video su youtube mentre fai la videoconferenza. Ora manca solo il volume di gente che c’è su facebook :)

  2. Picasa ha già un sistema di riconoscimento facciale sul software desktop, penso che per il momento non ci sia ma potrebbero implementarlo.

  3. Dario, mentre rifletto sulle parole del tuo post (non lo so mica se mi hai convinto, eh :)) ti chiedo: ma, rispetto a FriendFeed, che tipo di considerazioni faresti?

    1. Non volevo mica convincere nessuno ;)
      Mah, FriendFeed è a metà tra un giochetto social e un feed reader, almeno per me. Non so ancora perchè sia ancora in vita sinceramente: una volta credevo fosse un laboratorio per Facebook ma ora non saprei cosa pensare. Credo sia sinceramente molto comodo come sistema automatico e aggregatore di conversazioni, è riuscito là dove in molti casi i commenti dei blog non ce l’hanno fatta.

Comments are closed.