Facebook come disturbo della personalità

facebook-pubblicita-advertising.jpg

Photo Credit: FG@flickr.com

Mi ero perso questa fantastica pubblicità dell’account di Facebook del senatore Francesco Casoli apparsa il Dicembre scorso sul Resto del Carlino. A me ha fatto sorridere. Per non parlare della sua proposta di organizzare un Facebook day al Senato.
Che senso ha? Lo sa il Casoli che non siamo ancora nemmeno nella top 20 dei paesi per densità di popolazione su Facebook (si si, ci sono nazioni giganti al confronto)? E poi ancora: non era più saggio promuovere sul giornale il suo (mal fatto) blog o il sito web personale?
Intanto, non sono sicuro che sia il senatore Casoli, ma pare abbia scritto qualcosa oggi su Friendfeed spiegando i motivi della sua scelta:

Buongiorno a tutti, entro in punta di piedi in una discussione molto articolata che mi riguarda leggermente.. Cerco, con fatica vista la mia veneranda età e le mie limitate capacità.., di rimanere in contatto con il mondo usando tutti i mezzi a disposizione. Per fare questo cerco anche di allargare il mio bacino di idee pubblicizzando la mia presenza su questi mezzi di comunicazione. Devo ammettere che l’idea è molto “deserto nel cuore” ma è una MIA idea e quindi non pensate che intorno a me girino persone così “commoventi”. Per quanto riguarda la MIA presenza, ebbene si sono solo io. Non è facile e a volte sono latitante, ma quando scrivo lo faccio con i miei polpastrelli. Quindi vi chiedo, sommessamente, datemi una mano. Partecipate alla giornata fb al senato, datemi delle idee, fatevi sentire. Saluti – francesco casoli

P.S. Ho preso in prestito il titolo del post da questo.

Via [Fabio Giglietto]

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

6 thoughts on “Facebook come disturbo della personalità”

  1. Caro Amico,

    ma lo sai che sei veramente disarmante?
    Ma sei capace solo di criticare?
    Una bella frase che conosco è: Ok le cose sono difficili da cambiare, ma cominciamo!
    Tu sei abituato a vedere nero e pensi che tutti siano come te Io vedo positivo e cerco di indirizzare le mie azioni verso questa direzione.
    P.S. il mio sito forse non è bello, ma per me funziona!

    Ciao

    Francesco Casoli

  2. @Francesco Casoli: Da quando siamo amici? :-)

    Buongiorno signor Casoli. Disarmante: il post è (anche) ironico. Pensavo fosse chiaro partendo già dal titolo.
    Qui non si critica col puro gusto di farlo ma si buttano in pasto pensieri, idee, impressioni proprie. Nel panorama attuale il suo tentativo è comunque da apprezzare, questo mi sembra scontato.
    Mi permetta di dire che il mio atteggiamento nei confronti della vita è ottimista, meno rispetto alla politica ma questo non influisce sulle mie personali considerazioni “tecniche”. Se ha scelto personalmente la sua strategia questa cosa le fa maggiormente onore. Guardare con attenzione i feedback ed i suggerimenti sarebbe segno d’apertura, quello che lei intende come “positivo”.
    Ho dato un parere sul suo blog e non sul suo sito se legge bene: a me risulta di difficile lettura, tutto qui. E’chiaro che, ascoltando il parere di tutti, si può migliorare sempre.

    Saluti.

  3. Gentile Sen. Casoli,

    l’idea è da apprezzare senza dubbio anche se il metodo è a dir poco divertente (ci conceda di riderci su per lo meno, perchè dopo questi secondi di svago torniamo ad essere persone senza privilegi con tutti i problemi che ne derivano).

    Un consiglio, se vuole accettarlo: identifichi in rete i bloggers e gli utenti che le sembrano più attivi ed efficaci e se trova qualcuno tra loro che non ha un lavoro glie lo dia lei: lo coinvolga nella promozione della sua immagine online.

    Funzionerebbe sa?

    In bocca al lupo per la sua iniativa.

    Daniele

  4. non capisco l’utilità del facebook day al senato (qualcuno mi aiuta?) – anche se certo è sempre meglio del family day coi cattolici in giro a rompere i coglioni…

  5. Caro Sen. Casoli,
    questo post non mi è sembrato mica tanto cattivo nei sui confronti!
    L’ironia aiuto molto e una sua ripsota gentile e simpatica gli avrebbe fatto guadagnare almeno 100 amici su fb…
    Detto questo, confermo che il blog è bruttino (solo i titoli dei post in home è una soluzione che nessun blogger utilizza, e comunque dopo il terzo blogger che me lo dice io qualche dubbio me lo farei venire), sottolineo l’ottimo consiglio di Ikaro e infine le faccio i miei complimenti per la sua volontà di usare la rete.
    Cordiali saluti

  6. Cari sofisticati bloggers,

    io mi sforzo,ma voi mi sembrate un pò troppo snob.
    Accetto e apprezzo tutte le critiche, la mia (sommessa)
    è che mi sembrate un pò troppo sicuri di voi e decisamente
    tanto altezzosi.
    Cercherò di adeguarmi al clima.

    Chissà, magari aumento almeno di una cinquantina.

    Saluti

    Francesco Casoli

Comments are closed.