Eravamo quattro gatti su Internet in Italia

Quando si dice che Internet sposta voti in Italia ed ha portato una rivoluzione nell’informazione probabilmente non si tiene conto di alcune ricerche come quella di Nielsen che valutano l’uso di Internet da parte degli italiani.
E’ possibile scaricare l’indagine (file .ppt) e leggersi le slide nelle quali si evince che il 45% degli italiani non utilizza Internet.

nielsen-rapporto-digital-divide

Ovvero:

28,4 milioni gli italiani che utilizzano la rete: 2 milioni e mezzo in più rispetto al 2008, oltre 5 milioni in più del 2007»;
«solo il 42% delle famiglie italiane con un componente in età compresa tra i 16 e i 64 anni accede a Internet»;

Che novità, vero? E’ interessante invece leggere il rapporto che gli italiani hanno nei confronti della tecnologia e che uso ne fanno, sempre più intrattenimento ed utilizzo usa e getta. Le conclusioni di Nielsen infatti portano a:

Lo studio della relazione tra nuove tecnologie e fruizione di contenuti evidenzia 2 dinamiche contrapposte:
La prima, positiva, in cui la tecnologia è stimolo/opportunità grazie all’accesso illimitato ad informazioni e contenuti
La seconda, negativa, in cui ai contenuti tradizionali se ne sostituiscono altri a minor valore aggiunto (contenuto usa e getta)

In assenza di una progettualità di sistema (scuola, imprese, politica, ecc.) la seconda dinamica tende a prevalere, soprattutto sulle nuove generazioni

L’impatto depressivo di questo trend sugli acquisti è evidente ma non irreversibile  l’utilizzo delle nuove tecnologie fatto dagli eclettici genera relazioni virtuose per il mercato dei contenuti:

Internet può essere un concorrente sleale (p2p)
Ma anche canale e stimolo all’acquisto
Le nuove piattaforme tecnologiche in generale abilitano nuove modalità di fruizione dei contenuti

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

1 thought on “Eravamo quattro gatti su Internet in Italia”

Comments are closed.