Una email a Mario Monti

Negli anni passati abbiamo visto utilizzare i canali istituzionali dei ministeri per comunicazioni ridicole che spesso riguardavano fatti privati: dagli annunci dei libri di Brunetta alle smentite di Tremonti e Berlusconi chi più ne ha ne metta. Era la politica del precisare l’imprecisabile.

Ieri sul sito del Governo è apparsa la sezione Dialogo con il cittadino nel quale Monti pubblica una analisi (della quale dobbiamo fidarci perchè non possiamo leggere la controprova) delle circa 2000 email che ha ricevuto direttamente dai cittadini italiani. Sono da leggere sia gli estratti dei messaggi che le richieste: secondo le statistiche solo l’8% di questi, ossia 160 cittadini, lo ha criticato. Il Governo invita a scrivere e annuncia che aggiornerà presto la sezione con quesiti e risposte:

Più della metà dei cittadini (56%) scrive al presidente Monti per esprimere un sentimento di “gratitudine e fiducia” nel suo operato e con l’intento di formulare proposte per contribuire a risolvere la crisi e far ripartire la crescita. Il 44% delle mail chiedono soprattutto un maggiore sforzo al governo per ridurre i “costi della politica e della pubblica amministrazione” e una maggiore attenzione verso i giovani, il lavoro, la famiglia. A tutti questi cittadini il presidente Monti sta rispondendo personalmente ringraziandoli per il sostegno dato al governo.

Sarebbe bello realizzare una sorta di Wikicrazia se tutti gli italiani, almeno quelli connessi, inviassero una email (oppure un tweet, perchè no?) con ciò che pensano sull’operato di Monti ma soprattutto con domande, proposte, descrizione dei problemi che notano su stessi e sul Paese. Un gruppo ha già cominciato da qualche tempo con il progetto Wikitalia e chissà che il Governo non lo possa utilizzare, inglobare o realizzarne uno simile.

In un Paese però in cui pure la democrazia si regge a mala pena, mi sembrano ancora un po’ utupostiche dunque accontentiamoci di inviare una email a Monti (si si, non la leggerà Monti ma finirà in quelle statistiche) e tagghiamola come la nostra #montipen.

email

103 pensieri su “Una email a Mario Monti”

  1. quesito :un nucleo famigliare di due persome ultrasessantacinquenni con un reddito superiore a €36151 percepiti da un dei coniugi non ha diritto alla esenzioni ticket saitario. se percepito da un solo conige se i due coniugi percepiscono separatamente una cifra inferiore a quella summenzionata ma separatamente la superano e anche di molto hanno diritto alla esenzione ‘

    1. Caro sig. Ferdinando, non è come dice lei: lìimporto si riferisce al nucleo famigliare. Inoltre lo scandalo è proprio che una persona sola che prende un euro in meno dei 36mil e rotti ha l’esenzione e due persone che hanno ciaascuna poco più di 18mila euro a testa e superano il tetto non ce l’hanno. Questo è ingiusto!!!

  2. non si deve toccare l’articolo 18,e un diritto sacrosanto, con tutte le ingiustizie che ci sono sul posto di lavoro mobbing, maleducazione, vorrei mettere MONTI e BRUNETTA con una paga misera e l’affitto o il mutuo che sto pagando, che si vergogni questi politici pieni di soldi che rubano i soldi degli italiani, che hanno rovinato il valore della politica della destra, fatelo coi stranieri, loro non hanno niente da perdere ma l’italiano si, che garanzie abbiamo noi?

  3. che devo dire….che vi dovete vergognare e poco, lei e poi tutti quelli che vengono dopo di lei, io come devo campare (vivere). Non trovo lavoro perchè sono grande a 38 anni questo e quello che mi rispondono, ma io come devo mangiare…….scusate nn ci avevo pensato a voi che ve ne frega. mi vergogno di essere italiana. Andro a chiedere l’elemosina forse qualcosa riesco a guadagnare

    1. Grandissimo pezzo di mxxx e grandissimo testa di cxxx da qoando sei entrato al governo ai detto solo mincxxx, hai tolto i soldi a tutti gli invalidi civili, Monti hai figli: spero che quello che me venuto a me gli viene ai tuoi figli così capisci il significato, ma con tè ancora non ho finito testa di mxxxx mi avete tolto l’accompagamento e lasciato l’invalidità 100% con soli 278,00 al mese ma io ora da te pezzo di mxxxx che sei pretendo mille euro al mese più la reversibilità se non ottengo questo mi tolgo la vita e tu paguerai le conseguenze, è non provare a fare controlli perchè gli insulti ti arriveranno via televisione e lo saprà tutto il mondo che persona shiosa sei.

  4. Egregio Dott. Monti inrelazione alla sua manovra tecnica-finanziaria, si sta realmente sottovalutando il problema che le aziende stanno subendo:
    i contribuenti devono pagare e FARE SACRIFICI ma può il suo organo statale INVITALIA RETI SPA non adempiere al pagamento di una fattura di 1200 a far data da novembre 2011, a capo di una persona fisica di soli 20 anni?
    Come aiutiamo la nuova generazione, prima di pensare che siamo sopra alla Grecia?

    Chiedo un intervento immediato su quelle che sono le normative relative al DURC e quando devono richiederlo e per quali importi.
    Attendo Vs. note.

  5. EGREGGIO SIGN MONTI,appartengo allo scalino più basso della nostra soceta’,categoria come lavoratore. ,e senza nessuna presunzione ,avrei una dritta da darvi. credo che andrebbe bene ad entrambi le classi ,voi ricchi e noi poveri lavoratori,per evitare questa agonia ,che diventa sempre più maggiore per noi ,specie lei che ha detto che in passato cè stato troppo buonismo , rimetta i campi di sterminio ,cosi per il 2013 ci eliminate a tutti e cosi restate solo voi ricchi ,vi pagate il debbito che vi ha arricchiti e state tutti felici e contenti !!!!!!!!!! cordiali saluti ……..da un lavoratore che riesce ad arrivare a fine mese perchè i soldi li prende il 15 !!!!!!!!!!

  6. Apprendo oggi, pubblicato da repubblica, che Antonio Mastropasqua quadagna 1 milione 206 mila euro l’anno. E’ una vergogna e un insulto a tutti i lavoratori che dovranno lavorare 3-4 anni in più per la pensione. Ma cosa fa mastropasqua per quadagnare così tanto, è un furto a tutto i lavoratori e alle casse dell’Inps. Monti dovrebbe fargli restituire tutti i soldi che Mastropasqua ha ricevuto in tutti gli anni che ha lavorato nell’Inps visto i risultati negativi, per i quali si chiede ai lavoratori di andare in pensione dopo 42- che diventeranno 43 anni.
    Anzi dovrebbero farlo dimettere e forse licenziare con l’art. 18 per il quale l’accoppiata Monti-Fornero stanno rompendo le scatole a tutti.

    GiGi

  7. A proposito quanto quadagnano Monti e la Fornero??? E i loro figli ??????
    Ma perchè non mandiamo al governo i giovani che hanno bisogno di uno stipendio e che almeno possono costrutire il loro futuro????

    GiGi

  8. caro monti ( caro nel senso k stai facendo schifo !! ) ho 19 anni sono senza lavoro , i miei non mi mantengono le tuo merda di leggi inutili stanno facendo schifo come te !! inizia a dimetterti cretino se avere un posto fisso è monotono !! cesso !! vedi te se io ha 19 anni dv fare la fame x un testa di cazzo come che vali quanto una banconota da 20 euro falsa !! vedi di svegliarti xkè ti stai facendo del male da solo !!!

    1. la cosa certa è che il tuo rattrappito cervelletto (poco usato) rispecchierà il tuo misero modo di scrivere e, quindi, di essere. Un consiglio amichevole: corda e sapone, poi cerca un robusto albero…

  9. DOVETE ELIMINARE I MONOPOLI VERAMENTE E NON PER FINTA: POSTE ITALIANE SPA HA COSTRUITO L’IMPERO CON I SOLDI DELLO STATO.PRETENDONO TASSE, IVA, IRPEF,CHE GIA’ I PRIVATI PAGANO DA SEMPRE.DIAMO UN SERVIZIO POSTALE PRIVATO DA DUE ANNI E STIAMO CERCANDO DI TIRARE AVANTI MA TRA COSTI, MONOPOLIO DI POSTE ITALIANE,TASSE E CONTRIBUTI SE LE COSE NON CAMBIANO E’ MEGLIO CHIUDERE CHE LAVORARE PER PAGARE LO STATO.
    LIBERALIZZATE TUTTO,DIMINUITE TASSE E BUROCRAZIA,ELIMINATE I MONOPOLI E VEDRETE CHE PROBABILMENTE AIUTERETE GIOVANI E MENO GIOVANI(30-40 ANNI) CHE HANNO VOGLIA DI CRESCERE ,CREARE IMPRESA E LAVORARE.BISOGNA INIZIARE DALLA CREAZIONE D’IMPRESA PER POTER DARE LAVORO E FAR CRESCERE LA NAZIONE E DIMINUIRE COSTI PUBBLICI PER DARE SPAZIO AL PRIVATO.ADEGUARE LO STIPENDIO MEDIO EUROPEO DEI DIPENDENTI: IN ITALIA COME IN GERMANIA.
    POLITICI: BASTANO DAI 1000 AI 2000 EURO AL MESE DI STIPENDIO A POLITICO COME LA MAGGIOR PARTE DEI DIPENDENTI PRIVATI ITALIANI.
    LA GENTE IN ITALIA CAMPA CON LO STIPENDIO MEDIO CHE VA DAI 1000 EURO / 1300 EURO E PERCHE’ UN POLITICO NON RIUSCIREBBE A CAMPARE CON 2000 EURO A L MESE?
    AUMENTATE IL SALARIO MEDIO DEI DIPENDENTI PRIVATI E DIMINUITELO A CHI PRENDE CIFRE MOLTO PIU’ ALTE.

    1. Cari sign. monti. Mi chiamo Andrea ho la fortuna di essere un dipendente postale con uno stipendi di 1200 euro mensili. da pochi giorni sono mi sono sposato e mi creda ho paura di avere un figlio. in casa lavoro solo io con un affitto di 650 euro mensili escluse le spese. mi dica una cosa, io che cavolo ci faccio con il restante se tra imu accise di carburante, aumenti sulle utenze e sugli alimentari , qui non resta un cavolo di euro. ma lei ci arriva a fine mese. io credo che lei con il suo stipendio arriva anche a fine secolo. si vergogni di pretendere da gente onesta che ha perso l’abitudine di vivere sostituendola con quella di sopravvivere.
      p.s ragazzi io è vero lavoro in posta ma credetemi sono uno che si fa il culo quadrato lavoro agli smistamenti nn allo sportello sono li che scarico pacchi e sacchi. in passato ho lavorato 7 anni in cantiere e due anni il lavapiatti. io lavoro con gioia vorrei solo avere la possibilità e il diritto di essere sereno senza combattere con scadenze e quant’altro.

  10. Salve, ho seguito la puntata di giorno 1 Febbraio 2012… tutti quei politici messi li a parlare, per dare l’opportunità ai giovani di avere un lavoro, tutti i discorsi di finanziare le piccole imprese, si mettono in bocca miliardi e miliardi di euro che dicono di voler usare per la ripresa economica… e tutti gli altri discorsi vari.
    Io fin ora ho soltanto ascoltato parole e promesse, ma non vedo mai i risultati, mai si arriva hai fatti e alla concretezza!! e volevo rispondere a Sig. Monti riguardo l’affermazione fatta dicendo che i giovani si devono rassegnare che non avranno mai il posto di lavoro fisso, avendo pure il sarcasmo di dire che il posto fisso è “monotonia”….e certo tanto a lui e a tutti gli altri senatori non gli e ne può fregar de meno dei milioni di disoccupati che muoiono di fame e non ricevono nessun sussidio, tanto i cari onorevoli hanno il loro stipendio mensile che varia dai 30,000 ai 90,000 euro al mese!!
    “I loro stipendi però non se li abbassano eh….”
    Io personalmente sono un disoccupato di 23 anni con un’esperienza nella metalmeccanica come saldatore specializzato, mi chiamo Santo Nicoletti sono di Gela un paese a sud della Sicilia, è da 2 anni che non riesco più a trovare lavoro, negli anni precedenti ho sempre lavorato saltuariamente in trasferta con piccole società, convivo con la mia ragazza con cui ho 1 bambino di 1 anno, non ho un’1 €uro in tasca per poter mangiare, non posso pagare più la finanziaria della macchina, ne l’affitto…niente! Datemi voi la soluzione che devo fare????? Io voglio lavorare, ho un mestiere che riesco a fare, ma non riesco a trovare il lavoro! O mi date dal momento che non ho un lavoro un sostegno economico, o mi trovate un lavoro immediato. Ho provato a fare domanda di disoccupazione presso gli uffici di CAF ma non ci rientro ad avere il sostegno della disoccupazione…. per cortesia inoltrate la richiesta di sostegno, ho bisogno di un sostegno economico immediato!!
    Spese mensili:
    Alimenti per 3 persone: 300 €uro
    Affitto casa: 400 €uro
    Cure mediche bambino: 200 €uro
    Rata automobile: 365 €uro
    Carburante: 150 €uro
    Assicurazione auto: 635 €uro ogni 6 mesi
    Bollo auto: 320 €uro l’anno
    Questi elencati sono le spese principali che ci vogliono per riuscire a sopravvivere, vi prego cortesemente di aiutarmi!! vi inserisco
    Coordinate Bancarie:

    Conto Bancoposta
    Codice IBAN: IT73R0760116700000079835997
    Codice BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX
    intestazione: Nicoletti Santo

  11. Caro Monti, le scrivo perchè sono disperata.Mio marito artigiano nautico è caduto nella trappola crisi, non riusciamo a pagare nulla, ma lei pensa ogni tanto di aiutare le aziende che sono in difficoltà. Le chiedo soltanto di pensarci . Senza lavoro si perde la dignità e la voglia di vivere.
    saluti

  12. cosa dire…… mi vergogno di essere una cittadina italiana,la ditta dii mio padre è fallita nel 2008, e da allora una depressione terribile nella famiglia, Persone oneste noi, Voi bastardi ci avete portato via tutto quello che avevamo fino l’ultimo centesimo, case, terreni e la vita nessuno compreso il nostro comune ci ha dato una mano. Le case sono all’asta,,,,, e poi dove andiamo?,,,,,,, Io sono una ragazza separata con una figlia di 9 anni disoccupata,,,,,,,,, e questo paese non ti da lavoro è una vergogna da quando …anche ho saputo che siamo in europa,,,,,, per quelli che hanno ancora un lavoro, abbiamo lo stipendio più basso e le tasse più alte, nn si può più vivere cosi…. siete voi che portate gli italiani a fare pazzie, ad ammazzarsi perchè non hanno un lavoro, Voi strozzini che prendete 50.000,oo euro al mese ,,,,, vergognatevi,,,,,, aiutate gli italiani….. io ho paura della fine che può fare l’italia il paese che sono nata e che adesso sono arrivata ad odiarlo. Vi prego aiutatemi ho bisogno di lavoro io , la mia famiglia e per mia figlia……..voglio vedere fino dove siete capaci ad arrivare, se foste intelligenti in parlamento ci potrebbero stare solo una 10 persone e il resto a casa i soldi nelle casse degli italiani e meno tasse…….tanti italiani hanno lasciato l’italia e forse è la cosa migliore…..LADRI….

  13. Salve,
    Volevo chiedere a Monti se le sembra giusto che un piccolo bar che già con la crisi non lavora tanto, l’ASL non vuolè più farci fare i panini perchè abbiamo un solo bagno, quando per strada ci sono ambulanti che fanno panini, salamalle, patate fritte… ecc senza neanche un bagno..
    Grazie

  14. Salve a quanti hanno commentato, li ringrazio. Volevo precisare se mai ce ne fosse bisogno che ovviamente questo non è il sito web del Governo (ma il mio) dove inviare email e che Mario Monti qui non ci legge, potete inviare le lettere all’indirizzo email presente nel link che ho scritto nell’articolo.

    Grazie!

  15. Il nostro Paese stà vivendo un periodo storico molto delicato e
    preoccupante soprattutto per quanto concerne l’occupazione.
    Molti si ritrovano dopo anni di lavoro disoccupati. I più giovani
    non riescono a pensare ad un futuro perchè non trovano una
    collocazione nel mondo del lavoro. Le domande che tutti ci poniamo sono :Come andrà tra qualche anno?E’ possibile risanare quello che per tanti anni non si è voluto fare e soprattutto si è pensato solo a come lucrare meglio .Senza pensare minimamente alle conseguenze che avrebbe sortito tale comportamento.Oggi alla luce dei fatti siamo chiamati a fare grossi sacrifici per colpa di quelle persone che per molti anni non hanno fatto il proprio dovere.Il popolo italiano stà dimostrando in questa occasione di avere un grande spirito di sopportazione,soprattutto quando si parla di lavoro fisso dicendo che bisogna cambiare mentalità perchè il lavoro fisso non esiste più. L’ipocrisia campeggia sempre anche di fronte all’evidenza contraria,dal momento che tutti i figli di parlamentari hanno il posto fisso. Questo non so proprio come commentarlo. Diciamo solo che tutto ciò si commenta da solo.A questo punto vorrei fare una richiesta per quanto concerne la ricevuta di acconto con trattenuta.Ricevute che non possono superare l’importo di £5000 l’anno. Vorrei poter chiedere di innalzare a £8000 l’anno .Faccio questa richiesta perchè aprire la partita iva per un guadagno di poche centinaia di euro al mese non è possibile sarebbe troppo gravoso dover pagare tutti i contributi richiesti dallo Stato.Cambiare tale legge darebbe un aiuto concreto a chi ha un reddito basso e non vuole rinunciare a lavorare qualche ora in più.
    Noemi D.N.

  16. Siamo costretti ad abbandonare l’italia ed andare in paesi che dicasi meno civili di noi per provare ad avere una vita dignitosa.State togliendo tutto agli Italiani. Sopratutto la Dignita’ che e’ un diritto dell’uomo che ormai avete calpestato del tutto.Siamo un nucleo familiare di quattro persone e non riusciamo a trovare lavoro. Grazie.. grazie per tutto .Stiamo lasciando l’Italia senza rimpianti ma con rammarico di vedere un paese che a suo tempo era civile ridotto all’inciviltà più’ assoluta e sono sicura che nel paese dove andrò.’ nessuno mi neghera’ la dignità perché avrò la possibilità di lavorare senza pagare tasse assurde come sta’ succedendo nella mia bella Italia che avete ridotto in una pattumiera per miserabili

  17. Caro Dottor Monti lei parla sovente di spread ed il Suo obiettivo è quello di ridurlo, utilizzando però le tasche di chi non riesce più ad andare avanti ……… invece di permettere a 58 auto blu di partecipare al derby faccia un bel viaggetto per l’ Italia così si rende conto che sta continuando a distruggere l’economia reale del paese cioè quella basata sulla piccola media impresa.
    Inoltre vorrei sapere come mai stiamo continuanto a pagare lo stipendio di quei parassiti che ci hanno ridotto così che cosa stanno facendo ora (oltre a godersi gli stipendi e le varie agevolazioni senza fare niente).
    Mi auguro che succeda presto qualcosa !!!

  18. sembra impossibile ma tutti coloro che vanno a governare sanno risanare i conti alle spalle dei disoccupati e lavoratori……. PD sveglati il presidente non teme le elezioni ma voi SIIIIIIIIIII

  19. se sei tanto bravo a palare ?saresti bravo a CAMPARE CON 1.200,OO EURO AL MESE?DILLO .DILLO IN PUBLICO ,SE AI LE PELLLLLLLEEEEEEEEEEEEEEEEE

  20. Carissimo Profesor Monti
    All’inizio della sua candidatura pensavo che forse con lei l’Italia sarebbe riuscita a riprendersi,ma ora mi sto rendendo conto che siamo peggiorati in modo irimediabile,la benzina a due euro,i prodotti alimentari che aumentano tutti i giorni.le ditte che non riescono ad andare avanti e licenziano,ma lei questi problemi non li considera????
    Io penso proprio di no altrimenti il suo governo farebbe qualche cosa.
    Io sono stato un artigiano che 5 anni fa ho dovuto chiudere per mancanza di commesse,e da quel periodo ne io ne mia moglie riusciamo a trovare lavoro,e senza nessuna ritribuzione ho anche una figlia che studia ma che dovrà lasciare gli studi in quando no riesco più a pagare.
    E come me ci sono tanti altri ex artigiani nelle mie condizioni ma è possibile??????????
    So benissimo che lei Presidente non leggerà mai questo messaggio in quando non le importa niente delle persone come me,lei e i suoi non avete problemi a fine mese avete sempre gli stipendi.
    Comunque mi raccomando i vostri privilegi non li toccate.
    Saluti Mario

  21. Caro Presidente Monti,
    spero che Lei possa leggere tutte queste parole che ogni cittadino scrive per farLe capire le serie difficolta’ alla quale si va’ in contro con i progetti che Lei sta mettendo in pratica. Le posso dire che mio marito, lavora aal Sirti (azienda telefonica) che ora e’ in piena crisi e vuole abbassare gi stipendi a tutti i dipendenti giovani o anziani che siano per dare il lavoro in subappalto. La nostra famiglia e’ composta da tre persone, io mio marito e un bimbo di sei mesi. Abbiamo un mutuo di 950,00 euro al mese, tra un po’ ci sara’ la tassa IMU sulla casa e il nostro guadagno mensile e’ di euro 2000,00 totali che tra poco diventeranno 1300,00 euro perche’ la ditta dove lavoro in questo momento ha problemi seri e quindi con il benedetto e maledetto art.18 ha intenzione di lasciarmi a casa e io ho gia’ un’eta’ di 46 anni e non e’ facile trovare lavoro. Mi puo’ rispondere e dirmi come possiamo fare a vivere??????????????????????

  22. Vorrei parlare di Monti ma prima devo chiedere al Sig. Santo che chiede soldi di essere un pò più dignitoso, primo come non fà a rientrare nella disoccupazione evidentemente non ha mai lavorato, o nella sua vita lavorativa non ha mai versato i contributi o quantomeno ne ha versati meno di 54 settimane che servono. Poi chiedergli che cavolo di vettura ha un operaio per pagare 320 Euro di bollo. Venditela gira in bicicletta e mangia e paga le medicine con quei soldi.
    Smettiamola di fare tutti i signori ridiventiamo umili che non è vergogna essere poveri e non potersi permettere tutto ciò che si vende.
    MONTI non centra nulla con i Cazzi che abbiamo fatto noi fino ad ora.
    Io sono un Imprenditore, ed ho dipendenti che a VISTA sono più ricchi di mè…..Ma che vadano a cagare e poi si attaccano all’articolo 18…. Il viaggio in Egitto il macchinone per la moglie da far vedere a scuola, il ristorante al Venerdi, la palestra, il parucchiere, bisogna guadagnarli per poterli pagare…. Non a rate aprendo finanziamenti a destra e sinistra……….Adesso ne pagate le conseguenze e date le colpe al Governo. Umiltà e Dignità, popolo Italiano, altrimenti uso il bastone.

  23. In questa povera Italia cI mancava un pirla docente della “BOCCONI” a risolvere i problemi finanziari. Una manovra così ero capace di farla anch’io che ho solo la terza media : aumento le tasse di qua… aumento le tasse di la… non tocco banche e casta perchè altrimenti mi fanno fuori ma massacro i sudditi, pardon, cittadini! Non so se avete visto il lungometraggio Disney :”Robin Hood” , sembra che siamo nella stessa situazione solo che il principe Giovanni è più simpatico. Sir Biss invece è uguale uguale alla Fornero!!!!

  24. Fiduciosa all’inizio, resto ora molto perplessa! Venerdi ho fatto compilare dal CAF il 730: paurosa l’ondata di tasse! Sono pensionata, mio marito invalido 100% dal 1980,con accompagnamento da soli tre anni.
    Non vedo l’ondata di EQUITA’ annunciata unitamente ai sacrifici: perchè la Chiesa che è molto ricca non paga IMU da quest’anno? Ah già: paghiamo ancora noi anche per loro. Questa, mi spiace, ma non è EQUITA’.

  25. monti carissimo,io sono stato tanto tempo in germania,quando presentavo la denunzia dei
    redditi il mio commercialista metteva timpro e dichiarava che era stato lui a compilare il tutto
    qui in sicilia i commercialisti non firmano e il bello che vogliono200 euro in nero.pensa quei commercialistiche hanno 300 clienti passiamo
    all’avvocati se i finanzieri fanno un controllo delle cause fatte o in corso vedono che 80xcento non viene fatturato,-i dottori degli ospedali ti danno appuntamento nel loro studio specialisti in prostata,una visita costa
    180 euro quando sono stato io ho contato10
    prima di me e dieci dopo,tuttoin nero.in germania un commercialista od un avvocato
    ha paura a parlare di soldi in nero gli ritirano
    il permesso di esercitare,fai una legge e cerca di colpire questi signori evasori dici ai finanzieri che quando fermano un cliente che esce dal caffe senza scontrino e gli fanno la multa questi signori avvocati cmommercialisti,ecc…ecc..si fanno le risate,
    spero che con questo scritto possa aiutare
    la mia patria GRAZIE UMBERTO

  26. COME SALVARE L’ITALIA?
    LEGALIZZATE LA PROSTITUZIONE!!!!!
    1° RIPULISCE LE STRADE
    2° + PIL
    3° + INTROITI PER LO STATO
    4° + SOLDI PER L’INPS
    5° – DISOCCUPAZIONE
    = AVVICINAMENTO AL PAREGGIO DI BILANCIO

  27. Bene bene bene, grazie Supermario per la supermerda in cui ci stai facendo affogare. Grazie per avere fatto in modo che la gente arrivi a preferire di ammazzarsi piuttosto che lottare per tirare avanti. Tanto i nostri suicidi sono pochi, no? Quelli in grecia sono stati oltre mille, no? Eh, cazzo, per te è tutto un numero? E allora, visto che con i conti sei così bravo, spiegami con quale logica pensi potrà crescere un popolo ed una nazione se nelle operazioni che li riguardano metti smepre il segno meno. Meno soldi, meno disponibilità, meno possibilità di fare progetti, meno possibilità di arrivare alla fine del mese… Ogni tanto qualche segno più non farebbe male, sai? Tra l’altro ti vorrei ricordare, o genio dell’economia, che nessun italiano ti ha voluto,. Ci sei stato imposto. Ci sei stato imposto da quegli stessi parrucconi che prima di te hanno sempre e solo fatto i loro porci comodi e intrallazzi (nota bene, mario, che non ce n’è uno pulito…). Sei stato appoggiato a capo del governo (quale…??) come il salvatore dell’italia. E guarda un po, quale curiosa coincidenza: qualche giorno prima di insediarti hai dichiarato di rinunciare al tuo compenso per il servizio svolto. Il caso vuole che giusto 24 ore prima qualcuno ti avesse eletto senatore a vita (e son soldi, tanti, tanti tanti soldi…). Io ti scrivo dal mio piccolo, so benissimo che te ne sbatterai di queste parole, così come di tutte le altre che compaionmo sia su questo che su altri mille siti e carta stampata. Io sono consapevole di essere una caccola insignificante,un granello di sabbia sul tuo bavero perfetto. E sai che c’è? Che me ne sbatto. Lo sai il motivo? Il motivo è che puoi fare quel cazzo che vuoi, puoi tassare anche la tazza del cesso e i peli che uno ha sul c@lo, puoi continuiare a blaterare di cose che non conosci, a fare demagogia, a raccontare balle per farti grosso col favore di quel bagaglio della germania ma c’è una cosa che a me personalmente non toglierai mai: LA DIGNITA’. Quella, abominevole ladro, non la puoi tassare. Quella non la puoi sequestrare, pignorare, toccare. Quella è mia, è roba mia e io me la tengo. Il giorno che troverai il modo di togliermi anche quella, e quanto è vero dio un modo, nella tua genialità, lo troverai di sicuro, allora sarà il giorno in cui mi rattristerò davvero, in cui forse mi appenderò ad una trave con una corda al collo, o cercherò di darmi fuoco davantio alla sede del parlamento o magari davanti a casa tua. Chissà…
    Ma fino a quel giorno continuerò a sperare, probabilmente in maniera vana, che tutta questa rabbia, tutto questo senso di schifo, tutto questo rancore che ognuno di noi si porta dentro esploda. E senza l’aiuto di falsi profeti (leggi grillo o altri…) ma semplicemente perchè il POPOLO, inteso come entità, sorgerà finalmente da uno stato di torpore e finta tranquillità che dura da troppo tempo per finalmente lanciarti dietro l’ipad, l’iphone,ilsuv, la rata del finanziamento e chissà c0s’altro.
    Personalmente ci spero, ci spero davvero tanto. Ma credo che non sarò qui a guardare, caro mario. Ti lascio tutto, così come lascio tutto questo onore ai miei “compaesani”. Quando scoppierà la bollaio sarò dall’altra parta del mondo, a vivere magari in una capanna di fango e sputo, mangiando frutta e radici e ogni tanto penserò ” cavolo, ero italiano…”

  28. arei tante ma tante cose da dire. ma mi gestisco sta diventanto uno schifo…… ci state facendo pagare anke l aria ke si respira vergogna ,tanto so già ke ha tutto il mondo politico ve ne fregate.ma fate veramente qualcosa x le fasce deboli è basta parole caro presidente mi aspetto ke ha breve termine fate qualcosa grazie,distinti saluti

  29. eliminare tutti i palazzi di rapresentanza.che mi rapresenta palazzo madama ecc….. e cosi nelle città. eliminiamoli riduciamo le spese pubbliche

  30. Salve !
    Signor Monti
    voglio dire una cosa: forse per voi sembrera la solita cosa ma vi chiedo di ascoltrmi tra le righe scoprirete molti consigli se siete intelligenti
    non riesco a capire perche’ visto che siamo italiani tutti perche’ dovremo pagare sempre e soltanto noi
    per voi non sono molti 1.000 euro al mese in meno sul vostro stipendio, visto che tutti i paesi del mondo prendono molto meno i loro governanti
    visto che non pagate ne benzina ristoranti e riuscite a non pagare cinema stadio ecc.. non spendete un euro per campare .. diciamo vi rimangono molti soldi in tasca puliti
    potete permettervi di contribuire anche voi, dall’inizio del l’anno sino ad ora sono stati confiscati beni e soldi dalla finanza che solo quelli potrebbero potrebbero rimediare a buona parte del debito ma non so che cosa ci facciano spariscono o cosa ?quelli cosa ci fate ?e con il vostro aiuto di 1000 euro al mese per quanti parlamentari siete.. non ricordo 630 …il conto e’ presto fatto 630.000,00 euro al mese per 12 mesi sono 7.560.000,00 un sacrificio a voi per 5 anni 37.800.000,00 aiutiamoci tutti per risolvere il problema.con i nostri e i vostri potremo raggiungere la soglia prima e rimediare a i vostri sprechi.ps, mia madre vedova prende una pensione di 650€ che gli e stata abbassata di 70 euro perche’ predeva troppo.. vergogna!! vivere pagando un affitto e bollette ecc.. piu’ tasse da sola se non ci fossimo noi figli morirebbe di fame sotanto per pagare le bollette bisognerebbe trovare un sistema che chi guadagna poco deve riuscire a camparci .e le bollette dovrebbero essere in base al suo stipendio cioe’ 580€
    nelmentre un ferroviere andava in pensione al compiere de 40 di eta’ non 40 di servizio ,io ho 42 anni e 27 anni di contributi e dovro’ lavorare ancora16circva anni piu 2 mesi all’anno ma per arrivare a 67 anni ono so quanti in piu per ‘ prendere la minima. ingiustizia……..
    bisognerebbe fare una valutazione in base e considerato dai lavori
    dovreste fare a parere mio :chi lavora in ufficio puo’ esercitare fino a 70 anni, tranquillamwente
    uno che lavora come muratore o fonderia non puo’ andare in pensione a 67 anni. vi spiego il perche’: se vai su una gru o fai un solaio i riflessi non sono piu quelli di una volta e potresti cadere o farti male ecc .io lavoro con gente che ha 56 anni e se non anno piu i riflessi scivolano eccnon hanno piu voglia perceh stanchi ,e voi parlate bene tantopuo andate con 20 mila euro al mese e piu’ di pensione
    senza alcuno sforzo fisico
    per voi e’ semplice ,nessuno sforzo, oppure dormite. ci sono riprese che testimoniano quindi inutileìdire il contrario ,poverini vi stancate molto predete tanto eppure con la vostra itelligenza non capite che ci sono lavori e lavori e la legge di andare in pensione piu tardi e’ una cazzata levate posti di lavoro ai giovani
    visto che ci tenete tanto a loro questo non e’ il modo di risolvere l’occuopazione ,facendo lavorare i vecchi bravii,,
    le soluzioni ve ne trovo quante ve ne pare volete fare ripartire l’economia io credo fermamente che forse non basterebbe ma
    se abbassano i prezzi la gente compra di piu’ piu prodotto piu manod’opera e piu’ personale quindi ripresa e rientro della disoccupazione e ripresa economica generale possibile sono leggi di mercato non ci arrivate da soli alzare il prezzo di tutto non vi fara’ trovare niente solo disoccupazione e poverta’ crisi ,ma voi che importa siete con le spalle coperte
    e trovate strategie solo per noi, a voi ci pensate!! un po’ di umilta’ potreste pure avercela per noi visto che vi ci abbiamo messo noi tutti voi .rispetto ,non chiediamo che di poter vivere in modo dignitoso , e vivere questa breve vita, bene ,sarete anche soddisfatti di come avete operato ma quando parlate di fare sacrifici al paese li deve fare, perche’ a voi non viene chiesto? non siamo tutti uguali forse ?il paese siamo tutti…. e chi ha le possibilita dovrebbe aiutare il paese a partire dal piu’ ricco non il povero si e il ricco no io non credo piu’ nel paese e mi vergogno di essere italiano
    fate morire la gente e non vi preoccupate per niente l’impegno non e’ soltanto trovare strategie e’ sacrificio tutti per tutti intendo anche voi , che voi per primi dovreste fare senza che ve lo chiedi nessuno ulmilta’ forse pero’ siete assetati dal potere e benessere economico lusso ecc .. prima date la possibilita’ di mandare via la gente e poi la signora Fornero dice se volete potete andare a lavoro.. ma dove ???se sei troppo vecchio chi ti prende piu’ poi la crisi ..e quindi uno disperato si toglie la vita perche non arrivano a fine mese da soli fugurarsi se uno ha un figlio piccolo e la moglie non lavora quanto costa campare un figlio oggi tra scuola asilo pannolini visitemediche ecc non basta uno stipendio e come viviamo… e voi permettete tutto questo::: voi poi ci ammazzate di tasse perche’ non fate il sacrificio come noi un piccolo sacrificio 1000€ per 5/10 a voi non vi cambiano la vita ,a noi 1000€ al mese devono bastare, a voi allora sono troppi allora quelli che predete no!!! siamo italiani ma mi vergogno di esserlo .rifettete ,,cominciate dalle piccole cose e rimediamo ma chi e’ ricco potrebbe aiutare il paese piu di uno che guadagna 1000€ oppure 500€ di pensione piu’ affitto ecc da pagare ..sono a vostra disposizione anche se sono sicuro che non leggerete nemmeno una di queste cose che la gente scrive perche’ non vi importa avete le spalle coperte siete li. e noi qui.saluti
    indignati da un cittadino italiano.
    carbone rosario

  31. Salve,
    Signor Monti
    Sono un ex LSU,ora dipendente di una ditta che coopera nelle scuole.A mio parere noto un grande spreco di denaro pubblico da parte di chi ci gestisce.Sarebbe più semplice lavorare con l’istituzione scolastica piuttosto che continuare a investire in cooperative,ditte e via dicendo.Secondo me ci sarebbe un risparmio del 50%.

  32. Buongiorno sig.Monti la crisi che si respira ha raggiunto ormai livelli allarmanti e penso che ormai la gente e’ stanca di sentire le vostre manovre,spread,e cavolate varie.Vogliamo, e penso di parlare a nome della maggior parte dei contribuienti,i fatti,qui finira’veramente male,la gente che si sta’ suicidando non e’ che solo la punta di un iceberg,le aziende stanno chiudendo i battenti,lavoro non se ne trova,le sembra giusto che lei e compagnia bella dovete costarci cosi’tanto?altro che governo tecnico,fate le leggi e trovate sempre gli stratagemmi per arricchire sempre i vostri portafogli svuotando i nostri che erano gia’molto precari.Le auto blu…che beffa!!le state diminuendo,mi sembra di 30000,ma state dando un bonus di 70000 euro a chi adopera i propri mezzi.ma siete o ci fate?E’ una offesa all’intelligenza,e’ un offesa nei confronti di tanti lavoratori onesti che sudano un mese per 1200 euro,ma non vi vergognate,voi lavorate grazie a noi,ma dobbiamo finire veramente con la guerra civile,ci state esasperando tutti.Egregio Professor Monti,faccia come Schettino,abbandoni la nave.

  33. Secondo me la colpa principale è stata di Berlusconi che ha dato il potere in mano a un NON POLITICO che dice di rifiutare lo stipendio e poi si viene a sapere che ne prende 70.000,00 di euri al mese.
    Non è forse arrivato il momento di rititarsi, tanto l’Italia va sempre più affondando.
    Berlusconi, ripensaci, manda a casa MONTI.

  34. Siamo una famiglia che offre Bed&Breakfast e dobbiamo pagare l’IMU.invece i contadini che affittano 4, 5 fino ad 8 appartamenti non pagano l’IMU . A noi piccoli fanno pagare!

  35. Il nostro Paese stà vivendo un periodo storico molto delicato e
    preoccupante soprattutto per quanto concerne l’occupazione.
    Atal proposito vorrei segnalare principalmente l’arruolamento come VFP1 E VFP4, in quanto qusti giovani sono disperati perche’ la maggior parte dopo un periodo di tempo vengono sbattuti a casa anche essendo sani e forti, PERCHE’ NON VIENE ELIMINATO PROPRIO IL VFP1 E VFP4 PERCHE’ I GIOVANI VENGONO DEMORALIZZATI E ILLUSI SPENDENDO DA PARTE DEL GOVENO MILIONI DI EURO PER MANTENERLI DURANTE IL SERVIZIO (MONTAGNE DI VESTIARIO MENSE PERSONALE PER ISTRUIRLI ECC……..)
    Molti si ritrovano dopo anni di lavoro disoccupati. I più giovani
    non riescono a pensare ad un futuro perchè non trovano una
    ricollocazione nel mondo del lavoro.QUANDO SAREBBE MOLTO ECONOMICO FAR ARRUOLARE UN NUMERO DI GIORNI E POI I VALIDI FARLI RIMANERE PER SEMPRE FACENDOGLI INTRAPRENDERE UNA CARRIERA – QUESTO NON E’ UN SGROSSO SPRECO?

    VI PREGO DI RISPONDERNI GRAZIE A PRESTO

  36. PRESIDENTE MONTI, non commento l’articolo ma ho proprio bisogno di sfogarmi anche se so non sarò letta certo da lei.

    LA SCONGIURO, BASTA CON I SALASSI SOLO HAI CITTADINI.
    1 TOGLIERE LE INDENNITA’ HAI PLITICI IO LAVORO E NON CE L’HO

    2 LEVARE I VITALIZI IO LAVORO UGUALE E NON CE L’HO

    3 STIPENDI NORMALI NON MILIONARI PER I POLITICI IO LAVORO E CE L’HO NORMALISSIMO 1.200 EURO MENSILI

    4 DIMEZZARE I POLITICI PERCHE’ SOLO NOI CITTADINI COMUNI DOBBIAMO ESSERE LICENZIATI è TEMPO DI CRISI PER TUTTI E DICO TUTTI.

    5 CHUDIAMO DAVVERO UN Pò DI ENTI INTULISSIMI

    6 AGEVOLIAMO I CITTADINI ITALIANI PRIMA CHE QUELLI STRANIERI vedi asilo nido dove non c’è più posto se non in un secondo momento per noi e non siamo tutti milionari

    7 BASTA ANDARE IN TV PER I CAVOLI VOSTRI BASTA BASTA BASTA SIAMO NOI NELLA CRISI MICA VOI

    RISPETTOSAMENTE MOLTO STANCA DI PAGARE E STARE ZITTA

  37. Riporto solamente la mia esperienza..anche se tutti siamo su una nave che sta affondando. Ho avuto un marito con una malattia degerativa, ho speso tutto ciò che avevo, frutto di sacrifici dei miei genitori e del mio lavoro di 30 anni di impiego. Rimasta vedova 9 annni fa ho dovuto fare un debito per coprire i debiti (75 mila euro circa) dovuti alla malattia di mio marito ed i suoi tre figli non hanno fatto altro che merre contro a papà 2 avvocati con causa…che ora io mi trovo a subire e a portare avanti…spendendo. I debiti con la Banca uno l’ho terminato, il secondo non ancora. Non ho un soldo da parte, la pensione di mio marito è gravata dai beni che lui possederebbe per fare il suo funerale ho dovuto chiedere un prestito a mio fratello ed ora mio marito non ha ancora una tomba. Passo la mia vita a tirare la cinghia….non faccio ferie, non posso cambiare i mobili che cadono a pezzi, non posso tinteggiare le pareti, insomma per quanto ancora dovrò sputare sangue avendo iniziato all’età di 23 anni con la morte del primo marito? Ma il caro Monti ha acquistato altre auto blù mi risuklta. E Lui a cosa rinuncia nella sua vita? Ha 1300 euro di pensione quando va bene? Ma si rendono conto tutti questi grandi soloni che la gente è ormai a passi estremi? E’ facile dare la colpa ai governi passati, ma non si vedono questi grossi benefici però di questo Govero. Mi hanno portato un cagnolino dopo la morte di mio marito che è la mia sola compagnia….e si èparlava di tassare pure quello! Ma Monti è un grande teorico o uno che non sa nemmeno quello che deve fare? Ora parrla delle tasse di chi ha perso tutto in una calamità che potrebbe colpire anche lui (e con buonismo dice ch si riparlerà dell’IMU per queste persone), che npon hanno nemmeno uno straccio con cui coprirsi? Io mi chiedo come non sia ancora avvenuta una rivoluzione in mezzo a tanta bagarre. Non mi piace la politica…la trovo sporca a tutti i livelli, ma che mi dicano che questo è un Governo tecnico non ci sto…è un Governo politico e peggiore dei Governi avuti prima. Che rinuncia lui ed i suoi fili al posto fisso: Che sia lui il primo a mangiare un pasto solo al giorno, che viva con 5oo euro al mese, che non si muova di casa per anni o solo tra ambulanze e sala Rianimazione…e poi la clausura totale fra quattro mura mangiando e dormendo quando tutto va bene. C’è gente che sta peggio e penso ai terremotati, ma tirare troppo la corda prima o poi si spezza penso. I ladrocigni sono un peccato grave contro chi è debole. Mi dispiace solamente perchè io sono Italiana e fiera di esserlo, ma non mi sento rappresentata da queste persone, non le ho votate e nemmeno cercate io. Non le conosco, sono tutti uguali, basta che siano col sedere su una poltrona e i soldi nella tasca e tutto è aposto. Uno si trova ad essere becco e bastonato per una vita intera anche nella vecchiaia. Si dovrebbero vergognare…se òl’Italia sta a galla non è certo per le loro menti…ma per la gente che ha una dignità grandissima. Che comincino loro a dare l’esempio nel fare sacrifici..dal Pulpito tutti sappiamo parlare bene, ma è nella vita quotidiana che le cose sono ben diverse. Tanti auguri caro Monti e che anche a Lei non venga una malattia degeherativa altrimenti vorrei vedere cosa capiterebbe, ma certo a lei i soldi non mancherebbero….!!! Provo solo schifo e rabbia!

  38. Egregio Presidente,
    non sono qui per commentare articoli ma per dirLe cosa mi stà accadendo da un pò di tempo.Sono una cittadina che sino ad ora si vantava di essere Italiana.Oggi le cose non stanno più così.Anche gli Organi Giudiziari hanno avuto un crollo e mi chiedo come si possa andare avanti se a posti giusti di tutela per il cittadino vengono inserite persone sbagliate.
    Sono Calabrese,della città di Cosenza,ed oltre ai problemi ben noti che il Sud deve affrontare, lo farà con grande dignità e sacrificio,ci sono problemi inerenti a giudizi tributari espressi da Giudici che non sanno neanche che cosa sia un tributo. Vi scrivo e spero che legga questa mia perchè nella mia città abbiamo un Giudice Tributario,di nome Antonella Gentile,che non riesce a comprendere cosa sia una partita IVA. Le spiego. Tanto tempo fà il mio commercialista,per mero errore,mi fece pagare con codice Iva e non Ici un mod.F24 di poche euro. Da lì tutti i guai iniziano.Per farla breve la finanza,non solo si è resa conto che non sono stata mai possessore di partita Iva ma,cosa assurda, è stata obbligata,tramite Agenzia dell’Entrate a mandare avanti il procedimento. Ora mi ritrovo con un fermo macchina ed una penale da pagare di più di 6mila euro. Ma non solo, al danno si è aggiunta la beffa.Il giudice tributario pur avendo preso atto che non ho partita Iva, che sono cittadina con un contratto Co.co.pro.,con tanto di buste paghe e Cud, ed in precedenza sempre con Cud e buste paghe ho lavorato come Dirigente Eni a Roma e per il Ministero degli Esteri,solo per quell’F24 il Giudice rigetta il ricorso perchè avevo l’obbligo di presentazione della dichiarazione Iva,questo èscritto nella sentenza.Ora sono costretta ad andare in appello facendomi carico di tutte le spese che dovrò affrontare.Se Lei desidera sono disposta ad inviarLe tutta la documentazione necessaria e da Buon Economista e Professore in materia,lascio giudicare a Lei.Mi aiuti per favore non sò come uscirne!!! L’unica questione che le pongo e spero Lei modifichi è questa: può un’onesta cittadina farsi carico di tutto ciò per una non conoscenza in materia di un Giudice che nulla sà di economia e di tributario? Stiamo parlando di un organo dello Stato o no? quali provvedimenti possono essere presi nei suoi confronti visto l’errore che ha commesso? Può una persona che ha iniziato la sua carriera professionale,non riuscita,come civilista,creare questi enormi danni? Attendo Vostre notizie.

  39. Egregio sign Monti ,le scrivo da mesagne un piccolo paese della provincia di brindisi…In questo momento molto critico per quanto riguarda la crisi che stiamo attraversando ,stiamo cercando di combatterla in tutti i modi possibili e immaginabili….Anche se volevo metterla a corrente che in questo paese ce un tasso di disoccupazione elevato ,la maggior parte di giovani si ritrova senza un lavoro,ed e difficile per noi tutti prospettare un futuro…..anche perche stiamo perdendo le speranze su tutto…..i nostri genitori si ritrovano senza un lavoro e molte volte siamo noi figli a portare il pane a casa…ma non e sempre cosi semplice…….Le tasse sono tante e molto elevate,le assicurazioni non si possono ,irpef su busta paga inaccettabile, e costa tutto sempre molto piu caro,la vita e diventata veramente difficile……vorremmo solo un futuro piu semplice e pagare le tasse come abbiamo sempre fatto noi tutti italiani. Distinti saluti

  40. Io sinceramente non ce la faccio più già da adesso che ancora ho 21 anni!! Mio padre lavora tutti i giorni, fa un lavoro in cui la sua vita può essere messa in pericolo e guadagna solo 1300 euro al mese…siamo 4 in famiglia e non ci vediamo vivi! Io vorrei andare all’università ma non posso perchè mio padre ha già tante cose da pagare! Come devo fare? Io non sono figlia di Bossi che mi posso permettere di comprare una laurea! Ma comunque, io proporrei invece di mettere altre tasse su tasse, perchè non abbassare gli stipendi ai politici?? Cosa se ne fanno di tutti quei soldi al mese?? Se togliessero 100.000 euro al mese dal loro stipendio sarebbe già qualcosa per coprire il debito pubblico!!!! 3 anni fa con la scuola sono andata al parlamento a Roma a vedere una seduta! Hanno fatto pietà! Ognuno si faceva i porci comodi loro, uno al telefono, l’altro dormiva, l’altro mangiava, l’altro si leggeva il giornale! ma dico io va, in che Italia siamo?? Un mese fa sono andata a Stoccolma e lì i parlamentari camminano con le proprie biciclette! Qui perchè devo avere mille macchine?? Io proprio non capisco! C’è un’Italia allo sfascio! E io sarò una delle tante che comincerà ad emigrare! Io il resto dei miei anni non lo farò nè ora nè mai in un’Italia così! Mi vergogno!!

  41. Preg/mo Presidente Mario Monti.
    Mi Chamo Carlo Antonio Giangregorio. Ho Visitato le zone terremotate di Mirandola Cavezzo. SONO MOLTO ARRABBIATO PER L’ACCADUTO DEI CROLLI DI NUOVE STRUTTURE- VORREI DARE IL MIO PARERE:
    NON FINANZIARE TALE DANNI SULLE SPALLE DEI CITTADINI, MA FAR PAGARE ALLA DITTE COSTRUTTRICI NON SOLO I DANNI CON TOTALE SPESA A LORO CARICO, MA ANCHE CON LA GALERA.
    LA PARTE INGEGNIERISTICA, LE CERTIFICAZIONE DEI POMPIERI, LE AURORIZZAZIONI COMUNALI, ESSI RESPONSABILI DI UN DISASTRO COLPOSO.
    E’ INUTILE AGGIUNGERE OLTRE IOL MIO PARERE
    SAREBBE SEMPRE PIU’ PIENO DI RABBIA.
    CORDIALMENTECARLO ANTONIO
    MODENA 6-6-2012

  42. EGREGIO SIGNOR MONTI,
    ho 45 anni e a settembre scorso mi sono aperta un negozio.non puo’ immaginare con quanti sacrifici.sono separata da 7 anni e 2 figli.ho lavorato come potevo e dove potevo per mettermi i soldi da parte.non ho mai fatto un viaggio,mai una vacanza e non so neanche cosa sia un villaggio dove passare le vacanze estive. ora devo pensare di chiudere perche’ con tutte le tasse e le poche entrate,l’affitto e 800 euro che mi prendo per vivere,e le assicuro non mi permetto uno svago,proprio non lo accetto!!!!!!in questa italia essere onesti penalizza.dov’è la dignita’ della persona?noi facciamo sacrifici e non riusciamo ad andare avanti,invece tutti i nostri politici con quello che fanno sono anche pagati profumatamente.le chiedo,gentilmente, di alleggerirci delle tasse perche’ la vecchietta del paese possa scendere sotto casa a comprare la spesa senza doversi fare accompagnare al centro commerciale.
    la ringrazio di prendere in considerazione il mio pensiero e stato d’animo.
    laura

  43. CHIEDO AL PRESIDENTE MONTI DI BLOCCARE IMMEDIATAMENTE I WARRANT AL RIBASSO DELLE AZIONI QUOTATE POICHE’ SOTTO ATTACCO DI SOROS, INOTRE TETTI STIPENDIALI PER PARLAMENTARI A CINQUEMILA EURO E GOVERNATORI E CONSIGLIEWRI E SINDACI A TREMILA EURO , ASSENZE IN SEDE PUNITE CON DECURTAZIONE DI 500 EURO , E LIQUIDAZIONI DI 80.000.EDIPEDENTI SOLO CON UN INCARICO, PUBBLLICO.E TRECENTO MAX PARLAMENTARI CAMERA UNICA E DIECI IN EUROPA SI RISPARMIANO 1000 MILIARDI ANNUI, SPOSTAMENTI CON MEZZI PUBBLICI PER POLITICI E RISARCIMENTI DEGLI STESSI POLITICI PER UFFICI AMMINISTRATI DA LORO A TUTTI I LIVELLI,NIENTE MIGRAZIONI PER AVERE VOTO DAI ROM, O ALTRE GENTI, GLI IMMIGRATI DEVONO ESSERE SOVVENZIONATI DA EUROPA PER ASSISTENZA E VENGONO SOLO PER LAVORO , NIENTE VAGABONDAGGI MALAVITOSI , CHI DELINQUE VIENE RESPINTO NEI PAESI D’ORIGINE

  44. sono una ragazza di 17 anni con due sorelle piu’ piccole mamma disoccupata e papa’ è morto nel 2007 voglio che a mamma gli venga dato un’aiuto invece di sputtanarvi tutto cari politici aiutate ki ha bisogno e fate qualcosa di concreto!!!!

  45. caro Monti, tra una settimana sarei finalmente arrivata a 40 anni di lavoro e invece tu hai pensato che nn bastavano e quindi da disoccupata dovrò aspettare 2 anni vivendo di stenti e spendendo quei pochi euro che avevo centellinato per aiutare mio figlio. E tu? i costi del tuo viaggio e di tutta la sicurezza e organizzazione per andare a vedere l’Italia dove li hai presi? non certo dal tuo conto in banca vero?????????? VERGOGNATI, con quei soldi potevi aiutare le famiglie che hai rovinato!!!!!!!!

  46. Questa è la seconda o terza volta che mi ritrovo a scrivervi, spero che stavolta le mie parole vengano lette e la mia richiesta d’aiuto, sparsa ovunque.Mi chiamo Martina, scrivo da Casalnuovo in provincia di Napoli e ho 18 anni. Già proprio così, 18. Ora penserai (se posso darti del tu), che i pensieri che stai per leggere siano frutto della debole mente di una ragazzina idealista, che non fa altro che sognare utopie.
    Sarà anche così Rita ma io ho realmente bisogno d’aiuto e parlo in vece del mio paese, della mia terra, alla quale stanno portando via la libertà.
    Mi è stato insegnato che la libertà è l’unico diritto, il più grande, che Dio ci ha donato, siamo venuti al mondo da popolo libero, e se Dio ci ha fatto questo dono, allora che diritto ha l’uomo stesso di togliercelo?
    Il mio paese, è stato privato della libertà di avere una meravigliosa costa, un meraviglioso litorale: il litorale Domitio.
    La mafia, questa coalizione così forte eppure, credo, così debole perchè non può un oligarchia di persone, comandare un popolo intero,sta distruggendo il mio sogno di avere una terra pura. Se noi, se tutti noi, avessimo il coraggio di soffocare questa gente, potremmo guadagnarci la tanta sospirata libertà.
    Io in prima persona ho una villetta a Torre di Pescopagano, comune di Mondragone, provincia di Caserta. Mio nonno costruì questo piccolo angolo di paradiso per la sua famiglia. Il suo sogno era vederci crescere lì in quello spazio, curando quell’orticello a cui lui stesso dedicava tanto amore.
    Ogni pietra, ogni albero, ogni filo d’erba sono stati costruiti e cresciuti con il suo sudore, fatiche e sacrifici che alla fine almeno in parte, hanno avverato il suo sogno.
    Poi,a Pozzuoli ci fu un’emergenza e gli abitanti della città furono costretti ad evacuare la loro città. Così, e con la venuta degli extracomunitari senza lavoro, nè permesso di soggiorno,pian piano la zona si è indebolita e la mafia si è fatta spazio in questa situazione, radendo al suolo ogni sogno e speranza della gente che lì aveva piantato i semi in attesa che crescessero e diventassero sogni…
    Quando nonno era vivo, ha fatto di tutto perchè la cosa si riprendesse…i suoi tentativi e di tutti quelli che lo avevano appoggiato, morivano nel nulla.
    Quando lui è andato via nemmeno più questi tentativi sono stati fatti.
    Io guardo la gente del posto che piange,che chiede aiuto, che vuole risorgere,a volte vorrebbe insorgere ma la paura li porta a tacere.
    Io mi chiedo: noi siamo molti di più, perchè non dovremmo poterli scacciare dalla nostra terra?
    Certo lo stato non ci aiuta, anzi a volte vede ma tace anch’esso e se è così, allora cosa mai devo dedurre? che L’Italia intera è governata dalla mafia?
    Non è il tipo di speranza che si dovrebbe dare a noi giovani.
    Vorrei poter parlare a tutti quelli che dicono che si stanno impegnando per costruire il futuro alla mia generazione e dire: cos’è che ci state insegnando? a tacere? a vivere nella paura? a non lottare e di conseguenza ad arrendersi? a lasciar perdere e a non combattere per i nostri diritti?
    Cavoli io ho 18 anni, ho una vita dinanzi a me non voglio credere che il far finta di nulla sia la chiave del vivere bene! Non lo farò!
    Voglio guadagnarmi la libertà e se secoli e secoli fa grandi patrioti ci sono riusciti, perche noi non dovremmo farcela???
    Vi prego di rispondere alla mia lettera…
    Con osservanza,
    Martina.

    1. @Martina Maria: Cara Martina, scusa, ma questo è il tuo primo commento qui sul mio blog personale. Dove altro hai scritto? Questa email la leggo io, Dario Salvelli e non Mario Monti o membri della Pubblica Amministrazione.

      Chi è Rita, poi? La tua lettera è bella e piena di significati e spero che non perderei questa voglia di cambiamento che ti anima.

  47. sono convinto che questo messaggio non sarà letto da Monti,
    comunque lo scrivo .
    vuoi risolvere la crisi del lavoro,che tutti pagano le tasse,che non ci sia lavoro in nero,che tutta la moneta circolante sia tracciabile, e dare vita dura agli evasori .
    contattami.

  48. dopo monti. chi rappresenterà l’italia se monti lascerà il
    governo?preoccupazione

  49. Che delusione…. anche monti (non uso neanche il maiuscolo), al pari dei predecessori, si è rivelato essere una testa di cazzo, al pari dei ministri che ha nominato, in primis:
    Fornero=testa di cazzo
    Passera=testa di cazzo
    ecc ecc….
    Ergo, siamo in mano (ancora una volta!) ad emerite, incommensurabili teste di cazzo.

  50. caro presidente del consiglio io sono un dipendente statale prima di entrare in euroopa o meglio oggi con l’ aumentu di tutto acqua,energia elettrica, gas,,erc auto ,ecc. Io che ho preso degli impegni e sicuramente sto mantenendo con molta fatica e spero di essere sempre ingrado di mantenere, ma di questo passo sicuramente non potrò mantenere gli impegn anche perche sono circa 7 anni che non riciviamo un contratto. Adesso le chiedo di poter dare una soluzione? Grazie e scusi del fastidio distinti saluti

  51. La situazione attuale e’ un incoraggiamento alla delinquenza (rapine…), ai suicidi e alla prostitusione, Vivo con il mio compagno di 60 anni al quale manca un anno di contributi per poter avere la pensione, ma nel 2009 lo hanno licenziato per assumere al suo posto un extracomunitario per convenienza economica del datore. Io non posso lavorare con una bambina piccola non avendo nessuno che si prenda cura di lei se andassi a lavorare o se lei dovesse per esempio ammalarsi ovviamente considerando che il mio partner possa trovare un lavoro, Io non avro’ la pensione perche’ non riusciro’ a raggiungere gli anni di contributi richiesti, Stiamo vivendo con una rendita divisa con mia sorella, di circa 17000 euro all’anno che dopo le tasse di 4500 euro circa annui piu’ l’IMU fate i conti voi ..mi rimangono meno di 1000 euro al mese con l’impossibilita’ di mettere una lira da parte per i bisogni futuri di mia figlia e della nostra salute. Il nostro inquilino non ce la fa a pagare regolarmente l’affitto e siamo ricorse gia’ una volta all’avvocato. Ho dovuto soccombere a spese molto alte oltre alle tasse, di muratori, geometri e simili dopo la morte dei genitori e con il compagno assolutamente nullatenente e’ stata possibile solo per i miei risparmi che pero’ stanno finendo e non posso vendere la casa in cui vivo anche perche’ oltre al momento critico italiano spece dopo l’entrata dell’IMU (che spero vivamente abbia un FINE) e’ una casa non facile da vendere…a settembre dovremo incontrare il notaio per la divisione della casa dove viviamo io e mia sorella e mi serviranno circa 4000 euro, nel frattempo ci saranno le TASSE e l’IMU. Il mio compagno non trova lavoro grazie anche alle priorita’ degli extracomunitari che ormai hanno preso la maggior parte dei nostri posti di lavoro … cosa consigliate di fare? Cambiare paese come hanno fatto gli extracomunitari? Dove? Dovro’ prendere un mutuo per pagare le prossime tasse? Vi risparmio il resto, ma questa non e’ vita, e’ dura sopravvivenza…non esiste vacanza ma solo pagare tasse e tasse sulle tasse e tutto mentre al governo si prendono quei tanti mila euro che non si sa dove vengano messi mentre il resto del PAESE vive estremi disagi.

  52. Italian should increase its taxes to the same level as in Finland then there would not be any economical crises in Italy and if Spain does the same then the whole crisis disappears. Think about it before criticizing Finland

  53. ho visto il poco onorevole barbareschi prendere ha pedate schiaffi e qualche pugno un giornalista o chi x esso. bravo . credo che un parlamento serio lo avrebbe gia espulso, peccato che nel nostro paese non sia cosi,credo che faccia meno male vedere un politico che viene colpito da un oggetto scagliato da un imbecille uno su 50milioni d’italiani che un piolitico su 1000 che colpisce un italiano

  54. Scusate ma chi gli ha scritto ringraziandolo quando sappiamo tutti che vorrebbero metterlo alla gogna se ancora esistesse? Un popolo ridotto allo stremo dove si fanno passi falsi per arrivare a fine mese, un popolo che ormai non mangia più adeguatamente perché impossibilitato, un popolo schiacciato dal peso delle continue tasse…prima di continuare a prendere per il culo la gente con notizie simili andiamo un po a dare uno sguardo a tutti quei negozianti che dopo 50 anni di attività chiudono perché spendono più di quello che guadagnano , creando ulteriori disoccupati e quindi altra povertà, il popolo ormai è sull’orlo della sommossa, e li non ci saranno ne commissioni, ne polizia ne esercito che potrà fermarci, i nostri cari politici NON FANNO il bene del popolo, eppure son messi li per questo, per tutelarci…invece tutelano solo i LORO INTERESSI, SCUOIANDOCI VIVI ma credo sia giunto il momento di dire BASTA!!! Devono levarsi dalle palle a dirla tutta .
    un cittadino abbastanza incazzato.

    1. tanto anche se esce monti ed entra unaltro cosa cambia ci vogliono i coglioni quelli che non celavete nessuno di voi siete solo bravi a parlare basta un mese di sacrificio a non prendere la macchina a non fare la spesa a non fumare e poi vedrete come si cambia e dura lammetto ma e un sacrificio in bene pensateci

  55. egregio / presidente mario monti , sono ferdinando ho 42 e purtoppo ho perso il lavoro ho un figlio e nmoglie a carico … fino ad oggi non sò quandi colloqui di lavoro ho fsatto ma sempre con esito negativo ditemi voi sono disperato , non ho un aiuto statale perche aa mio discapito ho lavorato sempre in nero quindi non posso usufruire della disoccuppazione , la mia situazione economica e ormai al decollo , è molto precaria !!!! aiutate voi , almeno per dare un futuro a mio figlio di sole 7anni ! è che amo…

  56. più di 2.000 euro al mese esentasse per rimborsi forfettari senza giustificativi‏

    Ma scherziamo: io non li guadagno netti al mese 2.000 euro dopo irpef addizionali e contributi pensionistici. Cosa aspetta Monti a presentare un decreto legge e Napolitano a firmarlo? O il problema dell’Italia è solo il lavoro dipendente e le pensioni? Non ci resta che emigrare in massa?

  57. come mai voi lo stipendio lo prendete ogni mese e che stipendio …………ma non vi vergognate .la mafia siete voi politici e bancari e i primi evasori fiscali siete tutti voi che ci governate .ci vorrebbe una bella rivoluzione e mandarvi tutti a zappare la terra ,che fareste male pure quello .ma che ve ne fate di un stipendio cosi alto x me li portate voi i nostri soldi a’estero .e ci sono gente che non ce la fa a arrivare a fine mese vergognatevi . e invito tutti a non andare a votare .per che se andate a votare e fate la scheda nulla a loro serve solo la vostra firma x il quorum se supera il51 % dei aventi diritto loro sono apposto e cosi parte il magna magna.

  58. grazie Sig. Monti,
    quello che sta facendo è quello di far piangere le famiglie!!!
    Siamo costretti a subire situazioni che per mangiare dobbiamo accettare un titolare che paga sempre meno e senza essere messo in regola, visto che i contributi costano troppo ed il lavoro ce n’è poco… Veniamo pagati meno degli immigrati.. Negozi che chiudono, non si riesce neanche a pagare le bollette! ma Lei ha provato a campare con 50 euro al giorno – senza i sabato e le domeniche – senza ferie pagate e senza 13ma? Lei parla dell’evasione… qui stiamo nella situazione di una rivolta se il governo non fa qualcosa…Lei è il governo! Ma si rende conto che forse si stava meglio prima che Lei arrivasse???
    So che Lei non leggerà mai questa imail.. farà rispondere (se lo farà..) a qualche suo segretario…spero che passi almeno la metà di quello che gli Italiani stanno passando… e per che cosa??? per star dietro alla germania??? ma chi se ne…ci pensi…

  59. Carissimo presidente ma vuoi capire che non abbiamo di che vivere e ci fai le stangatine aumentandoci l’iva dal 21 al 22%.La Bocconi sfornerà anche grandi manager ma che probabilmente non vedono al di la del loro naso.Grave. Le notizie che si leggono tutti i giorni di ladri politici che hanno comprato voti con soldi dei cittadini le cene maestose dei ladri dei palazzi probabilmente non sono fatti accaduti solamente in questo maledettissimo 2012 ma sicuramente sono sempre accaduti.La conclusione,verifichiamo i patrimoni di tutti questi senatori a vita che precedentemente hanno sguazzato in questi palazzi e cominciamo a vedere a quanti di questi gli si potrebbe ridurre la loro pensione da nababbi a soli € 400 al mese e verificare quanti ladroni negli ultimi decenni si sono ingozzati a spese delle casse dello stato. La patrimoniale quella sarebbe la soluzione ma probabilmente non conviene a nessuno Vero caro il mio “se mai ti avessi votato” Presidente

  60. enzo, salentino doc, non pugliese, invece di lamentarci tra noi o di fare email coalizziamoci e invadiamo Roma, buttiamo nel tevere quel gran testa di m……a di Monti con tutti quei grandi cervelli di c…. dei ministri, con quello che gli ha dato l’incarico e con tutti quei pezzi di me… che si stanno preparando per le nuove elezioni.
    A chi più si contende il professore che non conosce neanche le tabelline, che è riuscito a mettere da parte con il suo povero stipendio €.12.000.000 a titoli “poverino” , dai forza tocca a noi dobbiamo mandarli tutti a casa vedete la Grecia la Spagna non facciamo sempre i sudditi di questi pezzi di m…. tutti a Roma organiziiamoci dai stabiliamo una data, tanto non sperate questi ci porteranno via anche le mutande ormai hanno capito che noi italiani siamo un popolo solo di parole e di chiacchere, l’ultyima stangata l’anno fatta ieri con l’aumento dell’IVA che comporta l’umento di tutti prodotti, perciò non c’è nessun giovamento all’abbassamento dell’IRPEF. Italiani svegliamoci dobbiamo demolirli e rottamare tutti dall’A alla Z, attendo vostre notizie

  61. Carissimo presidente
    Monti io non credo che lei sia peggiore di tutti i politici che l’italia ha avuto e che ha
    per quanto mi riguarda lei ha sbagliato solo una cosa ha tradito tutta una generazione che ha fatto diventare l’Italia a livello industriale una potenza ,adesso questa gente che naturalmente e’ cresciuta con il sogno della pensione dopo 35 di lavoro si ritrova disoccupata e senza futura io come tanti altri abbiamo lottato quand’eravamo giovani per avere un lavoro e ci siamo impegnati a migliorare la nostra posizione lavorativa , e se penso che a 36 anni mi dicevano che ero gia’ vecchio per far carriera mi viene da ridere adesso che mi chiedono diandare in pensione a 67 anni
    io ho 58 anni adesso mi alzo la mattina e dico oggi lavoro e domani (visto che sono assunto a 3 mesi alla volta) e penso come facci aadarrivare fino a 67 anii ?
    voi parlate tanto di futuro ai giovani , ma se non ci mandate ijh pensione come fanno i giovani a lavorare ?
    poi le voglio dire una cosa
    nel 1979 quando Prodi ha lottato per quest’Europa non intendeva L’europa dei poveri , io mi ricordo che l?italia e’ stata grande quando produceva tutto in Italia , adesso sento che l’indesit a l’estero cerca gente ma in Italia vanno licenziati
    sa cosa le dico presidente forse erano meglio i dazzi e le frontiere chiuse
    haaaaa un ‘ultima cosa io mi ricordo quando c’era la scala mobile che fare aquisti era una cosa bella , perche’ riuscivi a stare al passo con l’inflazione adesso sono un precario che lavora a mesi e guadagna la meta stipendio rispetto al 1999 pensi un po’
    Un Italiano che malgrado tutto ama la sua Italia

  62. Gentilissimo Ministro Mario Monti, chi Le scrive e’ una donna di 59 anni disoccupata precisamente da un anno licenziata per crisi aziendale, con circa 25 anni di contributi, questo e’ l’ultimo mese in qui prendero’ i’incentivo di disoccupazione, sento ogni giorno parlare di esodati, ed ora addirittura che vogliono ripristinare la pensione alle persone che ancora un lavoro lo hanno a 57-58-anni con 35 di contributi, mi chiedo allora le persone che come me un lavoro non lo hanno piu’ e non hanno neanche la speranza di trovarlo (mi creda ogni giorno ne vado in cerca) cosa dovrebbero fare? Non so piu’ cosa fare ne cosa pensare ma Le chiedo di prestare l’attenzione anche su di noi dimenticati da tutti, mi rivolgo direttamente a lei perche’ a differenza dei Politici non fa le leggi soltanto per i voti, e vorrei che anche alle persone come me possa tornare la speranza
    la ringrazio per l’attenzione
    Ida D’Innocenzo

  63. egregio dott.Monti, certamente con gli impegni che ha non credo proprio che avrà tempo e voglia di leggere queste righe ma io voglio scriverLe ugualmente. vorrei che Lei conoscesse il senso di sollievo e di speranza che ho provato quando ha preso in mano le redini del paese…uscivamo da un triste periodo dove tutto sembrava lecito, dove la politica aveva smarrito il senso della “politica”. Ricordo le lacrime del suo ministro mentre annunciava al paese i sacrifici che avrebbe dovuto affrontare… sacrifici che avremmo dovuto fare tutti insieme ma man mano che il tempo passava mi accorgevo che le cose stavano prendendo una piega diversa da come me l’ero immaginata e senza riepilogare tutte le tasse, le privazioni, i tagli, mi ritrovo qui seduta guardandomi le mani e a chiedermi perchè. Perchè non riusciamo a tutelare i LAVORATORI? Perchè le nostre aziende CHIUDONO? Perchè la nostra SCUOLA e la nostra SANITA’ sono conciate così? Perchè non riusciamo a proteggere le fasce sociali piu’ deboli? E come facciamo, dott. Monti a dormire la notte sapendo che ci sono persone che non hanno lavoro e che vivono con due soldi? i nostri politici che si stanno lucidando la cresta in vista delle prossime elezioni, cosa stanno aspettando?Li vedo alternarsi nelle varie trasmissioni che si occupano di politica, li sento dire le stesse cose e “sloganare” gli stessi tormentoni:” acclarare, senza se e senza ma, concertazione, competitività, noi siamo pronti, questo è accaduto quando c’eravate voi, no voi, no voi…” e li stiamo ancora a sentire.Sa dott. Monti, io nella politica ci ho creduto fino in ultimo, fino a quando non ho visto sgretolarsi le Regioni travolte dalla corruzione, sino a quando ho visto pubblicati gli stipendi dell’”intelligentia” italiana e sino a quando mi sono tristemente resa conto che chi dice a me come mi devo comportare e quali privazioni dovro’ affrontare è corrotto, indagato,colluso e nonostante ciò siede in parlamento.E la ripresa? come facciamo a credere nella ripresa se l’economia non gira? Se non lavoro o sono senza pensione non posso spendere e quindi… non bisogna essere esperti in materia per capire le conseguenze. . . E’ un po’ come preoccuparsi per la disoccupazione giovanile mentre noi lavoreremo sino alla tomba. Mah… Egregio Dottore credo che sia giunta l’ora di dare al Paese risposte precise e fiducia perchè se contuiniamo così non so come finirà. La saluto cordialmente

  64. egregio sig.Monti sono una donna di 49 anni sono separata con una figlia minorenne sono disoccupata e percepisco solo il mantenimento per mia figlia di euro 300 come faccio a vivere sto cercando lavoro ma non trovo neanche il piu umile dei lavori se avete qualche soldo in piu e me lo volete spedire tramite vaglia perche non ho neanche un minimo conto in banca vi lascio il mio indirizzo.anche altri lettori danarosi se vogliono aiutarmi vi ringrazio .

  65. CARO PRESIDENTE MONTI, MI DICA LEI QUALE MORTE MENO DOLOROSA IO PASSA AFFRONTARE. STO GIà AFFRONTANDO QUELLA DEL MORIRE DI FAME E MI CREDA è DOLOROSA………………. SENZA PENSIONE E SENZA LAVORO. A QUASI 61 ANNI DI ETà NON PENSAVO DI FINIRE COSì LA MIA VITA. 33 ANNI DI LAVORO PRESSO UN ENTE PUBBLICO PER POI FINIRE LICENZIATA PER RAGGIUNGIMENTO MALATTIA…QUESTA MALATTIA ME L’HANNO CAUSATA LORO CARO PRESIDENTE E I MIEI STATI D’ANSIA LA MIA DEPRESSIONE LA DEVO SOLO A LORO. GLI ESODATI SONO PROSSIMI ALLA PENSIONE PERCHè HANNO AVUTO DAI LORO ENTI L’INCENTIVO IO INVECE CHE NON HO AVUTO NULLA MI TOCCA MORIRE. DITEMI COSA DEVO FARE DATEMI ANCORA UNA SPERANZA ..AMO TROPPO LA VITA E PER LE SOFFERENZE CHE ESSA MI HA DATO MI ASPETTO UNA RICOMPENSA . AVVISI DI SFRATTO E BOLLETTE INSOLUTE ASPETTANO SOLO DI ESSERE SALDATI PER NON FINIRE IN MEZZO AD UNA STRADA. HO BISOGNO DI UN’ANCORA E AD UNA SPERANZA CHE SOLO VOI POTETE DARE. NON SO SE QUESTO MIO GRIDO SARà CESTINATO MA MI AGGRAPPO ANCORA AD UN FILO DI SPERANZA NELL’ATTESA DI UNA VOSTRA RISPOSTA. CORDIALMENTE LE STRINGO LA MANO SALUTANDOLA CON RISPETTO

  66. Se e’ vero i francesi sanno prendere decisioni in tempi fulminei, è ovvio che Monti ha le mani legate dai parlamentari, ma comunque non sarebbe cosi’ deciso.
    In FRANCIA……………
    Un genio ?
    Ecco cosa ha fatto il premier francese Hollande (non parole, fatti !!) in 56 giorni di governo:

    —Ha abolito il 100% delle auto blu e le ha messe all’asta; il ricavato va al fondo welfare da distribuire alle regioni con il più alto numero di centri urbani con periferie dissestate.

    —Ha fatto inviare un documento (dodici righe) a tutti gli enti statali dipendenti dall’amministrazione centrale in cui comunicava l’abolizione delle “vetture aziendali” sfidando e insultando provocatoriamente gli alti funzionari, con frasi del tipo “un dirigente che guadagna 650.000 euro all’anno, se non può permettersi il lusso di acquistare una bella vettura con il proprio guadagno meritato, vuol dire che è troppo avaro, o è stupido, oppure è disonesto. La nazione non ha bisogno di nessuna di queste tre figure”. Touchè. Via con le Peugeot e le Citroen. 345 milioni di euro risparmiati subito, spostati per creare (apertura il 15 agosto 2012) 175 istituti di ricerca scientifica avanzata ad alta tecnologia assumendo 2.560 giovani scienziati disoccupati “per aumentare la competitività e la produttività della nazione”.

    —Ha abolito il concetto di scudo fiscale (definito “socialmente immorale”) e ha emanato un urgente decreto presidenziale stabilendo un’aliquota del 75% di aumento nella tassazione per tutte le famiglie che, al netto, guadagnano più di 5 milioni di euro all’anno. Con quei soldi (rispettando quindi il fiscal compact) senza intaccare il bilancio di un euro ha assunto 59.870 laureati disoccupati, di cui 6.900 dal 1 luglio del 2012, e poi altri 12.500 dal 1 settembre come insegnanti nella pubblica istruzione.


    —Ha sottratto alla Chiesa sovvenzioni statali per il valore di 2,3 miliardi di euro che finanziavano licei privati esclusivi, e ha varato (con quei soldi) un piano per la costruzione di 4.500 asili nido e 3.700 scuole elementari avviando un piano di rilancio degli investimenti nelle infrastrutture nazionali.

    —Ha istituito il “bonus cultura” presidenziale, un dispositivo che consente di pagare tasse zero a chiunque si costituisca come cooperativa e apra una libreria indipendente assumendo almeno due laureati disoccupati iscritti alla lista dei disoccupati oppure cassintegrati, in modo tale da far risparmiare soldi della spesa pubblica, dare un minimo contributo all’occupazione e rilanciare dei nuovi status sociale.

    —Ha abolito tutti i sussidi governativi a riviste, rivistucole, fondazioni, e case editrici, sostituite da comitati di “imprenditori statali” che finanziano aziende culturali sulla base di presentazione di piani business legati a strategie di mercato avanzate.

    —Ha varato un provvedimento molto complesso nel quale si offre alle banche una scelta (non imposizione): “chi offre crediti agevolati ad aziende che producono merci francesi riceve agevolazioni fiscali, chi offre strumenti finanziari paga una tassa supplementare: prendere o lasciare”.

    —Ha decurtato del 25% lo stipendio di tutti i funzionari governativi, del 32% di tutti i parlamentari, e del 40% di tutti gli alti dirigenti statali che guadagnano più di 800 mila euro all’anno. Con quella cifra (circa 4 miliardi di euro) ha istituito un fondo garanzia welfare che attribuisce a “donne mamme singole” in condizioni finanziarie disagiate uno stipendio garantito mensile per la durata di cinque anni, finchè il bambino non va alle scuole elementari, e per tre anni se il bambino è più grande.

    Il tutto senza toccare il pareggio di bilancio. Risultato?

    Lo spread con i bund tedeschi è sceso, per magia. E’ arrivato a 101 (da noi viaggia intorno a 470). L’inflazione non è salita.
    La competitività e la produttività nazionale è aumentata nel mese di giugno per la prima volta da tre anni a questa parte.
    Hollande è un genio dell’economia??
    O i nostri politici sono dei mafiosi e degli incapaci ??

  67. Desidero formulare alcune riflessioni sulle semplificazioni proposte dal Governo Monti per lo sviluppo e la crescita.Sono provvedimenti utili ma poco efficaci per un’Italia che risente di una crisi globale.Avrei preferito che il Governo avesse anche posto una sollecita attenzione sul dibattuto e attuale problema di interesse pubblico per tutti coloro che fino al 2011 hanno dato in uso gratuito ad un familiare in linea retta l’appartamento in esenzione da ICI con un contratto di comodato anche verbale ed ora con la manovra Monti dovranno versare l’IMU come 2a casa,.L’alternativa sarebbe di costituire un diritto reale di abitazione,sempre che ricorrano i presupposti della residenza anagrafica e della dimora abituale.Poichè il problema presenta molti dubbi sulla forma da dare a detto atto ho posto interpello al Comune di Roma per conoscere la forma di contratto da dare a favore di un familiare che per dare assistenza al fratello non vedente all’età di 40 anni ha trasferito residenza e dimora in un vicino appartamento di proprietà di mia moglie.La risoluzione n.19 rilevabile in Internet è stata che nel caso in esame occorre una scrittura privata autenticata e trascritta oppure un rogito notarile.Il ricorso alla scrittura privata autenticata e trascritta è inattuabile in quanto l’autentica da parte del Comune non è accettata, non essendo l’ufficiale comunale autorizzato per gli atti privati, nonostante che il codice civile prevedesse tale atto.Il notaio ugualmente non è disposto ad effettuare tale atto perchè preferisce stupulare tutto l’atto. Avrei posto al Comune un riesame sulla risoluzione alla luce delle seguenti considerazioni ( purtroppo il riesame non è ammesso per l’interpello): 1)il Comune non dovrebbe rifiutarsi di autenticare la scrittura privata in quanto ciò è previsto dal codice civile 2)l’obbligo della trascrizione cui fa riferimento il codice civile non dovrebbe applicarsi al caso in esame in quanto: a) detto istituto ha carattere prettamente pubblicistico (con la vecchia ICI bastava la comunicazione al Comune su apposito modello)e non costitutivo di diritto, b)la funzione della trascrizione prevista dal codice civile è quella di tutelare i “”TERZI””(in buona fede)che abbiano acquistato il bene e non certo i diritti vantabili da fisco, c)in base all’orientamento di una consolidata giurisprudenza e dottrina giurisprudenziale (V.ad es.Cassaz.Sez.U.n.00071 del 12.2.1972 e altre)per l’art.2704 C.C.in giurisprudenza sono considerati “”TERZI””solo coloro che sono titolari di diritti giuridicamente incompatibili con il contenuto della scrittura e di conseguenza dalla nozione di “”TERZO”” andrebbe escluso il fisco che agisce in veste d’impositore del tributo,del tutto distinto e non in conflitto con quelli derivanti ai contraenti dell’atto sottoposto a registrazione. Pertanto ci troviamo di fronte ad un circolo vizioso dal quale possiamo uscire solo rivolgendoci al notaio versando la somma non indifferente di € 2.000/2.300 che in questo periodo di crisi costiuisce un vero salasso.Faccio,pertanto appello al Prof.Mario Monti affinchè si faccia interprete di questo problema prevedendo la costituzione del diritto reale con semplice scrittura privata(prevista d’altronde dall’art.1350 4° comma del Codice civile) con la registrazione all’Ag.Entrate che darebbe all’atto la certezza della data.
    Grato porgo i sensi della mia profonda stima e riconoscenza per l’impegno profuso dal governo per poter uscire dal tunnel della crisi.

  68. Egregio prof. Mario Monti,
    So perfettamente che nessuno leggerà questa mail però per me è uno sfogo, quindi scrivo a Lei, si proprio a Lei che ci ha puniti fino a questo punto. Prima c’erano i ladri dei nostri governati, ora c’è Lei che per salvare l’Italia ha prosciugato quel poco che ci era restato. Io credo che gli Italiani siano un popolo meraviglioso, che ha sopportato una serie di persone che ci ha fregati con promesse mai mantenute e non ha mai governato per il bene del paese ma per il bene proprio, è una vera vergogna, mi fanno schifo, perchè a tutto c’è un limite! Mi dica una cosa, come può capire chi percepisce 300/400/500,000 euro al mese cosa succede nelle case degli Italiani, che se sono stati oculati si sono comperati un appartamento, mentre altri più sfortinati hanno gia’ dovuto venderlo per pagare e sopravvivere. Vede caro professore, c’è gente che raccatta gli avanzi dei mercati per mangiare, altri che sono costretti a rubare una scatoletta al supermercato per un pasto, altri che pur vergognandosi sono costretti ad andare a chiedere un piatto di minestra alla san vincenzo, ma secondo Lei la dignità di una persona che ha lavorato una vita, dove la mettiamo?Non crede che sarebbe ora di smettterla di derubare chi ha sempre pagato le tasse, e ai pensionati, perchè sono quelli più facili da bastonare?, Perchè non prova a fare il Robin Hood della situazione e RIDURRE LA SPESA PUBBLICA PESANTEMENTE, DIMEZZARE GLI STIPENDI DI TUTTI QUELLI SCALDASEDIE CHE NON SERVONO A NIENTE? DIMEZZARE IL PERSONALE CHE SATELLITA INTORNO AI PERSONAGGI DI CUI SOPRA, VEDI AUTISTI, PARRUCCHIERI, GUARDIE DEL CORPO, GLI OPERAI MUOIONO OGNI GIORNO, I LORO GUARDASPALLE è L’INAIL CHE CON UN TOZZO DI PANE TI SISTEMA! PERCHE’ DOBBIAMO PAGARE LE TRASFERTE DEI NS. POLITICI? IL TELEFONO? IL GETTONE DI PRESENZA? mA SECONDO lEI I LAVORATORI iTALIANI HANNO IL GETTONE DI PRESENZA? NO PERCHE’ E IL LORO LAVORO, E QUINDI I SIGNORI POLITICI SVOLGONO UN LAVORO DOVE SONO PAGATI PROFUMATAMENTE E QUINDI MI PARE CHE BASTI, NON CREDE? POI NON PARLIAMO DI TUTTI GLI SPRECHI E LE RUBERIE CHE FANNO, ULTIMO DEI QUALI IL LADRO FIORITO, MA LEI SA BENE CHI SONO E QUANTI SONO I DISONESTI, MA LA PREGO NON BASTONI SOLO GLI ONESTI, NON E’ GIUSTO, COSI COME NON E’ GIUSTO TAGLIARE I FONDI PER GLI OSPEDALI, GLI ANDICAPPATI, SONO FONDI RUBATI A CHI NE HA BISOGNO, NON VANNO MICA A FARE LE VACANZE, SE VANNO IN OSPEDALE! CI PENSI, E CI PENSI BENE, CHE VALE ANDARE IN CHIESA, SE POI NON PORTI AVANTI I VALORI IMPORTANTI, IL SIGNORE SI E’ STRAPPATO IL MANTELLO PER DARLO AD UN VIANDANTE, MICA GLIELO HA RUBATO!

  69. Caro Presidente, mi spiace dirLe, ma Lei ha rovinato l’Italia , perchè invece di azzerrare gli stipendi dei parlamentari, a cominciare dal Suo, ha tartassato i popolo, si vergogni e spero che non accetti lo stipendio di senatore, perchè Lei mi fa schifo saluti, una italiana di Trieste

  70. Egregio Presidente,
    io spero che Lei scenda in campo al più presto per arginare la deriva populista di Vendola e di Berlusconi. Mi spiace leggere quella sequela di insulti nei Suoi confronti, la gente non si rende conto che lei è il medico che cura una malattia causata da decenni di sprechi e di malgoverno di dx e di sinistra. Lei poteva di sicuro fare di più e meglio, ma mi rendo conto che quei politici schifosi a tutto pensano tranne che al bene del Paese, e quindi hanno solo pensato ai loro fottuti interessi. grazie Presidente, lo dica alla nazione in che casino ha trovato i ns conti pubblici.
    Saluti.

  71. non condivido CHE ABBIANO FATTO CADERE GOVERNO MONTI SPERO MONTI CI RIPENSI E CHE PDL VADA FUORI DAI PIEDI BERLUSCONI GRAZIE SIGNOR MARIO MONTI PER CIO CHE HA FATTO PER NOI FINO AD OGGI SPERO CHE CIO NON VADA PERDUTO!!!! linda

  72. tanti PARLANO PERCHE NON SANNO MA FALSO IN BILANCIO E DARE IL VIA ALL’EVASIONE FISCALE CIO E VENUTO DA BERLUSCONI SPERO ITALIANI INTELLIGENTI NON VOTINO ANCORA BERLUSCONIIIIIIIIIIIIII E CHE QUALCUNO CHIAMI MONTI PER UN MONTI BIS CH E STUPIDI SAREBBE STATO MOLTO MEGLIO PER TUTTI ARRIVARE A MARZO FATE SCHIFOOOOOOOOO E MONTI INVOCA PATRIMONIALE PER FAR pagare ai politici E COSA DICONO I POLITICI?? CITTADINI SI TASSE NOI NO..GRAZIE SIGNOR MONTI E GOVERNO PER CIO CHE HA FATTO PER NOI!!!

  73. vorrei sapere come si puo avere un debito publico cosi alto dopo aver messo tutte queste tasse? vorrei una vostra risposta

  74. sig ministro bisogna togliere le leve al ribasso. che determunano l’alzamento dello spread , se non le togliete imbroglate i pensionati e tutti gli italiani aumentando le tasse.togiete incarico sen. a vita e vitalizi pubbllici e privati parlamentari e non a cinquemila euro.riducete a camera unica senato e camera con novanta deputati,riducete regioni e comuni conglobando in internet comuni inferiori a diecimula abitanti ,una regione dieci regioni, si risparmiano 1”’ miliardi di euro all’anno, presidente e quirinale a dieci milioni di euro annui, facendo parate in rai e basta, pres, a cinqiemila al mese, flusso di rom ridotto solo a quelli che lavorano, e anche per emigrati in genere, si risparmia 1 miliardo di euro al mese, che li accogliesse la chiesa che ha trenta tonnellate di oro,testate giornalistiche e rai e televisioni senza sovvenzionamenti pubblici, e niente sovvenzionamento partiti . riducete multe equitalia a tasso bancario adesso e’ usura al tasso corrente,

  75. Egregio Senatore, ho letto la Sua agenda e al di la di quello che si può condividere o meno, vedo che su temi etici e diritti civili manca ogni prospettiva. Lei pensa che sia il Parlamento ad occuparsi del problema anche con maggioranza variabili?

  76. sig Monti lei dovrebbe vivere con 1200 euro al mese pagandoci l’affitto e il mtuo detto questo le ho detto tutto.Adesso faccia una cortesia a tutti gli Italiani si tolga dalle palle lei e tutti quelli come lei,prima che ci pensa la gente a toglierlo dalle palle ,perche le persone hanno superato gia il limite.

  77. caro monti se ai il cotaggio rispondimi a questa domanda .
    sono un artigiano senza lavoro come operaio non trovo lavoro .se chiudo la partita iva non guadagno un euro e se vado avanti a fare l’artigiano pago piu tasse di quanto guadagno dai se sei un vero politico dammi una risposta di cosa devo fare !!!

  78. la ringrazio per averci dato una stima dal mondo,ma la rimprovero per non aver diminuito i previlegi i stipendi troppo alti ai politici e le pensioni indecorose ai vecchi pensionati dei politici è una vergogna dove sono pensionati che percepiscono 429,00 €.Distinti saluti Capolongo Luciano

  79. Attenzione! secondo me Casini e Fini sono solo degli opportunisti che sfruttano sempre l’onda positiva!!!!!!!!!

  80. Perchè sovvenzionare ancora le scuole private che già fanno pagare una retta ai frequentanti?

  81. Proposta per recuperare evasione IVA
    San Paolo di Brasile, dove l’Iva non si evade perché i proventi sono ridistribuiti fra i cittadini
    La lotta all’evasione fiscale è tornata di attualità. Ma il modo migliore per incentivare il buon comportamento fiscale non è tanto il controllo e la punizione quanto la compartecipazione ai profitti. Anche per la tassa più evasa, l’Iva. Come dimostra il programma Nota Fiscal adottato a San Paolo del Brasile: un sistema semplice, automatico e che fa leva sulla tecnologia. Mentre in Italia l’impianto delle detrazioni dall’imponibile Irpef è complesso e oneroso per il contribuente.

    Questa estate di passione per i nostri conti pubblici e di affannosa ricerca di misure di risanamento del debito ha riportato al centro dell’attenzione il tema della lotta all’evasione fiscale. È necessario spezzare il circolo vizioso, in cui due elementi si sostengono a vicenda: più è alta l’evasione, più devo fare ricorso a misure dure e invasive e più incrino il rapporto tra fisco e contribuenti, facendo venir meno ogni possibilità di cooperazione tra gli attori del sistema. In effetti, la cosa più fastidiosa per un lavoratore autonomo è essere considerato automaticamente un evasore. E probabilmente non è neanche utile per raccogliere più tasse. Secondo gli economisti, il modo migliore per incentivare il buon comportamento fiscale non sia tanto il controllo e la punizione quanto piuttosto la “compartecipazione ai profitti”. (1)

    A San Paolo si fa così
    Nel corso della discussione sulla manovra economica si è parlato molto di un aumento dell’Iva (ed è stata aumentata al 21%). L’Iva è però la tassa più evasa in quanto si crea una naturale collusione tra il venditore e il compratore ai danni del fisco: tu venditore mi fai lo sconto sul prezzo, e io compratore non ti chiedo lo scontrino-fattura. Ma oggi esistono tecnologie di facile adozione per limitare l’evasione dell’Iva e sono fondate sulla compartecipazione e sulla cooperazione piuttosto che sulla punizione.

    Le adotta per esempio lo stato di San Paolo in Brasile. Il programma Nota Fiscal Paulista prevede che il cittadino registrato al programma, comunicando il proprio codice fiscale all’atto dell’acquisto di beni, riceva il 30 per cento dell’Icms dovuto dall’esercente. (2) La somma accreditata può essere usata dal cittadino in compensazione delle proprie imposte o bonificata direttamente sul suo conto corrente.

    Gli esercenti hanno l’obbligo di aderire al programma, che è invece una semplice facoltà per i cittadini. Il tutto è gestito via web, ma non è necessario che l’esercente sia sempre on-line, può trasmettere i dati periodicamente. Il software è fornito gratuitamente dalla Secretaria da Fazenda.

    Il consumatore non ha nessun obbligo di conservazione dei documenti fiscali emessi nei suoi confronti, che saranno inviati dall’esercente e accessibili on-line in ogni momento. Lo scontrino cartaceo è utile al consumatore solo per successiva verifica, oppure nel caso di omissione di invio online da parte dell’esercente, per denunciarlo. Per accumulare il credito, il consumatore deve semplicemente comunicare il suo codice fiscale al momento dell’acquisto, è necessario registrarsi (tutto online, in pochi minuti) solo per consultare il credito accumulato e utilizzarlo. Anche i consumatori residenti in altri stati del Brasile possono aderire al programma e accumulare crediti.

    Il programma prevede un ulteriore incentivo che si affianca alla restituzione di parte dell’Iva incassata: la distribuzione di premi sorteggiati mensilmente tra i partecipanti; finora ne sono stati distribuiti per 489.500.000 reais real brasiliano (vale circa 0,420 euro). L’effetto combinato degli incentivi previsti dal programma ha portato a un incremento del gettito nei primi tre anni di applicazione pari al 23,3 per cento, con punte di quasi il 40 per cento nei settori più a rischio, come sport, tempo libero e ristoranti, secondo i dati della Secretaria da Fazenda. È un incremento notevole se consideriamo che anche il Brasile ha sofferto, seppur meno di altri paesi, per la crisi economica esplosa nel 2008. Secondo le stime del fisco paulista, al netto dei rimborsi, dei premi e delle spese di pubblicità del programma, il beneficio per le casse pubbliche a fine 2010 era di circa 800 milioni di reais annui, circa 350 milioni di euro al tasso attuale. Lo stato di San Paolo è grande quasi come l’Italia (248mila kmq), con una popolazione di 41 milioni di abitanti, e 11 milioni di consumatori registrati al programma sono davvero un numero imponente. Il Pil dello stato di San Paolo è circa di 350 miliardi di euro, quindi il gettito aggiuntivo è lo 0,1 per cento del Pil: come se in Italia, che ha un Pil di circa 1.500 miliardi di euro, un sistema analogo potesse raccogliere un gettito aggiuntivo netto di premi e rimborsi di 1,5 miliardi di euro.

    Due ostacoli italiani
    In Italia esistono le detrazioni dall’imponibile Irpef di alcune spese, considerate “meritevoli” (sanità, spese di iscrizione per l’istruzione pubblica e così via): al compratore conviene chiedere la fattura di tali spese per dedurle in sede di dichiarazione fiscale. Per godere del beneficio, che si risolve in minori imposte versate, è necessario indicare le spese nella dichiarazione annuale e conservarne i giustificativi fino alla fine del periodo di accertamento (cinque anni). Molti ritengono che si debba estendere il meccanismo, e quindi il conflitto di interessi tra venditore e compratore, a una più ampia serie di spese per limitare l’evasione. Ma nell’impostazione italiana i principali ostacoli a questa proposta sono due. Il primo: per le spese minute è oneroso tenere gli scontrini fino alla fine del periodo entro il quale il fisco può rettificare la dichiarazione fiscale, come è richiesto oggi. Inoltre per la “gestione” delle detrazioni è spesso necessario il ricorso a un professionista, con relativi costi e fastidi, che spesso vanificano il beneficio della deduzione. Il secondo ostacolo è il “costo” per l’erario, in termini di minori entrate: se per ogni euro raccolto lo stato ammette diciamo il 20 per cento di detrazioni, non elimina del tutto l’incentivo a evadere e il suo gettito si riduce se il guadagno che ricava da una minore evasione è inferiore al costo dello “sconto fiscale”.

    Il primo ostacolo, come ci mostra l’esempio dello Stato di San Paolo, può essere facilmente eliminato attraverso il ricorso a una tecnologia ormai già sperimentata con successo in altri paesi. Il secondo certamente va valutato, ma la percezione di un fisco che incentiva un comportamento onesto aiuta anche nella raccolta delle tasse. Il modello brasiliano trasforma radicalmente il rapporto fisco-cittadino, creando un controllo capillare esercitato da un esercito di volontari che si applica ogni giorno in milioni di transazioni.

    Il sistema ovviamente non cancella tout-court l’evasione. Crea però un forte disincentivo in quella fascia di transazioni in cui il costo della collusione tra venditore e compratore (in termini di costo di transazione, rischio, ecc.) è superiore al beneficio per il compratore. L’automatismo del beneficio, la sua facile realizzabilità tecnica sono i principali punti di forza del programma.
    Soprattutto, capovolge l’impostazione degli strumenti di lotta all’evasione cui si fa spesso ricorso nel nostro paese, basati sull’inasprirsi dei controlli e dei criteri di calcolo presuntivi, che creano costi e fastidi (diretti e immediati per tutti, in termini di maggiori esborsi e tempi per la compliance; potenziali, ma gravemente iniqui, in caso di sanzioni ingiuste se non si riesce a vincere le presunzioni contrarie pur essendo nel giusto).

    (1) John List, un famoso economista di Chicago, ha presentato alla conferenza annuale degli economisti i risultati di un esperimento: anche la gente che lavora per le opere caritatevoli ruba parte delle offerte (i furti ammontano a circa il 20 per cento del totale), il modo migliore per limitare i furti non è la punizione ma la compartecipazione. I furti si riducono al 3 per cento se chi raccoglie le offerte può tenersene il 50 per cento per ogni dollaro di offerta raccolto. Lo stesso ragionamento si può fare applicato al fisco ed è alla base della deducibilità delle spese ritenute meritevoli (istruzione, sanità eccetera).

    (2) La “nota fiscal” è il nostro scontrino fiscale. Il programma Nota Fiscal Paulista è illustrato in dettaglio alla pagina della Secretaria da Fazenda dello Stato di San Paolo (Fazenda=Tesoro). L’Icms è una specie di Iva, un tributo di competenza dei singoli stati della Repubblica federale del Brasile

  82. Se al governo fosse andata mia figlia che ha conseguito il diploma da ragioniera a forsa di calci nel culo, avrebbe fatto meglio del senatore Bocconiano Monti. Le tasse in modo del tutto discriminatorio le sanno mettere tutti, quello che non sanno fare, o non vogliono fare, è abbassare i costi della politica, il finanziamento dei partiti, i loro stipendi, i loro privilegi, per questo Monti non può essere il nuovo messia, ma il vecchio DEMOCRISTIANO si.

I commenti sono chiusi.