E se vincesse John McCain?

Il 4 Novembre si avvicina. In Usa sale l’ansia e la paura che ci siano dei brogli elettorali e ci sia un’alta astensione nel diritto di voto.

In Italia sarebbe illegale ma da diverse parti suggeriscono agli americani come difendere il voto per le presidenziali, documentandolo con la fotocamera del proprio cellulare.
L’idea di Video the Vote è quella di filmare la quantità delle persone che andranno a votare così da smentire eventuali dati controversi.
Twitter Vote Report invece è per una soluzione più veloce e probabilmente a portata di tutti: inviare su Twitter messaggi che indicano come stanno andando le elezioni nella propria sezione, magari si vuole condividere il proprio voto. Dagli il nome che vuoi: chiamalo pure “citizen journalism” o giornalismo del cittadino, giornalismo partecipativo. La parola chiave è “documentare“.

L’impressione è che il sistema dei sondaggi in futuro diventi obsoleto e che queste elezioni americane del 2008 determinino grazie a Internet una svolta: nel rapporto tra la politica e le persone, che deve essere necessariamente più trasparente, nel considerare la Rete uno strumento di massa che arriva nelle case di tutti e quindi in grado di essere “influente” quanto la Tv. Almeno in America.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me