Come tracciare Google Instant su Google Analytics

Ho parlato su Excite di Google Instant, la novità del motore di Google.

Ne ho sentite di tutti i colori in queste ore: chi fa confusione tra la “real time search” (già introdotta da diversi giorni) e la “suggested search”, chi non ha capito che bisogna usare un account Google, chi ha paura che saranno vincenti ed avvantaggiate solo le keywords brevi distruggendo la coda lunga, eccecc. La “regola dei tre click” con la quale bisognava trovare tutto in un sito in soli 3 passi è, anche per i motori di ricerca, definitivamente morta e sorpassata.

Ma non solo: si passa da un vocabolario di Google a quello costruito in base alle tue ricerche, lettera per lettera.

Intanto che qualcuno ha già scritto come tracciare Google Instant su Google Analytics ci si chiede se avevamo davvero bisogno di questa novità, se questa ingordigia non porterà ad un affanno, un rifiuto verso un continuo spreco di risorse ed energie. Una Internet della fast information più che delle persone connesse.

Se faremo ricerche in maniera più veloce, se ne faremo di più senza cercare l’informazione giusta oppure l’opposto.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

2 thoughts on “Come tracciare Google Instant su Google Analytics”

  1. Bah, personalmente ho sempre voluto avere 100 risultati quando faccio una ricerca, soprattutto nell’ultimo periodo in seguito all’utilizzo da parte di google di caffeine: i risultati sono sempre meno rilevanti, e per trovare quel che cerco dovrei scorrere tra pagine, e pagine, e pagine. Quindi personalmente, non potendo impostare come numero di risultati 100, credo francamente che, almeno per me, tale tentativo non sia altro che un buco nell’acqua.
    O migliorano la ricerca, consentendomi di poterlo effettivamente utilizzare, o guarderò i 100 risultati premendo invio.
    Comunque, come ho già detto in un precedente commento, il vero problema è proprio la rilevanza delle ricerche. Ed ultimamente fa davvero pena!

  2. Non mi voglio ancora esprimere su questioni SEO o SEM perchè a mio avviso è giusto aspettare qualche tempo. In compenso quello che mi piacerebbe condividere è una riflessione sul cambiamento della serendipità, da sempre una delle caratteristiche, a mio avviso, affascinanti della search (e della vita). Ho sviluppato questo pensiero… http://paoloratto.blogspot.com/2010/09/google-instant-e-la-serendipita.html . Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate.

Comments are closed.