C’erano una volta i nickname: Facebook ed il nome alternativo

facebook-alternate-name

Una volta si chiamavano semplicemente “nickname” o nomi reali. Per ovviare al casino fatto con gli username, a Facebook si sono inventati l’alternate name, un nome appunto “alternativo” che puoi associare al profilo affinchè gli altri ti trovino nella ricerca degli utenti. Fammi capire: che senso ha inserire il nome da sposato su Facebook?
L’impressione che ho da Facebook è un certo voler strafare e forzare la mano: le reti sociali sono capaci spesso di autoregolarsi e regolamentarsi in maniera autonoma ed originale con dinamiche inaspettate. Questo voler trasformare Facebook in un immenso elenco internetfonico ha un’utilità concreta che va anche oltre il loro business ma diventa un’aspettativa deleteria se continuamente estremizzata.

La funzione che hanno appena aggiunto sembra quasi voler rimediare alla scelta degli username di Facebook: nella lotta tra omonimi, furbi e brand tanti si saranno sentiti ingiustamente fregati e poco tutelati dal sistema del network. Paraculismo 2.0?

6 thoughts on “C’erano una volta i nickname: Facebook ed il nome alternativo

  1. Magari è davvero come annunciato e l’idea è solo di fornire un nome alternativo con cui siamo consociuti.
    Che sia il nome da sposato, un nickname oppure (come detto nell’esempio che hai linkato) il nome cinese per i cinese (che sono già un bel numero).
    Aspettiamo di vedere l’uso che ne verrà fatto… io vado ad inserire il mio nick nella speranza di essere raggiunto anche da chi non sa come mi chiamo (per quanto nel blog è evidente il collegamento alla mia pagina facebook…)

  2. Dato che devi registrarti con il tuo nome, Facebook ti offre un campo in cui puoi indicare il tuo soprannome, nickname o chiamalo come vuoi, beh? “strafare”, “forzare la mano”, “un’aspettativa deleteria”…. a volte mi sembra che pur di trovare un argomento di cui parlare alcuni blogger vedono mostri ovunque.

    1. @Francesco: Ciao. Di argomenti ne ho fin troppi anzi dei 723 draft non saprei neanche cosa farne, è che non penso mai a chi eventualmente mi leggerà. Conclusa questa premessa, da Facebook ci si aspetta qualcosa in più sulla qualità e sulla gestione del servizio se non altro perchè molti utenti vi ripongono una fiducia forse esagerata: un profilo Pinco Pallino (Pinco Pallino) a me non sembra molto “elegante”, tutto qua.

  3. Rileggendomi mi sono reso conto di essere stato un po’ troppo brusco, non era mia intenzione o forse mentre scrivevo era un momentaccio :D , comunque mi sembra che da quando Facebook si è diffuso ed è diventato così “popolare”, da parte di una parte della blogosfera ci sia stata un’alzata di scudi generale e si cercano argomenti per parlarne male anche quando non ce ne sarebbe ragione; in questo caso l’argomentazione mi sembra pretestuosa, lasciare libero l’utente di poter aggiungere un campo in più nella descrizione del profilo non capisco proprio in cosa possa apparire “poco elegante”, mi sono sforzato di capire le tue ragioni ma onestamente non le capisco proprio; aggiungo una considerazione, non più tardi di una settimana fa su FF leggevo di tanti utenti che erano indecisi se prendere il vanity url con il nome o con il nickname ora aggiungere il nickname al nome è così deleterio?

  4. Ecco, aspettavo da tempo questa modifica ed invece la implementano alla cavolo!
    Io credo che sia molto comoda. Molti miei amici mi conoscono solo per soprannome (Takky) come io conosco molti di loro nello stesso modo e non perché non ci siano rapporti stretti, ma solo perché siamo abituati così.
    Molte persone che aggiunsi su FB a suo tempo mi chiesero chi fossi, tanto che sono stato costretto ad aggiungere Takky come Secondo Nome.
    Ora potevo finalmente toglierlo da quel posto sbagliato e metterlo dove gli competeva, cioè nel nome alternativo, ed invece no. Ci vuole un nome completo, due parole!

Comments are closed.