Jajah Facebook Call: chiamare da VoIP un amico di Facebook

Usare i social network per fare telefonate ai nostri amici via VoIP. Jajah Facebook Call è una applicazione per iOS e Android: è interessante perchè permette di chiamare i nostri amici di Facebook direttamente dal mobile, chi verrà chiamato riceverà un messaggio via chat per aprire la telefonata. Per ora funziona solo in Usa e Canada.

Jajah non è nuova per integrazioni del genere: con JAJAH@Call l’intento è quello di telefonare attraverso Twitter usando solo un tweet. L’unione tra SMS e telefonate che gli operatori hanno sempre diviso fa spazio alla comunicazione via IP che abbatte costi, malfunzionamenti e permetterà forse a tutti noi di avere e portarci dietro sempre un unico e solo numero, ovunque siamo.

Le reti sociali potranno solo favorire questo processo di integrazione e chissà che non ci sarà una nuova lotta tra gli operatori ed i social network.

Arriva la pubblicità su Skype

Da questa settimana Skype introdurrà la pubblicità nel suo VoIP in Usa, UK e Germania, per ora ce la siamo scampata. Sono passati quasi 9 anni dalla sua nascita e forse ora hanno bisogno di fare sul serio anche se non credo siano in crisi. Dicono che l’advertising sarà occasionale (hanno già fatto accordi con Groupon) e inserito inizialmente nella tab Home e poi in altre aree.

Probabilmente non useranno mai il circuito di Google (Skype è “amico” di Facebook che ha bloccato AdSense) però credo ci sia il rischio che i banner finiscano dritti nelle chiamate. Mi sono sempre chiesto chi clicca sulla pubblicità di Msn.

  • We’re working with some great advertisers, including Groupon, Universal Pictures, and Visa.
  • Ads will appear in the US, UK and Germany and advertising sales for Skype are initially focused in those markets.
  • You may only see ads occasionally. Our initial plan is to show an ad from one brand per day in each of the markets where advertising is being sold.
  • The ads will appear in the Home tab in Skype for Windows, and we may experiment with ads in other areas as well.
  • The ads won’t interrupt your Skype experience. You won’t suddenly see annoying pop-up ads or flashy banner ads in middle of conversations.
  • We may use non-personally identifiable demographic data (e.g. location, gender and age) to target ads, which helps ensure that you see relevant ads. For example, if you’re in the US, we don’t want to show you ads for a product that is only available in the UK.
  • You can opt out of allowing Skype to share this non-personally identifiable demographic data with advertisers from the Privacy tab in Tools ▸ Options.

Ho provato il nuovo Skype con Facebook

Annunciato qualche giorno fa ho scaricato il nuovo Skype che integra Facebook e che ti ricordo è disponibile anche su Android.

Le principali novità della versione 5.0 di Skype che si può scaricare da qui sono:

1) L’integrazione del news feed di Facebook con il quale chiamare e inviare SMS agli amici
2) Videochiamata di gruppo beta (per ora gratuita)
3) Recupera automaticamente le chiamate interrotte
4) Grafica nuova e semplicissima da usare.

L’ho cominciato a provare su Windows Vista e la grafica mi sembra più intuitiva e veloce, decisamente migliorata. Sembra che anche l’algoritmo che utilizza la banda sia stato ottimizzato e che quindi stressi di meno la connessione (è tutto da verificare).

La gestione del profilo Skype e della privacy è stata semplificata. Basta cliccare sul proprio nome ed avere la gestione di alcune tab.
In Skype Home ci sono tutti gli alert ovvero gli “status update” (i “mood message updates”) di Skype che abbiamo modificato di fianco al nostro nome utente di Skype: in questa sezione è possibile selezionare cosa mostrare dei contatti, gli alert di eBay, il link all’invio di soldi per ricaricare l’account, se vedere i contatti recenti con i quali abbiamo chattato o parlato.

L’integrazione con Facebook non sembra invasiva: si possono inviare gli aggiornamenti di Facebook su Skype collegando il nostro Facebook con Skype attraverso l’applicazione di Skype.

Il caricamento degli aggiornamenti dei tuoi amici di Facebook (il news feed) su Skype non è velocissimo ma risulta interessante la possibilità di inviare un SMS o chiamare direttamente al volo un amico di Facebook che magari non hai su Skype da un suo update. E’ possibile da Skype fare un refresh di ciò che accade su Facebook, mettere like e commentare (due operazioni ancora un po’ macchinose) mentre per i vecchi post Skype rimanda alla lettura su Facebook.

A ciò si aggiunge la disponibilità del “Phonebook” la rubrica dei numeri di telefono di tutti i tuoi amici di Facebook disponibile con un click: in questo caso è possibile fare un search tra i contatti ma se si può chiedere a un contatto il suo numero telefonico manca un export della rubrica.

Per ora il mio giudizio si ferma qui, ci vorranno giorni prima di provare tutte le funzioni, soprattutto la videochiamata di gruppo.

P.S. Mi sono accorto che il News Feed rallentava di molto Skype e il notebook quindi per ora l’ho disattivato e poi rimosso dalle tab. Tanto per riprenderlo basta andare nel menu “View” e cliccare su “Facebook Updates”

Skype su Android

Oggi Skype ha annunciato l’applicazione Skype per Android, basta visitare dal cellulare o dallo smartphone il sito mobile http://skype.com/m e scaricare l’app gratuitamente: fai attenzione che bisognerà aggiornare l’OS di Android alla versione 2.1 o superiore.

Si potrà chattare, fare chiamate Skype-to-Skype, chiamate in gruppo sia Wi-Fi che 3G almeno in Europa mentre Cina e Giappone per ora dovranno aspettare.

FringOut meglio di Skype per chiamare cellulare e fissi all’estero?

Fring ha lanciato Fring Out per fare chiamate dal numero mobile verso i fissi ed i cellulari ad 1 centesimo di euro al minuto verso gli altri Paesi (ad esempio Uk, Usa, Germania).

E’ forte la concorrenza nei confronti di SkypeOut che invece offre le chiamate a 2,2 centesimi verso gli altri Paesi. Peccato che Fring sia solo per Nokia anche se a breve verrà rilasciata la versione per Android e iPhone quindi tenetevi pronti a cambiare client.

Skype resterà imbattuto ancora per molto? Perchè non provi FringOut e non scrivi le tue impressioni?

Skype aiuta indirettamente le mafie?

Combattere la criminalità organizzata usando il Web sarà sempre più importante ma difficile da realizzare senza mezzi, risorse, tecnologie e competenze adeguate. I criminali usano sempre più spesso sistemi come Skype per comunicare tra loro.

Mentre la nuova legge sulle intercettazioni limita le possibilità investigative, Nicola Gratteri, procuratore aggiunto presso la Dda del tribunale di Reggio Calabria lancia un allarme che riguarda proprio Skype:

Gli uomini della mala, per non essere intercettati sui cellulari, usano il web. Social network, poste elettroniche, e software vari di comunicazione. Tutti, tranne skype, hanno consegnato l’algoritmo per l’intercettabilità dei dati di scambio. Servono norme internazionali che regolino il settore. In modo che chiunque crea nuove tecnologie di comunicazione al contempo deve fornire agli Stati i sistemi di controllo per la sicurezza stessa dello Stato e dei cittadini.
Servono solo 12 euro al giorno per intercettare in confronto ai pedinamenti, alle pattuglie e agli straordinari delle forze di polizia.

Le indagini saranno sempre più 2.0 quindi e Skype ne è un esempio: a che punto sono i lavori della task force che dovrebbe collaborare insieme ai sistemi VoIP, Skype incluso, per rendere intercettabili immediatamente le chiamate? Non sarebbe prioritario creare una normativa ad hoc in questo campo invece che giocare agli sceriffi con chi pubblica video su YouTube?