Archivi categoria: Video

I migliori video che ho trovato online

Leappamelo

E’ un sensore di movimento 200 volte superiore al Kinect (e ad altri touchless) e forse per questo nelle ultime ore in tanti stanno impazzendo per Leap: con 70 dollari ci si porta via (da inizio 2013) un aggeggio che costruisce uno spazio in 3D di circa 220 decimetri cubi nel quale l’utente può sventolare le mani per comandare il software che gira sul monitor (che sia MAC o PC poco importa).

C’è già un SDK che si può chiedere: se sei uno sviluppatore mi dici cosa ci faresti? Magari posso darti una mano…

email

Come il MPEG ha cambiato la nostra vita

Qualche giorno fa si è tenuto a Ginevra il MPEG100 , un meeting del Moving Picture Experts Group che ha commemorato il centesimo incontro del gruppo: in 25 anni di attività infatti ha sviluppato l’MP3, l’MPEG-2, l’MPEG-4 e una serie di altri standard.

Ora sono al lavoro su ARAF (Augmented Reality Application Format), un nuovo formato per la realtà aumentata che migliorerà la percezione delle scene interattive 2D/3D anche grazie all’integrazione con i sensori e all’HEVC (Video Coding High Efficiency) che associato al MPEG-2 ed all’AVC, si occuperà dei flussi di video lato utente migliorandone la risoluzione e la qualità dell’immagine.

Il video sul MPEG riassume come ha cambiato la nostra vita digitale (e non solo). Dobbiamo ringraziare davvero tanto Leonardo Chiariglione e tutti i membri del gruppo.

Scugnizzi della libertà

Il nuovo inno del PDL insiste su libertà e sul famoso partito dell’amore (che poi invece si è rivelato essere tutt’altro) e forse Angelino Alfano intendeva questo con la sua Italian Political Digital Academy: un inutile inno montato con Movie Maker, con un testo scritto da un quasi ottuagenario che sembra uscito da un tema delle elemantari e una musica che forse anche Apicella avrebbe fatto meglio.

A prima vista sembra il partito della imbruttimento (che non si evita mettendoci dentro bellocci, bellocce o “esperte di economia”), del vuoto e dell’arretratezza, di una finta, esasperata ed ostentata ricerca di valori che ridicolizzerebbe qualsiasi leader perchè da gente (magnifica gente) a gentaglia il passo è breve.

[AGGIORNAMENTO]

– L’inno del PDL è stato rimosso dal canale ufficiale del PDL per una violazione del copyright da parte di YouTube di tale Djremix (anche se a me sembrava simile a Candy Candy). Non si conoscono le motivazioni ufficiali ma il partito lo ha caricato su Facebook.

Le password degli utenti di YouPorn finiscono su Internet

Peggio della Sciarelli che legge la cronologia Internet di Parolisi ci sono forse solo le circa 6 mila credenziali degli utenti che accedono al famoso YouPorn pubblicate da Anders Nilsson su Pastebin.

In pratica email e password venivano conservati in chiaro e senza alcuna precauzione dal 2007. E’ sicuramente una figura barbina ritrovare la propria email tra quelle degli altri, un colpo gobbo alla propria reputazione online.

Lo so cosa stai pensando: ho provato anche io ad usarne qualcuna per fingermi un signore orientale di mezza età ma a quanto pare forse sono già state resettate tutte.

E se morisse Napolitano o Zuckerberg?

Ok, sto esagerando, il confronto tra Nord Corea e Italia ovviamente non sta in piedi ma vedendo queste scene di sgomento per la morte del dittatore Kim-Jong-il qualche domanda sulle nostre diversità me la sono posta. E ho pensato anche a quanto sia forte l’impatto di un leader.

Poichè Mark Zuckerberg è, in fondo, il dittatore con più sudditi sulla terra, se morisse avremmo le stesse scene di panico (un po’ come successo con Jobs)? Un Facebook nero invece che blu?

Bollywood: tra sogno e viaggio (trailer)

Non ho fatto più il gioco del “Se Fossi” alla conferenza Buy Tourism Online 2011 perchè ero troppo preso a seguire gli incontri però qualche video l’ho registrato. Mi sono divertito a montare una sorta di trailer del focus del giorno 1 che ho chiamato Bollywood: tra sogno e viaggio.

Nel panel Alberto Castelvecchi e Ivano Fucci hanno parlato di come la cultura indiana e il cinema influenzino i gusti degli indiani e di come l’Italia promuova il turismo in India, uno dei Paesi BRIC. A breve pubblicherò un estratto dall’incontro, intanto gustatevi il trailer “indiano”.