Più partigiani per tutti

Ieri in auto una mia cara amica mi diceva che, se non andrò a votare neanche questa volta per le Europee, l’n-esima vittoria di Berlusconi sarà colpa mia e di tutti quelli come me. Non sopporto questa idea di dover necessariamente scegliere il male minore. Non ho mai amato le mezze misure, i compromessi. Non amo i mezzi politici. Sogno ancora un golpe di stato con partigiani a cavallo stringere in mano l’arma bianca della Costituzione Italiana e spazzare via il seme della corruzione.

La televisione è finzione ma spesso i politici finiscono per confonderla con la realtà, deludono profondamente gli occhi distratti e strabici dei legislatori. Politici come Daniela Santanchè sono lo standard di questo Paese, diventati eccellenza per convenienza più che per disperazione, in continua campagna elettorale affogati dalla necessità di visibilità.
Dichiarazioni tanto demogagoche (ed in molti casi anacronistiche) quanto insulse non sono mai susseguite da atti concreti, da riflessioni coerenti. E non fa più differenza che questi fioriscano e provengano dal Nord o dal Sud, si arraffa e si sputa a destra come a sinistra.
Resistere non è per tutti. La satira in questi anni sta dicendo le verità che la politica non ha avuto il coraggio di urlare. Sembra folle ma sono loro i nuovi partigiani, i comici italiani?
Il 25 aprile non può appartenere contemporaneamente a Enzo Biagi e a chi lo ha fatto cacciare dalla Rai con un editto dalla Bulgaria. Abbiamo perso il valore della libertà. Eppure ci è costata tanto, tanti morti, troppi partigiani.

[UPDATE]

– Da leggere ed ascoltare la poesia recitata da Gigi Proietti: Mio padre è morto a 18 anni partigiano.

Ci vediamo sabato al Comicon, il salone del fumetto, a Napoli?

comicon_2009

Da domani per tutto il weekend comincia il Comicon, l’appuntamento annuale del salone internazionale del fumetto che si tiene a Napoli a Castel Sant’Elmo. Date un’occhiata al programma ci sono degli incontri ed eventi interessanti.
Sono indeciso se andare a Napoli Sabato mattina fino al pomeriggio: se qualcuno di voi parte da Caserta e dintorni o da qualunque parte per giungere fino a Napoli mi scriva via email (blog chiocchiola dariosalvelli punto com) oppure per contattarmi può usare i miei account “social” presenti qui a destra nella sidebar del blog. Altri contatti sul mio Google Profile.

Ah, dimenticavo una cosa importante!!!! Sabato alle 12:30 ci sarà un aperitivo al Comicon al quale parteciparanno Gipi, Makkox e tanti altri! Ci si vede lì?

La spintarella verso destra

manifesto-pd-destra

Mentre escono fuori i candidati alle europee del PD (file .PDF) ho visto i manifesti per la campagna elettorale europea del PD. E’ una spinta verso destra, un messaggio chiaro no?
D’altronde l’ha detto anche Rutelli qualche tempo fa che il PD non è la Sinistra Italiana. Lasciate ogni speranza o voi che votate.

P.S. Stavo pensando di candidarmi anche io per il PD. Ho un buon motivo da sottoporvi:

dario-salvelli-blog-franceschini

[UPDATE]

– Anche la Fondazione Daje sembra essersi divertita con i manifesti. Ed anche Rectoverso.

Bluetooth 3.0 “high speed” technology

Proprio oggi è stato annunciato a Tokyo il Bluetooth 3.0 + HS (High Speed). La nuova generazione sarà più veloce di quella precedente perchè userà il protocollo radio 802.11 (come quello del wireless) ed ovviamente resterà compatibile con le vecchie versioni. Tre sono i miglioramenti principali promessi:

1) Velocità della trasmissione dei dati fino a 490Mbits/s (guarda il video sopra per avere un’idea).
2) Low Power, minore dissipazione di potenza con quindi meno consumi per le batterie.
3) Miglioramento dell’affidabilità della connessione Bluetooth tra i dispositivi (quante volte l’avrai persa?).

Tra le applicazioni d’utilizzo si parla di poter sincronizzare le playlist musicali e le librerie di files tra il PC ed il player MP3, scaricare una grossa quantità di foto da una stampante o un PC, inviare files video (dunque di grosse dimensioni) dalle videocamere ai televisori HDTV (streaming?).
Comunque dovremo aspettare tra i 9 ed i 12 mesi per avere i primi dispositivi con Bluetooth 3.0 dunque le prime valutazioni si potranno fare presumibilmente solo dal 2010.

Via [Engadget]

C’era una volta l’amianto

Roberto ribadisce in un articolo di Repubblica una storia assai vecchia come dimostrano le parole qui sotto. Se ci avessimo creduto un po’ di più sarebbe crollato qualche edificio in meno.

……E la sabbia. La sabbia che ha tirato su palazzi e grattacieli. Quartieri, parchi e ville. A Castelvolturno nessuno dimentica le file infinite dei camion che depredavano il Volturno dalla sua sabbia. Camion in fila, che attraversavano le terre costeggiate da contadini che mai avevano visto questi mammut di ferro e gomma. Erano riusciti a rimanere, a resistere senza emigrare e sotto gli occhi gli portavano via tutto. Ora quella sabbia è nelle pareti dei condomini abruzzesi, nei palazzi di Varese, Asiago, Genova…..

Tratto da “Gomorra” di Roberto Saviano pag. 236

Via [NoTumblrForOldMen]

L’uovo mezzo vuoto

La mia maschera sono uno, nessuno e centomila. La mia maschera è la fine di una giornata di lavoro quando ti girano le palle perchè hai mal di testa, vorresti uscire perdendoti nel mondo per sentirti meno solo. La mia maschera è lo sguardo di Alessia mentre gioca con i miei capelli e scopre le meraviglie del mondo, qualche mio capello bianco. La mia maschera sei tu che non ci sei più però eri importante. La mia maschera è un amico caro che mi ha deluso. La mia maschera è la mia faccia appena sveglia al mattino, voglia zero ed il desiderio di un sole caldo. La mia maschera è una famiglia che cerca di provare a volersi bene, d’essere unita davanti ad una tavola quando è ormai da tempo distante. La mia maschera è una testa che si poggia piano e stanca su di una spalla durante un lungo viaggio.
Volevo scrivere che la mia maschera sono tante maschere e che tra tutte ce ne è una vera, verissima che a fuoco lento ogni giorno diventa più dura e consistente, friabile.

La mia maschera si sbriciola, si svuota a pezzi: perchè l’uovo non è più mezzo pieno come una volta? La mia maschera è risorta ancora prima di morire. La mia maschera vi porge i suoi più cordiali saluti chè io son stanco di starla a comandare. Lo spettacolo è finito, il burattino ha bisogno di riposare lontano dalle mani, dagli occhi.