Caserta sommersa dall’immondizia: video

Ciò che vi propongo è una realtà davvero drammatica, che va avanti da qualche mese in maniera cronica. La provincia di Caserta è, come l’intera Campania, in uno stato di crisi per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti, il che provoca spettacoli di basso “gusto” per la città di Caserta e non solo: qui di seguito c’è il video filmato da Paolo Picazio, mio lettore da molto tempo, al quale auguro di non trovare più realtà del genere nella sua nuova avventura francese con Pixmania come Business Development Manager Italia. Il video parla da sè, la community di Ircaserta ha realizzato un ottima iniziativa che coinvolge tutti i cittadini: i cassonetti dei rifiuti rimangono puliti e vuoti infatti solo in prossimità del comune, pura coincidenza ? Tra un po anche qui come in Usa cercheremo nell’immondizia oggetti utili con siti come GarbageScout: questo si che è trash 2.0 !

[youtube=http://youtube.com/watch?v=2Xypcy0sBis]

Il video ripreso da Reporter Diffuso di Sky Tg 24:

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=kGi34kgztK8&eurl=]

[UPDATE] Ho segnalato questa situazione ed il video a molti bloggers come (sorry, se dimentico qualcuno): Mantellini, Pandemia, Baldo, Lotek, Totatus, Stefano Vitta, Braindamage, Qix, Sky Tv 24 Reporter Diffuso, PCWorld, Dotcoma, con la speranza che il passaparola, da sempre la forza di Internet e soprattutto della blogosfera, faccia parlare di questioni che a volte rimangono senza voce. Grazie a tutti quelli che leggono e che faranno qualcosa, anche solo con un link.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

36 thoughts on “Caserta sommersa dall’immondizia: video”

  1. Pingback: » Spazzatura » Totanus.net » Blog Archive
  2. Pingback: Qix.it
  3. Grazie ragazzi per la solidarietà :)

    Vi avviso che il link del video è cambiato, visto che in quello precedente c’erano alcune inesattezza. Il nuovo video è qui:

  4. @Paolo: Thanks, ho cambiato il link, sai qualcuno mi ha detto che è troppo lungo (colpa della quantità di immondizia). Ottima idea quella di fare un video,complimenti.

  5. ciao, anche noi siamo della provincia di Caserta (Aversa). dell’immondizia abbiamo parlato anche nella trasmissione radiofonica che teniamo su una radio in streaming, radiotana, e prossimamente faremo un post. quando parlerete di questa cosa, non dimenticate l’aspetto più importante, cioè la camorra, che in Campania, e non solo, controlla la gestione dei rifiuti.
    ciao, liljaa.

  6. Pingback: Caserta e la munnezza
  7. Sperando di dare una mano alla diffusione del penoso fenomeno ho pubblicato anche sul mio blog un articolo riguardante l’immondizia a Caserta e Dintorni… SALUTONI Egiziano

  8. Sperando che serva a qualcosa ho segnalato la situazione anche a Striscia la Notiza, Gabibbo, Le Iene, Studio Aperto e TG 5 .. Io sono “solo ” una mamma.. che tuttte le mattine scavalca immondiza per far entrare i bambini a scuola… Credo che una protesta in piazza portando l’immondizia davanti al comune.. sarebbe una cosa ormai utile… non se ne può più…

  9. @Sofia: Ti ringrazio per la solidarietà e l’appoggio non solo morale ma anche concreto e comprendo il tuo stato d’animo riguardo la tua condizione di mamma, spesso molta immondizia è depositata anche fuori alle scuole, segno di grossa inciviltà. E’ proprio dalle scuole e da noi che deve partire la cultura del rispetto dell’ambiente.

  10. la colpa è tua che ci hai lasciato in questa situazione, sembra che abbia detto più di un consigliere provinciale o comunale rivolto allo sciocco rappresentante del partito d’opposizione del Comune o della Provincia, che denunciava lo stato delle cose a Caserta E’ così non c’è dubbio, ma tu oggi assessore o consigliere comunale o provinciale che tu sia che stai facendo ?Assolutamente niente, per cui se ieri le giunte di centro destra sul problema dell’immondizia hanno fallito oggi quel fallimento si sta riproducendo con quelle di centro-sinistra.

  11. Ciao Dario, sono Marco. Abbiamo parlato qualche volta in facoltà per la questione della web radio.

    Ho letto questo post e l’ho segnalato immediatamente. ;)

    Complimenti per il tuo blog, sempre molto interessante!

  12. Dario sono dello stesso parere.. e mi piacerebbe sapere che le scuole propongono dei percorsi di educazione ambientale.. ma non succede… come mai? forse perchè diventa scomodo.. ? O forse perchè si dovrebbe lavorare anche sulle famiglie e non solo sui bambini a scuola.. che loro poverini possono solo andare a casa e dire a mamma e papà.. “dobbiamo fare la raccolta differenziata.. ” e sentirsi rispondere “non serve a nulla.. ” oppure “va beh va beh.. le maestre hanno tempo da pedere..” e vi assicuro che tra le mamme fuori da scuola se ne sentono anche di peggio…

  13. @dippy: Ciao Marco,come stai ? Si ricordo benissimo ti ho anche su Msn, purtroppo il progetto della web radio trovò così tante difficoltà da tramontare,almeno temporaneamente. Ho letto il link e ti ringrazio molto, mi fa davvero piacere che mi leggi e trovi spunti interessanti. Spero di beccarti più spesso in facoltà.

    @Antonio: Non mi va di addossare colpe, ai cittadini interessa risolvere il problema più che le querelle politiche dell’altelnarsi di colori diversi. Tra l’altro una questione come questa non si risolve in poche settimane ed ha radici non di certo recenti; staremo a vedere cosa (non) faranno le attuali amministrazioni.

    @Sofia: Qui apri un discorso più ampio che coinvolge la scuola, i programmi scolastici, le ultime riforme. Più semplicemente basterebbe parlare con gli alunni e spendere anche solo 10 minuti per sensibilizzarli sul problema con esempi concretissimi. Sia chiaro però, la scuola non può essere caricata di ruoli e responsabilità a volte non sue, ma certo è che può svolgere un ruolo importante almeno per le future generazioni; sono loro i futuri genitori che si spera non siano snob su questa problematiche. Ne sono quasi certo, in futuro ci saranno purtroppo emergenze più grandi da affrontare,le risorse del pianeta non sono infatti infinite.

  14. Rispondo a Sofia citando un episodio di percorso di educazione ambientale abortito in una scuola per l’ennesima incuria delle istituzioni….sono una docente del Giordani e l’anno scorso volendo intraprendere un progetto di promozione della differenziata all’interno dell’istituto (tuttora inesistente)con gli alunni, avevo più volte telefonato al responsabile dell’ufficio ecologia del Comune di Caserta per far sistemare cassonetti predisposti nelle vicinanze della scuola, accertandomi che di spazio ce n’era a sufficienza. Dopo variegate promesse, il nulla.
    Lo squallore impera insieme alle condivise irresponsabilità degli amministratori per questa crisi profonda che sa di profonda incultura di governo del territorio.
    Mena Moretta

  15. spero solo ke si riesca a risolvere questa penosa situazione…è un vero skifo…pubblicherò anke sul mio blog questo filmato, che spiega veramente bene ciò ke c’è a caserta e dintorni…purtroppo

  16. @mena : sono del parere che si debba cercare di muovere più in alto.. cercare di muovere l’opinione pubblica.. e non solo i casertani.. che (e mi spiace dirlo) spesso parlano ma poi non fanno molto.. (per fortuna non sono tutti cosi) … io per esempio sarei disponibile a organizzare e muovermi per recuperare le presenze di persone che possono parlare ai giovani.. se le istituzioni non si muovono ci sono sempre le associazioni ecologiste.. e quelle non aspettano altro .. Volendo ci sarebbe anche un grande che potremmo contattare.. Per fare una cosa con più scuole … Credo che di fronte a tanto dispiegamento di forze poi anche l’amministrazione, essendo sotto l’occhio vigile dei Media, dovrebbe necessariamente tenere alto l’onore della città… Io non sono Casertana, ho scelto di venire ad abitare a Caserta perchè amo il sud e ritengo che possa essere una città vivibile.. Sono disposta (contro anche a quanto mi consigliano i miei amici e parenti “nordici”) a rimboccare le maniche per provare a fare qualcosa di buono per questa che secondo me è una città meravigliosa… E sono sicura che non sono l’unica.. Provarci tutti insieme?…

  17. E pensate che in Olanda, il 9 ottobre, la terza notizia segnalata dal telegiornale era l’emergenza rifiuti in Campania! Cose da pazzi… Io vivo a Marano di Napoli e la situazione è la stessa. Non si respira più e la gente continua ad incendiare i cassonetti della spazzatura.

    Una di queste sere carico un camion di spazzatura e la vado a depositare davanti alla casa di Bassolino.

  18. Vi ringrazio se segnalerete ancora il video e questa situazione: tra l’altro il filmato è stato trasmesso su Sky Tv (canale 500), a breve inserirò il link alla trasmissione.

  19. @Massimo.. io ci sto… ditemi solo quando ;) ma credo sarebbe più utile provare a mettere un po’ di immondizia davanti al portone di casa sua… o sull’ingresso della sua scuola… ;)

    Stamattina hanno tolto un po’ di immondizia da vicino la scuola.. vediamo se domani ripassano.. perchè la montagna si riforma a breve…

    Ho preso anche contatti con alcuni rappresentanti di associazioni apartitiche interessate all’ambiente e disponibili a venire nelle scuole a parlare di ecologia e riciclo.. vediamo se qualche scuola è interessata…

  20. @Massimo: Dovremmo menare diversi sindaci non solo per questa questione Massimo,per ora mi “accontento” della pessima figura che stanno facendo le istituzione ed il Governo, ma non basta, bisogna risolvere veramente il problema. Ti ringrazio per aver segnalato il video che ti proposi qualche giorno fa (leggo Paolo, l’ha fatto anche lui?)

  21. @Dario… accontentarsi della pessima figura non ci toglie dai problemi.. dobbiamo trovare il coraggio di fare anche qualcosa.. oltre a diffondere il messaggio.. qualcosa che ci permetta di risolvere.. perchè nonostante la pessima figura .. le istituzioni non stanno facendo nulla..

  22. @mena: Io ho studiato al Giordani,e ti assicuro che allora non esistevano docenti sensibili,forse qualcuno si,ma alla scuola non veniva assegnato il compito di educare anche riguardo l’ambiente,per questo mi farebbe piacere se nel tuo piccolo continuassi la tua lotta,anche solo organizzando dibattiti con gli alunni.

    @Corday: Hai qualche link ? Non sapevo che in Nederland parlassero dell’immondizia di qui,forse perchè inviamo gentilmente navi e camion all’estero. Intgeressante il blog, è tuo ? Hai letto qui di Pornotube ?

    @Sofia: Ho inserito il verbo accontentare tra virgolette, per me è già un piccolissimo passo che se ne parli online ma non basta assolutamente,su questo credo concordino tutti.

  23. quando la popolazione aumenta da i 2 miliardi negli anni 50 a i 6 miliardi di adesso e’ normale che vi ritrovate nella mondezza fino al collo!!!! iniziamo tutti a consumare e inquinare di meno…
    saluti dall’ olanda

  24. @fabio: Concordo con te,tutti però devono fare i necessari sforzi,iniziando a diminuire l’uso delle auto private. Credo lì in Olanda sia tutto molto diverso.

  25. Pingback: Mauro Lupi's blog
  26. SAN MARCO EVANGELISTA ( CE ) : LAVORATORI EX 3M ALLO SBANDO.
    CARI AMICI CHI VI SCRIVE (ANCORA!) E’ UN EX LAVORATORE 3M
    ITALIA , PER PORTARE A CONOSCENZA DI CHI HA ANCORA UN BARLUME DI COSCIENZA LA NOSTRA DISFATTA INDUSTRIALE , SINDACALE , DI ONESTI LAVORATORI , AZZERATI IN TUTI I VALORI UMANI (DA CHI ? E PERCHE’? ) . DOVE STA’, LA CESSIONE DEL RAMO DI AZIENDA FATTA DALLA SIGNORA 3M ITALIA A FAVORE DELLA I . T. P. S.P.A. E SOTTOSCRITTA DAI SIGNORI SINDACATI , AD OGGI MARZO 2006 , DOVE STA’ ???? , HANNO DISTRUTTO PEZZO PER PEZZO QUELLO CHE ERA IL FIORE ALL’OCCHIELLO DELLA CHIMICA IN CAMPANIA , LA NOSTRA TRISTE VICENDA SI È RIVELATA SOLO UN’ INTRECCIO DI SPECULAZIONI, FAVORI POLITICI, FINANZIAMENTI PUBBLICI , VERE E PROPRIE TRUFFE CHE SI CONFIGURA COME UNO DEGLI ELEMENTI CARATTERIZZANTI DEL CAPITALISMO ITALIANO E NON SOLO. L’APPRODO FINALE DI QUESTO PERCORSO DI SVENDITA È STATO NEL GIUGNO 2006 . MENTRE PERÒ 3M ITALIA (VENDITORE ), I.T.P. S.P.A. (COMPRATORE ) E ……?……. RIMANGONO IMPUNITI, A FARNE LE SPESE ANCORA UNA VOLTA SONO I LAVORATORI DI UNA FABBRICA CHE NEI FATTI È FERMA DA 9 MESI , I LAVORATORI NON RICEVONO GLI STIPENDI DA FEBBRAIO (NEMMENO LA CASSA INTEGRALE ), IL TANTO PROMESSO PIANO INDUSTRIALE CHE CI DOVEVA FAR LAVORARE ALMENO PER 5 ANNI CON UN’INVESTIMENTO DI 30 MILIONI DI EURO E ADDIRITTURA DOVEVA CREARE ALTRA OCCUPAZIONE MA QUELLO CHE PIU’ CI PREOCCUPA E DELUDE AMARAMENTE E’ CHE DOPO L’INCONTRO DI CONFRONTO SVOLTOSI PRESSO L’UNITÀ DI CRISI DEL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO, PRESIEDUTA DALL’ONOREVOLE GIAMPIERO BORGHINI, DOVE SI SAREBBE DOVUTO ADDIVENIRE ALLA DEFINIZIONE DI UNA EXIT-STRATEGY PER LA PARALISI DEL PIANO INDUSTRIALE PRESENTATO ORMAI NOVE MESI FA DALLA ITP E 3M ITALIA PER LA RINASCITA PRODUTTIVA DELLO STABILIMENTO DI SAN MARCO. PIANO CHE, CON INVESTIMENTI PARI A 30 MILIONI DI EURO E LA REALIZZAZIONE DI TRE NUOVE LINEE DI ESTRUSORI, AVREBBE DOVUTO CONSENTIRE LA RIPRESA INDUSTRIALE DELLA EX 3M. TUTTAVIA, NIENTE DI TUTTO QUESTO. LO FRATTURA TRA SINDACATI ED ITP, SI È RIVELATA INSANABILE. ANZI. L’ULTIMA GOCCIA CHE HA FATTO TRABOCCARE IL VASO, È STATA LA PROPOSTA AVANZATA DA UNO DEI PARTNER DELLA PRIMA ORA DELLA NEW-CO ITP, BOSCHI, IL QUALE HA VENTILATO UN IPOTESI ALQUANTO BISLACCA: L’ACQUISIZIONE DI UN LOTTO DI TERRENO DI 60 MILA METRI QUADRATI PER REALIZZARE UN INSEDIAMENTO IN PROPRIO ED A SÉ STANTE RISPETTO ALLA ITALIANA POLIMERI, CHE GARANTIREBBE L’IMMEDIATO IMPIEGO DI 70 LAVORATORI EX 3M. IN PRATICA, LA ITP, CHE HA GIÀ ACQUISTATO L’AREA IN QUESTIONE (340MILA METRI QUADRATI), DIVENTA UNA SORTA DI AGENZIA IMMOBILIARE CHE VENDE AL MIGLIOR OFFERENTE I TERRENI DI SAN MARCO. ALTRO CHE IXFIN E FINMEK. QUI CI TROVIAMO DI FRONTE AL TENTATIVO DI SPECULAZIONE SENZA PRECEDENTI“. NON SI DELINEA PIU’ NESSUNA GUIDA O FORMA DI LOTTA CHE SI DICA DA PARTE SINDACALE PER SALVARE IL SALVABILE (IL SALVABILE SONO LE NOSTRE VITE , SCUSATE SE E’ POCA COSA ! ), A QUESTO PUNTO, I SINDACATI ATTENDONO UN NUOVO INCONTRO AL MINISTERO, CON IL COINVOLGIMENTO DIRETTO DI PIERLUIGI BERSANI O DEL SOTTOSEGRETARIO ALFONSO GIANNI. IL PROBLEMA, PERÒ, RESTA SEMPRE LO STESSO: COME DOMARE I LAVORATORI CASERTANI CHE DA DUE MESI NON RICEVANO PIÙ GLI ASSEGNI DELLA CASSA INTEGRAZIONE E A CUI, TRA L’ALTRO, SONO STATI SOTTRATTI DALLA BUSTA PAGA PERSINO I CONTRIBUTI PER IL FONCHIM (FONDO PENSIONISTICO) E IL T.F.R.??. E’ CALATO SU DI NOI POVERI LAVORATORI EX 3M ITALIA UN SILENZIO RACCAPRICCIANTE DA PARTE DI TUTTI : ISTITUZIONI E SINDACATI , ADESSO SI PARLA DI INCAUTA VENDITA DEL RAMO DI AZIENDA DA PARTE DELLA 3M ITALIA ,MULTINAZIONALE DEL MINNESOTA CARI SIGNORI POTREI SCRIVERE TANTISSIME COSE MA ORMAI PENSO CHE NON INTERESSANO PIU’ DI TANTO SPECIALMENTE A CHI NON HA DI QUESTI BANALI PROBLEMI , VOGLIO PERO’ FARE I COMPLIMENTI E AUGURI DI FARE LA NOSTRA STESSA FINE A CHI L’ HA FATTA FARE A NOI .

    MI SCUSO PER ESSERMI BANALMENTE DILUNGATO IN FACCENDUCOLE E GRAZIE.

  27. Ciao a tutti ,ed in particolare tutta la mia solidarieta’ a questa gente che si trova in un situazione veramente disperata .Da quello che ho potuto capire si e’ innescato il solito meccanismo ben noto a chi specula sulle disgrazie altrui.In poche parole…Io ti cedo l’azienda improduttiva con tutto il personale e mi tolgo da mezzo(ovviamente se faccio le cose per bene nessun giudice mi puo accusare di nulla a patto che al momento della cessione l’azienda entrante presenti nomi di spicco e capitali).
    Successivamente ti pianto una bella grana fra i soci con tanto di cause e relativi ricorsi e controricorsi in modo da bloccare tutta la baraccca (fondi azioni beni …) ed il gioco e’ belle e’fatto ! visto anche che i giudici non tengono conto che in tutta questa storia sara’ pure rispettata la procedura ma 200 famiglie rischiano l’affamamento !!
    Complimenti Italia !!

Comments are closed.