Brogli elettorali ?

Beppe Grillo ne parla qui,io ho letto invece la newsletter di Cacao: il titolo del post è duro,ma si riferisce a possibili brogli elettorali dovuti allo scrutinio elettronico che sarà effettuato in 4 regioni,Lazio, Liguria, Puglia, Sardegna,per un totale di 11 milioni di elettori circa. Lo scrutinio prevede che un operatore inserisca i dati su un computer in ogni sezione, i dati vengano copiati su una chiavetta usb, le chiavi siano inserite in un computer che le invia quindi al Ministero dell’Interno e pare che di ciò si interessino aziende come Accenture, EDS e Telecom Italia. Eds è la societa’ che e’ stata coinvolta nello scandalo dei brogli elettorali in Florida: allora la societa’ si chiamava Andersen Consulting e collaborava a certificare i bilanci falsi della Enron,una delle truffe più grosse mai esistite. Inoltre pare che figlio del ministro dell’Interno Pisanu sia partner in Accenture..insomma,anche non volendo essere malpensanti,un minimo rischio ci potrebbe essere,no ?

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

6 thoughts on “Brogli elettorali ?”

  1. mi sembra una tesi quantomeno fantasiosa.

    La legge dice chiaramente che in caso di discrepanza tra i dati elettronici e quelli tradizionali, saranno considerati solo quelli tradizionali.

  2. @sergio: Non conosco la legge quindi non mi esprimo in materia,piuttosto davo soltanto in giudizio sulle coincidenze avvenute. Se è così come dici allora c’è da stare tranquilli: anche se in Italy non si può mai stare sereni.

  3. IO SONO ANTICOMUNISTA MILITANTE DA SEMPRE LA STORIA INSEGNA CHE IL COMUNISMO NON E’ MAI ANDATO AL POTERE DEMOCRATICAMENTE.

  4. Chiunque manifesti estremismo nella coalizione, non aiuta la coalizione stessa a mantenersi forte!
    Berlusconi non aspetta altro che vedere incrinazioni in politica e tra la gente per insinuarsi come una peste e riavere il potere!

  5. @flavio: Beh estremismo,non è che nella coalizione di sinistra ci sia più centro che altro ma comunque hai ragione che ci deve essere un accordo per governare forse per questo Prodi ribadisce l’idea del partito democratico,anche se non so quanto sia fattibile.

    @franco: L’hai visto entrare in chiesa ? ;)

Comments are closed.