BookArmy, il Last.fm dei libri

bookarmy

Non vedendo più l’entusiasmo che aveva portato aNobii nel condividere i propri libri, votare, scoprire gusti simili sono andato a caccia di uno strumento possibilmente simile ed ho trovato BookArmy.
Boing Boing lo definisce come una sorta di Last.fm dei libri ed infatti ci sono funzioni abbastanza simili.

BookArmy è in lunga Inglese (d’altronde è una startup con sede a Londra) ed è “sponsorizzato” da autori e scrittori che hanno il proprio account su BookArmy come Paulo Coelho e che pubblicano dei loro interventi video. Non è solo un social network privo di contenuti di qualità: vengono aperti grandi dibattiti pubblici e ci sono anche delle competition, gare per vincere libri.
Per ora si sono “inventati” un segnalibro personalizzato ma hanno in programma anche una integrazione con Facebook.

Una curiosità: quando ti registri al sito web ti viene chiesto subito qual è il tuo libro preferito e di farne una breve recensione. Come dire: se non sei appassionato di letteratura o non leggi mai che ci fai qui?

Via [Boing Boing]

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

1 thought on “BookArmy, il Last.fm dei libri”

  1. L’ho provato anche io, e mi sembra fatto bene, ma l’utenza italiana avrà da aspettare ancora un bel po’, dato che libri in italiano non ve ne sono.
    Inoltre, mi sembra assurdo che non sia prevista una funzione di importazione da siti come Anobii o LibraryThing…Costruirsi la propria bibliografia letteraria in rete una volta sola basta e avanza. Dalla sua, ha in più di anobii estetica, e focus su giudizi, commenti e raccomandazioni, oltre ad una grafica molto più accattivante. Io aspetto sviluppi.

Comments are closed.