Apple monitora i blog per difendere i suoi walled garden

Forse neanche la stessa Microsoft è arrivata a fare tanto online contattando un blogger ed intimandogli di rimuovere post o cancellare contenuti per altro disponibili in migliaia di siti web, pena la rimozione del programma di affiliazione. E’ quanto ha fatto Apple (con Tradedoubler da tramite) nella storia raccontata dal blog Melamorsicata.
E’ come se Google minacciasse di disattivarti l’account di AdSense perchè quel post su di un “trucco” di Google non gli va giù. Devo dire che una cosa del genere, con Google come attore, successe tempo fa in un post che conteneva come titolo la parola “pompino”: gli AdSense non consentono l’utilizzo di contenuti per adulti così mi scrissero di eliminare quel termine. Lo feci, in parte, ma segnalai tanti altri post di altri blog che contenevano la stessa coppia ma che non trattavano, come il mio, argomenti scabrosi. Questa è un’altra storia, riguarda una policy ben precisa, delle condizioni di utilizzo sottoscritte da entrambe le parti, il blogger e l’azienda.

Quella capitata a Melamorsicata invece a me sembra una pratica scorretta, un ricatto inaccettabile. Eppure di guide su come sbloccare i prodotti di Apple ce ne sono a migliaia e girano di continuo. E non ho mai letto qualcosa del genere su di un blog americano.
Non so se sia responsabilità diretta di Apple ma dev’essere una idea tutta Europea (o magari solo di un responsabile illuminato e solertissimo) quella di voler bloccare l’informazione online. Continuerò a seguire la vicenda e ti aggiornerò nei prossimi giorni.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

1 thought on “Apple monitora i blog per difendere i suoi walled garden”

Comments are closed.