Appello per la Birmania: STOP Blogging for Birmania

Birmania - STOP Blogging for Birmania

Photo Credit: Repubblica/Reuters

Sono contento che molti di voi abbiano accolto l’appello sulla Privacy che segnalai qui, tutto è rientrato con il ritiro dell’emendamento.
Ieri sono scoppiate grosse polemiche sulla classifica dei blog italiana, Blogbabel (oggi nuovamente stravolta dal congelamento anche dei feed di Beppe Grillo) riguardo feed gonfiati: i grossi cambiamenti cercano di rendere questa classifica più indipendente dalle fonti esterne.
Come ho sempre detto questa hit parade dei blog rimane per me un gioco, per altri evidentemente no: ed allora, perchè non fare qualcosa di significativo invece che indossare delle semplici magliette rosse?

Sto parlando dell’assurda quanto disgustosa situazione in Birmania.
L’appello STOP Blogging for Birmania è questo: sarebbe carino che i primi 100 blog della classifica di Blogbabel, quelli di Blogitalia, tu che hai e scrivi su di un blog ma te ne freghi altamente (e fai bene) di queste classifiche, per un giorno terresti chiuso il blog con un gesto nel nostro piccolo forte.

Lo ha già fatto Stefano: che ne dici?

[UPDATE] Via Ricir’s Twitter leggo di questo link dove c’è un aggiornamento continuo delle notizie e questa lista di blog “birmani”.

[UPDATE 1 Ottobre 12:00] E’ bello sapere che ognuno fa sentire la propria voce a suo modo: certo un badge non cambierà la situazione ma è comunque un gesto, come quello più estremo al quale ho pensato. Da queste parti ci sarà lo STOP AL BLOGGING ALMENO FINO A MARTEDI’ con segnalazioni ed aggiornamenti in questo post riguardo la situazione.

– Date un’occhiata a queste Foto su Flickr, mentre ci sono video su Mizzima Tv e aggiornamenti su Mizzima.

– Centomila in protesta (video), l’escalation di violenza aumenta (video).

– Su Facebook è possibile partecipare a questo gruppo (solo se sei registrato purtroppo) e seguire le discussioni.

– D’Aguanno mi segnala un ribbon da inserire nei blog.

– E’ possibile firmare anche una petizione anche se online ce ne sono diverse: via Robie ad esempio leggo la possibilità di potrestare usando il numero 1081081081234 come ricerca su Google.

– In tutto il mondo ci sono manifestazioni in piazza: in Italia a Milano domani alle ore 16:30, in Piazza della Scala, ci sarà la “Manifestazione Contro Repressione Birmana”. L’evento è organizzato da Amnesty International che ha creato anche questo appello per far terminare la repressione.

– La foto sopra rappresenta la morte del fotografo Kenji Nagai colpito da un soldato: il Corriere ha inserito (con indubbio gusto e segnalondolo in home con un accecante “rosso”) il video choc qui (su YouTube qui).

– Il blog http://burmamyanmargenocide.blogspot.com/ riassume e traduce in lingua inglese fonti anche di altri blog di ciò che sta accadendo in Burma, un vero e proprio genocidio. Puoi leggere anche il Democratic Voice of Burma per le news ed uno dei principali blog Birmani, KO Htike’s prosaic collection.

– Questa è la lista delle aziende che hanno avuto (o hanno ancora) a che fare con il regime della Birmania.

– Il blog 1972 pubblica e racconta pensieri bellissimi ed al tempo stesso inquietanti riguardo la Birmania. Da oggi laggiu SONO ISOLATI ANCHE DA INTERNET, leggi qui.

– News giornaliere sono presenti in questo articolo della BBC.

– Insieme a blogger di tutto il mondo stiamo organizzando una Blog Action per la prossima settimana in modo da protestare riguardo la scandalosa situazione della Birmania. Nei prossimi giorni maggiori informazioni, seguite questo post: abbiamo organizzato per il 4 Ottobre il Free Burma! day.

– Leggi le info riguardo il Free Burma! day del 4 Ottobre in questo post

English Version

Someone (tonsai) in the comments has asked me an English Version of the post. Is here.

I’am so happy that many of you have received the appeal about Italian Privacy law that i signaled here.
Yesterday are burge very large controversies about the Top 100 Italian Blog, Blogbabel (today again twisted by the freezing also of the Beppe Grillo’s Feed) concern the RSS Feed swelled: many changes try to make this rating more independent from the otuside sources (as Feedburner, Technorati, Google Blog Search).
As I have always said this hit parade of the blog remains a game for me, for others evidently not: so, why not to do something of meaningful instead than wear some “simple” red T-shirts about Burma situation?

I’m talking about the absurd and disgusting situation in Birmania, the monks protest (read this article by BBC).
The appeal STOP Blogging for Burma (that is Birmania in Italian) is this: the first 100 blog in Blogbabel and Blogitalia (another rank), and you that write in a blog but don’t care about hit parade, can close your blog for a day (one, two..), stop blogging or talking only about Burma protest. It’s a big thing in our “little” Net world.

My friend Stefano has already close his blog: and you ?

[UPDATE] Via Ricir’s Twitter i read this link with fresh news and this list of citizen Burman blog.

[UPDATE October 1, 12:00am ] It’s pretty to know that everyone makes to feel the own voice to its way: sure, a badge will not change the situation but it is however a gesture, like that most extreme next to which I have thought.
I STOP MY USUAL BLOGGING ABOUT TECHNOLOGY AT LEAST UNTIL TUESDAY with update and suggest on this post only about monks protest.

– Watch this photo on Flickr, the video on Mizzima Tv and follow news on Mizzima.

– Monks protest: 100000 march (video), Violence escalates in Myanmar (video)

– There is this group on Facebook and follow the discussions (you need to register).

– An Italian blogger, D’aguanno, signal me this ribbon.

– It’s possible to sign this Petition (online there are many petitions): via Robie i read this number, 1081081081234, to add on your blog in order to help the Google search.

– Around the world theare are protest in public square: in Italy, tomorrow on 4.30pm there is one in Milan, Piazza della Scala. The event is organize by Amnesty International that create a petition here.

– The photo on top is the death of Kenji Nagai, a photoreporter: this is the choc video (YouTube video is here).

– The blog http://burmamyanmargenocide.blogspot.com/ reassumes and translate in English language sources of others blog of that it is happening in Burma, a true genocide. There is also the Democratic voice of Burma and the Burma blog Ko Htike’s prosaic collection.

– Read this list of companies which appear to have some form of relationship with Burma that “providing direct or indirect support, mostly financial, to the military junta”.

– Incredible: Internet is cut in Birmania, read here !!

– You can read this article by BBC with news about Burma

– With a list of blogger around the world (Europe,Us,Asia) we are organizing a Blog Action Day to favor of Burma in next days. Please, follow this blog and post, we need your help and approval: Free Burma! day.

– Read more info about Free Burma! day on this post

A peace protest in Milan, Italy: