Ancora sull’Autorevolezza dei Blog

Il discorso sull’autorevolezza dei blog è abbastanza vecchio ma sempre d’attualità: tra magazine che non linkano le fonti, ovvero i post dei blogger, ad altri che prendono immagini senza considerare licenza d’uso ed autore. Forse anche per questo si discuteva sulle caratteristiche del giornalista del “futuro” visto come una figura più vicina ad un blogger.
Technorati sta cercando da tempo di valutare con precisione quali sono i blog più autorevoli: ci riprova ora attraverso questo post sul blog ufficiale esaltando il technorati authority widget come la soluzione migliore per misurare la rilevanza dei blog.
Non capisco perchè Technorati sia così ostinata e non voglia capire che ciò che può essere autorevole ed importante per me può non esserlo per qualcun altro e che questo non è quantificabile soltanto con la misura del numero di link e dei lettori: perchè non conosci fino in fondo chi ti legge. Pensa se questo blog venisse letto da Tony Blair, dall’appena eletto Sarkozy o da Rita Levi Montalcini: allora sarei autorevole secondo voi?

email

9 pensieri su “Ancora sull’Autorevolezza dei Blog”

  1. Hai ragione, l’ autorevolezza puo’ anche essere soggettiva. se vogliamo renderla oggettiva, pero’ dobbiamo misurarla in qualche modo.
    i link sono misurabili, il chi ti legge no.
    al limite si puo’ contare quanti ti leggono, non quanto siano “autorevoli”. e’ un parametro non rilevabile ;)

  2. bè, io non sono nè Tony B. ne tantomeno il presidente francese, però tu sei il mio fellow! quindi per me sei autorevole per forza! ;-)

  3. @becks: Esatto, è un parametro assolutamente non rilevabile: ma secondo te basta contare i link? Come li contiamo? Non si tratta forse solo di metriche.

    @Napolux: Non so perchè ma ero certo in tuo parere favorevole.

    @Sara: Ti ringrazio, fellow però sembra quasi una parolaccia! ;)

  4. Dario: non dico che basta contare i link, si possono contare altre cose. dico che si puo’ contare il contabile, il resto no ;) technorati si occupa appunto di metriche (contestabili se vuoi), non di parametri soggettivi ;)

  5. @becks: Si Carlo hai perfettamente ragione ma forse e dico forse anche le metriche hanno un’anima, no? Seppure in fondo restino sempre misurabili con parametri davvero poco oggettivi.

  6. Pingback: L’autorevolezza dei commenti [.:: Maurizio Pelizzone ::.] | rubriche

I commenti sono chiusi.